Michele Chiocciolini, I love NY

NYC SKYLINE è la collezione di borse firmata Michele Chiocciolini rigorosamente Made in Florence.

Michele Chiocciolini è fiorentino, classe 1982, e l’essere nato in uno dei luoghi più belli d’Italia – e probabilmente del mondo – non poteva che spingerlo verso l’amore per la bellezza. Per questo, e per la sua creatività poliedrica, Michele è diventato un fashion designer mentre stava ancora studiando architettura, e ha portato avanti questa attività fino al 2012, quando insieme alla sorella Francesca ha fondato il brand Michele Chiocciolini e aperto l’omonimo atelier nella loro bella Firenze, dove quotidianamente i due fratelli svolgono una minuziosa attività di ricerca di costume che sfocia nella creazione di accessori ispirati alle forme architettoniche.

Le borse, dalle linee nette e geometriche ma comunque fluide realizzate con pellami pregiati e nappe di vitello e capretto, sono artigianali e rigorosamente Made in Florence, e da tre anni hanno conquistato il pubblico maschile e femminile con la prima collezione di clutch, originariamente pensata per i soli uomini ma poi diventata unisex.

Ci piace ricordare la collezione primavera/estate dedicata a New York, città dove Michele Chiocciolini ha studiato architettura, e al suo spettacolare skyline che tutti abbiamo avuto occasione di ammirare attraverso film e serie tv. E l’ispirazione d’oltreoceano ha dato risultati più che soddisfacenti nella collezione NYC SKYLINE, con modelli unici e innovativi adatti ad ogni tipo di donna e a ogni sfaccettatura della vita quotidiana.

Allo zaino Heart a forma di cuore rosso, adatto alle più giovani, si affianca il borsone Hudson ispirato, appunto, al fiume che attraversa la City, e perfetto per un weekend fuori porta, magari negli Hamptons. Alla raffinata eleganza della borsa Guggheneim, che ricorda l’architettura del museo newyorkese con le fluide linee bianco ottico, fa contrasto la clutch King Kong, che con l’immagine della celebre scimmia cinematografica sui toni del viola e dell’arancio è perfetta per chi la moda non la prende troppo sul serio. La borsa Sabrina ha impresso il volto sorridente della Statua della Libertà e ha una serie di frange che piaceranno a chi non rinuncia a una comodità casual ma alla moda, mentre per le lunghe giornate di shopping la Seagram, che ricorda la facciata di un palazzo di notte con le finestre illuminate dalle luci interne, risulterà comoda ma chic. Altre clutch ricordano i simboli di New York: la Empire, disponibile in bianco e azzurro, riporta il disegno del celeberrimo palazzo della City e si fa notare anche durante una passeggiata pomeridiana in Central Park; sulla Taxi appare l’auto gialla che affolla le vie della City e su cui ogni newyorkese che si rispetti può dire di aver viaggiato, e abbinata a un tubino nero è abbastanza elegante per una cena fuori ma non rinuncia a un po’ di sana ironia; la Miss Liberty è a forma di ventaglio e ha l’immagine stilizzata della corona ramata appoggiata sulla testa della Statua della Libertà, il principale simbolo di New York e forse degli stessi USA, e si abbina bene anche agli outfit più eleganti; la Apple ironizza sul soprannome di New York con l’immagine di una bella mela rossa; le più audaci sceglieranno la Chrysler, che ha la stessa forma dell’iconico edifico da cui prende il nome. Infine, il portafogli Tank è perfetto per tenere il necessario, e le dimensioni ridotte gli permettono di entrare comodamente in ogni borsa.

Per noi, donne moderne, queste borse non sono solo esteticamente perfette, qualitativamente eccellenti ed evocative di una cultura che non è la nostra ma lo sta diventando; le borse di Michele Chiocciolini sono anche pratiche per la vita di tutti i giorni: nella maggior parte delle borse, infatti, possiamo infilare comodamente in nostro tablet, se non addirittura il laptop. Insomma, si tratta di accessori capaci di farci sentire inarrestabili come newyorkesi e uniche come italiane.

 Federica Miri

SOCIAL FB
No Comments Yet

Comments are closed