2017-728x90.jpg_anno

Parco 1923. Un profumo che nasce tra i boschi

Parco 1923 racconta i profumi millenari che si respirano tra gli alberi e i fiori del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise

Il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise è un territorio unico fatto di natura incontaminata, conservatasi tale grazie all’isolamento in cui ha giaciuto per secoli. Questa zona nel cuore d’Italia è diventata un’area protetta nel 1923, tutelando una biodiversità floristica e faunistica unica ed entrando così nella storia come uno dei parchi più antichi d’Europa. Puro e bellissimo, il Parco è ispirazione e fine di Parco 1923: è a esso che si ispira la fragranza del marchio.

Parco 1923 nasce da un’idea di Paride Vitale e Ugo Maria Morosi, entrambi originari del Parco Nazionale D’Abruzzo.  “La memoria olfattiva è la più forte che abbiamo: da sempre, se chiudo gli occhi, rivivo le lunghe passeggiate a cavallo dell’infanzia e sento il profumo di luoghi a cui sono legato con il cuore”, spiega Vitale.

Il profumo dei sentieri del Parco

Il cuore di Parco 1923 è dunque in Abruzzo: qui, tra alberi centenari, torrenti, fiori rari, lupi e orsi, l’aria profuma di pulito e antiche memorie

È proprio questa fragranza che permea l’aria del parco a essere l’ispirazione principale di Parco 1923, che con la sua collezione di profumi corpo, profumi ambiente, saponi, candele, creme e travel kit vuole permettere a ognuno di portare una goccia di paradiso naturale sempre con sé.

 

La piramide olfattiva gira attorno a un cuore composto dalle piante selvatiche che popolano il Parco. C’è il Maggiociondolo, una misteriosa pianta dorata letale per gli uomini e benefico per gli animali, accostato all’essenza di Bacche di Ginepro, che viene utilizzato nella cucina locale per il suo aroma balsamico. Non manca il Caprifoglio, fiore medicinale che veniva posto sul guanciale delle fanciulle per favorire i sogni d’amore, che con la sua dolcezza si sposa perfettamente alla Ginestra Odorosa, dal colore e dall’odore intensi come il miele. C’è poi l’Angelica Selvatica, un fiore dal profumo aspro e pungente che nelle leggende diventa fonte di lunga vita, c’è il Giaggiolo, tanto raro quanto soave, e c’è il Muschio, sensuale e sicuro. Il fondo non poteva che essere di Faggio, albero rappresentativo del Parco dal tocco impertinente.

 “I vecchi guardiani del parco per lungo tempo hanno vissuto nei boschi per stanare i bracconieri. Abbiamo chiesto loro di testare le nostre essenze e, insieme ai botanici locali, ci hanno aiutato in due anni di lungo lavoro ad affinare la nostra ricerca, fino alla creazione dell’essenza che trovate in Parco 1923”, spiega Morosi, il co-fondatore del brand. E infatti, per creare la fragranza Parco 1923 e selezionare le piante da utilizzare, Morosi e Vitali hanno collaborato con il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Ma non solo: per ogni profumo venduto, Parco 1923 donerà 1 euro al Parco, per contribuire alla conservazione della loro terra e sancire un forte legame con essa.

I prodotti Parco 1923

Tra i prodotti dalla fragranza unica firmata Parco 1923, troviamo innanzitutto l’Eau de Toilette. Fresca e vivace, la fragranza sposa naturalmente la pelle con il suo sentore antico, forte e gentile, come la terra da cui provengono i suoi ingredienti. Lo stesso vale per la Fragranza per Ambiente e per la Candela, in grado di portare in casa il racconto di una passeggiata in un sentiero di montagna, con la pungente aria fresca, l’ombra dei faggi, il rumore dell’acqua, i fiori che sbocciano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Parco 1923 propone poi quattro prodotti dedicati alla cura e alla detersione del corpo: sono la Saponetta Profumata, il Detergente Mani Esfoliante, la Schiuma da Bagno Delicata e la Crema Nutriente Corpo/Mani. La Saponetta Profumata deterge delicatamente le mani lasciando il suo sentore fresco, ed è contenuta in un elegante portasapone in alluminio rifinito in oro. Il Detergente Mani unisce invece la detersione a un’azione esfoliante dovuta alla Pietra Gentile, che lascia le mani morbide e vellutate, e agli effetti benefici astringenti e calmanti di Giaggiolo, Muschio, Angelica e Caprifoglio.

La Schiuma da Bagno è stata sviluppata a partire da un’antica ricetta erboristica per la preparazione di un bagno rilassante, contenente ingredienti come gli estratti di bacche di Ginepro e di Betulla, normalizzanti, e quelli di Angelica, Caprifoglio e Menta Acquatica, rinfrescanti e decongestionanti. Infine, la Crema Corpo/Mani nutre e ammorbidisce la pelle sfruttando le proprietà fitoterapiche dei preziosi estratti botanici di Parco 1923: c’è la Rosa Canina, ricca di Vitamina C antiossidante, c’è l’estratto di Tiglio, idratante, e ci sono gli estratti di Biancospino, Iperico e Angelica, lenitivi. Tutti i prodotti per la cura della persona sono disponibili anche nelle minisize da 40ml, che compongono un Travel Kit racchiuso in un raffinato astuccio in cuoio realizzato a mano da artigiani locali.

La confezione di Parco 1923 richiama il legame del brand con il territorio abruzzese: verde come le foglie degli alberi che ricoprono la regione, il packaging riporta il logo del marchio, su cui fa capolino il pacifico orso marsicano. I tappi della boccetta di profumo e della candela sono sorretti da un anello di Pietra Gentile, un elemento decorativo portante della cultura abruzzese. La Pietra Gentile è una roccia calcarea bianca facile da lavorare proveniente dall’omonimo monte Pietragentile e utilizzata per secoli nella costruzione degli edifici abruzzesi. Parco 1923 ne ha riscoperto le proprietà capillari, e per questo l’ha utilizzata nel pack dei suoi prodotti più profumati: la sua porosità, infatti, cattura e trattiene le fragranze.

Federica Miri

SOCIAL FB
I prodotti Parco 1923 possono essere acquistati presso Campomarzio70, o sul sito http://www.parco1923.com/ 
No Comments Yet

Comments are closed