LIVE4_728x90

Ristorante Lariò. La cultura del gusto ad Albavilla

 Accoglienza, gusto ed eleganza al nuovo ristorante Lariò

Il ristorante Lariò si trova all’interno dell’Hotel Albavilla&Co. Una location originale dove si possono gustare piatti della cucina italiana declinati e rinnovati in chiave moderna. La struttura di recente apertura è di proprietà del Gruppo Plinio Hotels&Restaurants presieduto dall’imprenditore Pino De Lorenzo che ha saputo, in tutti i suoi progetti, esprimere e trasformare il concetto di turismo.  

Lambiente elegante e riservato del ristorante Lariò è meta ideale per colazione di lavoro, aperitivi o cene; conta di una cantina con oltre cento etichette. Aperto tutti i giorni.

Incontriamo l’attuale chef Matteo Dassi del ristorante Lariò

Come nasce la tua passione per la cucina e come è stato il tuo percorso?

Ho conseguito il diploma alla scuola alberghiera, un trampolino di lancio per poter poi fare degli stage negli hotel in giro per l’Italia. Ho infatti acquisito padronanza seguendo delle brigate di cucina rigorosamente Tricolore. Ho avuto diverse collaborazioni con chef quotati, ma credo sia proprio la passione che movimenta quel sentimento di cucinare prelibatezze uniche e condivise. Credo che la forza del lavoro dello chef sia quella di saper cogliere da tutti delle particolarità. Il bagaglio acquisito poi nel corso degli anni fa il resto.

Che caratteristiche ha la tua cucina e come la definiresti? Un aggettivo

La mia cucina è creativa. Altrimenti non ci sarebbero stimoli. Amo abbinare materie prime fresche anche in modo inusuale. Seguo rigorosamente la stagionalità e la territorialità, selezionando magari quelli poco conosciuti. Penso a stranezze culinarie come l’abbinamento del pesce a materie prime acide che si completano. Suggerisco più gusti da cui scovare più sapori. Ad ognuno la propria sensazione.

Quanta importanza ha la tradizione nel tuo stile culinario?

La tradizione va rispettata. Si parla della base della cucina moderna. Da qui si parte, poi ci si evolve. Conoscerla crea le basi, poi ci si forma, si inizia a sperimentare e ci si evolve.

Hai delle fonti di ispirazione particolari per la creazione dei tuoi piatti ?

La mia fonte di ispirazione è ogni cosa che ruota intorno a me, è il mondo. Dal web ai libri, dalle ricette scritte per caso, a quelle che trovo qua e là. Ci si deve tenere continuamente aggiornati, navigare in Internet e studiare sui libri. Lì c’è tutto il sapere, un’analisi meticolosa di quale sia stata l’evoluzione dagli antipodi a oggi.

Quali sono i piatti ai quali i clienti sono più affezionati?

I risotti, ma anche le carni più semplici perché trovano lì una nuova dimensione moderna. Non ho uno o più piatti, ho la mia cucina che mi appassiona e mi fa sognare.

L’ingrediente indispensabile nella tua cucina e perché questa scelta?

I brodi, i fondi, le salse. Sono la base di una buona cucina. Sono i segreti per preparare dei nuovi piatti. Sono un buon compromesso tra fantasia e ingredienti di base.

Cosa non ti piace mangiare?

Da chef ho imparato ad assaggiare tutto. Si deve sapere apprezzare ciò che si sta gustando.

 Le tue grandi passioni?

La cucina è la massima realizzazione. Il mio sogno creare una struttura tutta mia. Come penso voglia la maggior parte degli chef.

Per San Valentino hai già in mente il menu e se sì cosa ci consiglieresti?

A seguire la proposta dello chef San Valentino 2017 menu

Nido di polipo alla Catalana con riduzione di arance rosse e briciole di pane

Risotto al basilico con battuta di gamberi di Sicilia marinati allo zenzero

Cuore di Black Cod con panure alle olive su vellutata di patate allo zafferano

Noi di beautytudine ci siamo fatti dare la ricetta

di questo piatto da eseguire comodamente a casa

Ingredienti

450g di Black cod – 200gr di patate – 2 bustine di zafferano – 50g di panna fresca – 50g pane grattugiato – 30g olive nere denocciolate – 10g prezzemolo – 10g cognac – Olio / sale / pepe quanto basta

Procedimento

Privare il pesce della sua pelle, tagliare a rombi e implaccare su una teglia.

Preparare la panure con pane grattugiato, olive, prezzemolo, sale, pepe cognac e olio. Passare il tutto nel mixer fino ad ottenere un composto pastoso e liscio.

Disporre la panure sul pesce e infornare a 180′ per 12/13 minuti.

Far cuocere le patate grattugiate insieme alla panna, aggiungere lo zafferano una volta cotte, frullare e setacciare il composto formando una salsa liscia ed omogenea.

Comporre il piatto disponendo la salsa come base, il Black cod ben dorato sopra di essa. Per un tocco in più decorare con la pelle del pesce lasciata disidratare 2 minuti in microonde.

Nota: Il Black cod proviene dai mari dell’Alaska ed è considerato il miglior pesce bianco al mondo. È stato per molti anni considerato un pesce povero ed è stato poi, grazie a grandi chef rivalutato spopolando nelle cucine stellate di New York poi in tutta Europa grazie al suo sapore delicato e la sua morbidezza.

Per prenotazioni http://albavillahotel.it/

Info: Albavilla è un comune in Provincia di Como che fa parte della comunità Montana del Triangolo Lariano in Lombardia. Da sempre meta di vacanze, già dal nome (il termine “villa” indica una dimora di campagna). In questa località di soggiorno i turisti, vengono richiamati da molte iniziative come sagre e manifestazioni in particolare la festa dei Crotti che si svolge nel mese di ottobre. Escursioni magnifiche ideali anche per i bikers partono dalla vicina Alpe del Vicerè.

No Comments Yet

Comments are closed