LIVE_728x90

Malìparmi presenta Rocca

Malìparmi nasce nel 1977 a Padova, dove l’attuale Presidente Annalisa Paresi è cresciuta guardando sua madre Marol creare borse e bijoux.

Malìparmi nasce quindi a partire da questo legame madre e figlia e dalla passione per la moda e gli accessori di entrambe; da qui all’espandersi verso le calzature prima e l’abbigliamento poi il passo è stato breve, ma il concept di base del brand è rimasto legato alla tradizione: Annalisa Paresi fa di tutto per mantenere vivi i valori della creatività, dell‘innovazione e dell’artigianalità propri del marchio e della sua storia.

Oggi Malìparmi presenta la sua collezione per l’autunno/inverno 2016: è Rocca, il cui nome ricorda una delle maestose architetture del passato, spesso ancorate alla roccia e immerse in una natura rigogliosa, pronte ad offrire un riparo accogliente e materno al loro interno.

Rocca di Malìparmi è proprio così: la forza, l’energia, la tradizione della roccia si fondono con il calore della novità e dell’ironia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il primo trend esplorato in chiave storica ma moderna da Malìparmi è il layering: sono molti i look dove un cappotto è posto sopra un cardigan che, chiuso solo in cima, lascia intravedere un pullover, dal cui orlo fa capolino una t-shirt.

Non parliamo però solo di sovrapposizione di strati, ma anche di colori – con una ricca palette che spazia dai toni terrei, il nero, il burgundy e il verde oliva, tipicamente autunnali, alla vivacità di giallo, azzurro, rosso, viola, arancio, fino al glam metallico di bronzo e oro – e di stampe – tra cui spiccano il jacquard dal mood londinese vintage, le righe multicolor e le fantasie floreali.

Poi, iniziano i giochi di luce: sul parka super-casual compaiono delle geometrie di paillettes applicate a mano, il cardigan ricamato artigianalmente con fiori di paillettes metalliche si accosta alla classica gonna midi a pieghe, le maglie in lamé sono da giorno abbinate con una t-shirt e una gonna dorata, e diventano da sera sotto una salopette nera quasi unisex.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rocca di Malìparmi: l’armonia della diversità tra linee e tessuti

Le linee e i tessuti sono diversi tra loro, e il loro mix rappresenta una scelta coraggiosa ma ben armonizzata, in linea con lo stile Malìparmi: ecco che l’estroso tailleur jacquard ispirato ai Beatles viene abbinato a maglioncini a righe parigine, che il crêpe romantico di abiti e bluse va a braccetto con cappotti formali in lana, che il fluido tessuto pijama viene accentuato da stampe geometriche quasi optical molto Sixties, che un total black londinese diventa un po’ parigino con i pantaloni alla garçonne e una baschina nera.

Per quanto eclettici siano, nemmeno i look Malìparmi possono considerarsi completi senza un giusto corredo di accessori.

Ecco quindi che la it-bag Virginia, realizzata a mano da tre generazioni, si rinnova: la forma resta quella di sempre, strutturata e poetica come un origami, e a cambiare sono le stampe e le dimensioni. I modelli maxi e midi vengono affiancati dal contemporaneo formato mini, mentre le texture spaziano dalla vernice lucida ai ricami geometrici, dal pitone abbinato al suede alla pelle tricolore. Anche le shopper e i bauletti si tingono di righe blu e bordeaux, mentre le tracolle mostrano patchwork di pellami e le clutch box in legno vengono ricamate a mano con migliaia di perline variopinte.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le stesse fantasie compaiono anche negli ankle-boots a punta con tacco largo, mentre le pumps e le ballerine lace-up diventano femminili e aggraziate con i giochi di perline; infine, le sneakers tirano fuori il lato più giovane di ogni outfit con il loro neoprene dai colori cangianti.

Federica Miri

No Comments Yet

Comments are closed