Beauty Icon, Paola Batani

Paola Batani, la lady dell’ospitalità.

Paola Batani

L’Emilia Romagna potrebbe fare scuola di accoglienza a chiunque e in qualunque momento. È vero che la natura ha fornito a questa terra gli strumenti adeguati (il mare, le grandi spiagge di sabbia, le pinete), ma è altrettanto vero che la sua gente è stata capace di distinguersi affinando un senso dell’ospitalità che in Italia ha pochi rivali. Ricevere è un’arte e ne sa qualcosa Paola Batani, membro di una famiglia che ha un ruolo di primo piano nel panorama dell’accoglienza romagnola con ben 11 hotel dove il motto è “Benvenuti nel fascino italiano”.

E a Paola il fascino non manca di certo! È in prima linea come un vero Capitano d’Industria ma la sua posizione non le ha fatto perdere quello charme che ogni donna dovrebbe possedere. L’abbiamo incontrata, curiosi di sapere come tanta responsabilità si possa conciliare con il quotidiano e quanto una donna in carriera come lei riesca a conservare il tanto prezioso lato femminile.

Paola Batani appartiene a una famiglia di imprenditori dell’ospitalità. Qual è il suo ruolo nel Gruppo Batani?

P. Sin da bambini, io e i miei fratelli Cristina e Gianni, abbiamo condiviso con i nostri genitori la passione per l’accoglienza. In pratica, siamo cresciuti a pane e… ospitalità e abbiamo sempre affiancato il babbo Tonino e la mamma Luciana in ogni loro decisione. Siamo sempre vissuti a contatto con gli ospiti dei nostri alberghi ed abbiamo assorbito inevitabilmente quello che è lo stile inconfondibile e genuino dell’ospitalità Batani.  E’ stato quindi naturale continuare il lavoro iniziato già nei primi anni sessanta dalla nostra famiglia e che ha portato a quello che oggi è il nostro gruppo: Batani Select Hotels, 11 alberghi situati in Romagna (lungo la Riviera e in Appennino) tra cui lo splendido Grand Hotel Rimini e un magnifico 5 stelle nella città universitaria di Cluj Napoca in Romania. All’interno del gruppo, mio fratello Gianni si occupa di tutta la gestione amministrativa, mentre io e mia sorella Cristina seguiamo un po’ tutto, in modo particolare la promozione e lo sviluppo del marchio, mantenendo le relazioni con i principali partner commerciali e i media. Nostra madre Luciana è il punto di riferimento per tutto il sistema tariffario.

Le vostre radici sono romagnole, questo significa grande apertura e un’innata predisposizione all’ospitalità. La aiuta questo fattore di istintiva convivialità nel suo lavoro quotidiano?

P. Certamente. Il mio lavoro riflette il mio modo di essere e di sentire “romagnolo”; la predisposizione all’accoglienza è innata sia per me che per la mia famiglia. Il nostro modo di accogliere l’ospite è naturale e sincero. Ed è quel valore aggiunto che ricerco sempre in tutto il nostro staff che così trasmette i valori della “romagnolità”.

Professionalmente il suo impegno è dedicato esclusivamente all’azienda di famiglia o trova tempo anche per altre attività?

P. Al di fuori del gruppo, mi dedico ad attività di promozione della nostra bella regione. Infatti, al momento ho l’onore di presiedere il Consorzio Wellness Valley che promuove il benessere a 360 gradi nelle terre di Romagna, attraverso le sue eccellenze nel settore dell’ospitalità, del benessere, dell’enogastronomia, della cultura e dello sport…

E la vita privata? Riesce a ricavare degli spazi per se stessa?

P. La mia famiglia è la mia carica, quindi non posso fare a meno di dedicare spazi e tempi esclusivamente a loro. Mio marito lavora con me, quindi di tanto in tanto stacchiamo la spina e ci “nascondiamo” con le bambine da qualche parte…. Non cerchiamo necessariamente posti esotici. A volte alcuni giorni in Appennino all’Hotel Miramonti di Acquapartita, in riva al nostro lago circondato da boschi di castagni e abeti, con l’orto e tanti alberi da frutto… sono un vero toccasana. In questo habitat (dove il cellulare non prende!) con le bambine raccogliamo bacche, fragoline di bosco e funghi… Mio padre Tonino è nato in questa zona, a San Piero in Bagno, e ogni volta che vi ritorno vi ritrovo i ricordi, l’affetto e tutta l’energia che lo ha spinto a raggiungere grandi risultati. E di questo mi nutro per continuare con serenità e determinazione il suo lavoro, insieme alla mia famiglia.

E nel suo tempo libero cosa fa? Preferisce delle attività sedentarie o si considera una donna sportiva e attiva?

P. Il tempo libero praticamente non c’è, nel senso che ho sempre qualcosa da fare e ad ogni mio spostamento da un hotel all’altro cerco di far coincidere varie attività e appuntamenti professionali. Adoro fare lunghe passeggiate in riva al mare a passo sostenuto tutto l’anno e cerco di applicare nella mia quotidianità quello che è il nostro concetto di benessere globale: mangiare sano con cucina a base di prodotti naturali – il che comprende anche ogni tanto la tipica piadina o le tagliatelle esclusivamente fatte in casa! – fare movimento all’aria aperta, avere un atteggiamento positivo, dedicare cura al proprio corpo con qualche massaggio rilassante e… sorridere! La Romagna è una terra meravigliosa, fatta di tanti habitat diversi, il mare, la pineta, la collina, le spiagge, l’appennino, i paesaggi lacustri, i boschi, le saline… per cui tante sono le occasioni per stare bene in mezzo alla natura.

Quanto conta la bellezza secondo lei in un ruolo come il suo, come in quello di ogni donna in carriera?

P. Vedo la bellezza come cura di sé e come rispetto per gli altri che si traduce in modi affabili, privi di presunzione. Insomma, credo più alla “bellezza del cuore”, a ciò che si riesce a trasmettere con lo sguardo e con i gesti, oltre che con le parole, che non alla bellezza come canone estetico esteriore.  Detto questo, come donna non posso certo essere insensibile all’attrazione di cosmetici e trucchi ai quali ricorro volentieri.

Dedica particolari attenzioni alla cura del suo aspetto? È più un’accumulatrice di prodotti cosmetici, curiosa di provare le ultime novità o è fedele a pochi prodotti che conosce da tempo?

P. Alcune occasioni importanti richiedono di certo un’attenzione particolare ai capelli, al trucco, all’abbigliamento, ma in generale non dedico troppo tempo alla bellezza. L’idea di essere sempre “impeccabile” un po’ mi spaventa, poi la cosa richiede dedizione e tempo. Non sono un’accumulatrice di prodotti cosmetici, anzi sono affezionata in modo particolare ad un marchio che non mi ha mai delusa in tanti anni. Però mi piace farmi coccolare dal mio staff che a volte ne approfitta e mi usa come cavia per farmi provare i prodotti più disparati! Però, il momento bellezza davvero più entusiasmante di tutti è quello che passo con le mie figlie: rossetti, ombretti, blush e smalti, tutto passa in rassegna e tutto viene utilizzato. Effetto surrealista garantito, ma alla fine … quante risate!

Il make-up? Irrinunciabile in ogni occasione e ora del giorno o ci sono circostanze in cui Paola Batani esce “acqua e sapone”?

P. Trovo irrinunciabili i prodotti per la cura della pelle che mi permettono di mantenerla elastica e con un colorito sano. Poi, prima di uscire di casa, un velo di fondo tinta, il mascara e un po’ di lucida labbra mi permettono di sentirmi a posto tutto il giorno pur avendo un’aria acqua e sapone.

Qual è un prodotto al quale non potrebbe mai rinunciare?

P. La mia crema naturale per il corpo alla malva o all’aloe.

Paola Drera

No Comments Yet

Comments are closed