2017-728x90.jpg_anno

Aura, la nuova fragranza firmata Thierry Mugler

Aura Mugler, primitiva femminilità

La nuova fragranza firmata Thierry Mugler si chiama Aura, ed è un inno alla primordiale e istintiva femminilità 

Un profumo non è nulla senza il cuore di chi lo indossa”. È questa la convinzione che guida Thierry Mugler nella costruzione di ognuno dei suoi profumi: il fatto che i battiti del cuore “lo intensificano in base alle emozioni che si provano. Ne riattivano le diverse note, in modo unico e in ogni istante”. Il profumo quindi è in grado di fondere l’aura della donna che lo indossa con quella del profumo stesso, materializzandola. Ed è proprio lei, l’aura, a rappresentare il concetto chiave di Aura Mugler, la nuova fragranza firmata Thierry Mugler.

L’istinto, alle origini della femminilità

La donna Aura Mugler è consapevole del proprio cuore, di questa magia dentro di sé, che la connette al Tutto. Consapevolezza di vivere e gioia di essere viva tra gli esseri viventi: ecco ciò che la rende magnetica”, spiega Thierry Mugler. Appassionato della vita in tutte le sue forme, con la fragranza Aura Mugler Thierry vuole riscoprire la femminilità più sorprendente, primitiva, animale. Una femminilità che passa attraverso l’istinto, un valore naturalmente femminile che rappresenta la forza quasi sovrannaturale della donna. L’istinto è espressione di vita, è sapere innato, è connessione tra se stessa e la natura, è arte primaria, è capacità di trasformare il mondo trasformando se stesse. Ed è il valore chiave della nuova ma antica femminilità che Thierry Mugler vuole comunicare con Aura Mugler: una femminilità lontana da pregiudizi e dogmi, che caratterizza donne alla ricerca dell’unicità, dell’avventura, dei propri desideri, donne che seguono l’istinto per diventare eccezioni in un mondo d’eccezione.

La fragranza: un cuore vegetale e uno animale, uniti dall’istinto

E così, Aura Mugler si trasforma in un’esperienza di sé, attraverso una fragranza addictive che sa giocare con il ricordo, con l’attrazione, con l’opposizione, con l’emozione, dando vita a un’aura vera e propria. La colonna vertebrale della fragranza è il cuore pulsante dell’istinto, rappresentato dalla Liana Selvatica. Materia prima utilizzata nella medicina cinese per ripristinate l’equilibrio dell’organismo, la Liana Selvatica è ricca, aspra, affumicata, selvaggia, sensuale e deliziosa. Per trattenere la sua grazia e la sua potenza, i profumieri hanno accostato la liana ad altri due cuori. Il primo, vegetale, composto dalla freschezza fruttata, acidula e frizzante della Foglia di Rabarbaro e dalla vivacità luminosa del Fiore d’Arancio, ottenuta con un nuovo procedimento di co-distillazione. Il secondo, questa volta animale e felino, costruito attorno alla nota speziata ed esotica del baccello di Vaniglia Bourbon e a quella boisé e affumicata di Wolfwood, esclusiva Firmenich, la maison con cui Thierry Mugler ha collaborato per creare Aura Mugler.

Ognuno degli ingredienti della fragranza è stato ottenuto con metodi di approvvigionamento sostenibili, per contribuire alla salvaguardia di preziosi ecosistemi e alla creazione di prodotti eco-responsabili, che restituiscono al profumo autentico valore. Inoltre, come i suoi predecessori Angel e Alien, il flacone di Aura potrà essere ricaricato direttamente alla Source, presso i punti vendita Mugler.

La co-creazione, marchio di fabbrica di Mugler

La creazione di Aura Mugler, come ogni creazione firmata Thierry Mugler, passa attraverso l’amore per l’arte e per il savoir faire, un amore che passa necessariamente attraverso la co-creazione: solo così il processo creativo può svilupparsi al meglio. E così, Thierry Mugler ha dato al progetto l’impulso vitale e artistico, Sandrine Groslier è stata il direttore artistico e olfattivo, i parfumeurs Daphné Bugey, Amandine Clerc Marie, Christophe Raynaud e Marie Salamagne hanno esaltato gli ingredienti, e il Direttore Creativo Mugler Parfums Christophe de Lataillade insieme al Direttore Generale Mugler Moda Virginie Courtin-Clarins con i loro rispettivi team si sono dedicati alla creazione visiva e alla campagna.

Il film e il flacone

La campagna di Aura Mugler ha come protagonista Zhenya Katava, una giovane donna dai tratti multietnici e unici. Nel film girato dai londinesi Warren Du Preez e Nick Thornton Jones, Zhenya si aggira nella sua nudità felina e selvaggia in una giungla, l’habitat primordiale, resa magica e iper-tecnologica. Poi, timidamente, la sua aura si accende nei suoi occhi verde chiaro, lasciando affiorare un mondo d’istinto che si rispecchia nel ritmo palpitante della colonna sonora.

E, infine, Zhenya ci mostra il segreto della sua aura: il flacone di Aura Mugler, che si leva magicamente tra le sue mani. Disegnato da Thierry Mugler e forgiato da uno scultore, il flacone di Aura Mugler è un cuore in vetro color smeraldo, incastonato da una M di metallo. Essenziale, potente, geometrico, organico.

Non solo profumo: la linea corpo Aura

L’Aura di Thierry Mugler andrà ad avvolgere non solo il vostro quotidiano rituale del profumo, ma tutta la beauty routine mattutina. La fragranza di Aura Mugler è infatti declinata anche nel Lait de Douche, delicato e idratante, e nel Lait Corps, dalla texture sensoriale. Entrambi, con la loro semplice e primitiva gestualità, vi aiuteranno ad entrare in connessione con voi stesse e con la vostra femminilità misteriosa, vitale, potente.

Federica Miri

SOCIAL FB
http://it.mugler.com/universo-aura_mugler
#FollowYourIstinct #AURAMugler
No Comments Yet

Comments are closed