Kenzo, la fragranza che profuma di luce

Flower by Kenzo, il potere luminoso del papavero

Quando pensiamo alla primavera, la prima cosa che ci viene in mente è l’immagine dei fiori. Molti considereranno questa associazione di idee un cliché, ma per noi non c’è niente di più spontaneo e naturale che iniziare questa stagione parlando di fiori. Ma non i soliti fiori, si intende: i nostri sono, freschi, luminosi, liberi, energetici, e portano la firma di Kenzo.

Ming Xi, il volto di FLOWER BY KENZO

Sì, stiamo parlando di Flower by Kenzo, l’iconica fragranza che quest’anno si trasforma in eau lumiére e si propone di profumare di luce. La luce ha in comune con il papavero, il fiore simbolo di Flower by Kenzo, il fatto di non avere odore ma di saper evocare “una sensazione di bellezza e forza, un’emozione unica e un tocco di magia”, spiegano i parfumieurs che si sono occupati del rinnovo di questa fragranza, Alberto Morillas e Amandine Clerc-Marie.

Alberto Morillas ha firmato tutte le fragranze di Flower by Kenzo, e per la prima volta collaborerà con Armandine, una donna che crea profumi ispirandosi a colori, forme, immagini.

Flower by Kenzo eau lumiére: una fragranza che profuma di luce

Al centro della fragranza troviamo, come in tutte le versioni di Flower by Kenzo, la Rosa Bulgara. Si tratta di una qualità di rosa assolutamente unica e inconfondibile, dalle note nobili e femminili, che in questa nuova eau lumiére viene addolcita dal Gelsomino Sambac. La luminosità fresca della fragranza è invece merito del Bergamotto di Calabria, mentre i Muschi Bianchi vengono reinterpretati fino a diventare trasparenti, cristallini, soavi. L’essenza finale di Flower by Kenzo eau lumiére è sensuale, raffinata, delicata, radiosa.

A esaltare il legame con la luce ci pensa anche il flacone

la forma è sempre la stessa, quella che ci fa riconoscere Flower by Kenzo tra tutti i profumi, ma l’emblematico papavero diventa più grafico e si tinge di una nuova sfumatura di rosso, più tendente al corallo, sottolineato dal filo dorato che scende lungo lo stelo.

La libertà, l’anticonformismo, la sensualità di questa eau lumiére rendono Ming Xi il volto perfetto per interpretarla: decisa ma femminile, Ming Xi cammina verso di noi avvolta nel suo abito rosso che lascia dietro di sé un tappeto di papaveri, mentre sullo sfondo si staglia la luminosità di Brasilia.

Federica Miri

No Comments Yet

Comments are closed