Una grande mostra celebra le opere di Keith Haring

Dal 21 febbraio al 18 giugno 2017, Milano celebra il genio di Keith Haring con una grande mostra, allestita a Palazzo Reale.

Keith Haring, Unfinished painting, 1989, acrilico su tela, 100×100 cm, collezione privata © Keith Haring Foundation

L’esposizione Keith Haring. About Art, curata da Gianni Mercurio, promossa e prodotta dal Comune di Milano-Cultura, Palazzo Reale, Giunti Arte mostre musei e 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE, con la collaborazione scientifica di Madeinart, con il prezioso contributo della Keith Haring Foundation, presenta 110 opere, molte di dimensioni monumentali, alcune delle quali inedite o mai esposte in Italia.

Una mostra di Keith Haring va vista e rivista. Due, anche tre volte. Keith Haring non è l’artista degli omini, non è un simpatico designer. È molto di più, e la rassegna di Palazzo Reale, tra le più complete mai proposte su Haring“.

La rassegna ruota attorno a un nuovo assunto critico: la lettura retrospettiva dell’opera di Haring non è corretta se non è vista anche alla luce della storia delle arti che egli ha compreso e collocato al centro del suo lavoro, assimilandola fino a integrarla esplicitamente nei suoi dipinti e costruendo in questo modo la parte più significativa della sua ricerca estetica”.

Milano invita a osservare Keith Haring divertendosi, gustando il piacere del colore, del tratto, dell’innovazione estetica, ma anche ascoltando quello che ancora oggi questo giovane rivoluzionario e coltissimo ha da dirci. Le sette sezioni ripercorrono l’intera esistenza di Haring, alla ricerca dei linguaggi che lo hanno ispirato: dall’arte classica all’‘etnografismo’, dalle avanguardie del Novecento al cartoonism. L’esposizione ci presenta anche gli amici e gli ispiratori di Haring: tra di essi Christo, ben noto ai milanesi e ai turisti internazionali per il successo di The Floating Piers sul Lago d’Iseo”. Giuseppe Sala

Keith Haring è stato uno dei più importanti autori della seconda metà del Novecento

Le opere dell’artista americano si affiancano a quelle di autori di epoche diverse, a cui Haring si è ispirato e che ha reinterpretato con il suo stile, in una sintesi narrativa di archetipi della tradizione classica, di arte tribale ed etnografica, di immaginario gotico o di cartoonism, di linguaggi del suo secolo e di escursioni nel futuro con l’impiego del computer in alcune sue ultime sperimentazioni.

Tra queste, s’incontrano quelle realizzate da Jackson Pollock, Jean Dubuffet, Paul Klee per il Novecento, ma anche i calchi della Colonna Traiana, le maschere delle culture del Pacifico, i dipinti del Rinascimento italiano e altre. La sua arte è percepita come espressione di una controcultura socialmente e politicamente impegnata su temi propri del suo e del nostro tempo: droga, razzismo, Aids, minaccia nucleare, alienazione giovanile, discriminazione delle minoranze, arroganza del potere.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il catalogo, pubblicato da GAmm Giunti/24 ORE Cultura, comprenderà oltre a una vasta biografia illustrata e a tutte le opere esposte, i saggi del curatore, Gianni Mercurio, Demetrio Paparoni, Marina Mattei e Giuseppe Di Giacomo.

KEITH HARING. ABOUT ART
Milano, Palazzo Reale
21 febbraio - 18 giugno 2017

Orari:lunedì: 14.30-19.30
martedì, mercoledì, venerdì e domenica: 9.30-19.30
giovedì e sabato: 9.30-22.30
(ultimo ingresso un’ora prima della chiusura)

Ingresso:Intero € 12 / Ridotto € 10 / Ridotto scuole € 6 /
Biglietto Famiglia: uno o due adulti € 10 a testa, bambini fino a 5 anni gratuito, da 6 a 14 anni € 6

www.palazzorealemilano.it
www.mostraharing.it

Catalogo: GAmm Giunti/24 ORE Cultura
No Comments Yet

Comments are closed