L’Artisan Parfumeur. Collezione Colonie

L’Artisan Parfumeur ha creato due nuove Eau de Cologne ispirate a due passeggiate tra i campi. Seguiteci in questo cammino tra fiori bianchi e bacche ancestrali

C’è qualcosa che è riuscita a essere sempre fonte di ispirazione per pittori, poeti, architetti, musicisti, designer, profumieri, artisti in generale: è la natura. In particolare, i profumieri possono davvero dare il meglio di loro di fronte alla meraviglia della natura: possono cercare gli ingredienti più rari e profumati, osservare fiore e piante, rielaborare le loro emozioni in una composizione olfattiva in grado di far provare quelle stesse emozioni anche a chi la indossa. È più o meno questo l’obiettivo delle Colonie L’Artisan Parfumeur: reinterpretare la natura e le sue materie prime per creare fragranze fresche e uniche. Questa volta, L’Artisan Parfumeur ha scelto due profumieri francesi, e ha chiesto loro di imbottigliare una passeggiata in un campo. Oggi, noi di beautytudine.com vi raccontiamo il risultato.

La luminosità di un campo di fiori bianchi in primavera

Anne Flipo, la prima profumiera scelta da L’Artisan Parfumeur, ha passeggiato in un campo di fiori. Era aprile: la primavera stava iniziando a farsi notare, lasciando che i primi germogli si schiudessero all’alba, sfiorati da una brezza ancora fresca. Bianco, fresco, luminoso, il bouquet di Champ de Fleurs di L’Artisan Parfumeur racconta questo momento aprendo proprio con l’aria fresca della primavera, fatta di Pera succosa e luminosa e di Pompelmo amaro. Questo accordo fruttato si fonde con un cuore di petali bianchi di Gelsomino e Giglio, rinfrescati dalla rugiada, e di Cedro Bianco. Infine, Muschio e Ambra avvolgono dolcemente la composizione, rivelando la freschezza, la trasparenza, il senso di nascita e ottimismo che l’alba in un campo di fiori ha saputo trasmettere ad Anne Flipo.

 

La freschezza di un campo di bacche all’alba

Evelyne Boulanger ha passeggiato invece in un campo di bacche. Questa volta è estate, ed è mattino presto: all’alba, la temperatura è ancora abbastanza mite da permetterci di passeggiare in campagna. Qui, a dominare, sono gli alberi di more, che con i loro rovi proteggono i succosi frutti blu scuro, ancora umidi di rugiada. Champ de Baies di L’Artisan Parfumeur racconta questa passeggiata tra i primi frutti che l’uomo assaggiò quando comparve sulla terra. La composizione apre con la freschezza fruttata di Sorbetto, Pera Giapponese, Rabarbaro Rosa e Corteccia di Bergamotto, che fanno da testa a un cuore in cui esplodono le Bacche, avvolte da un cespuglio di Gelsomino. Infine, Ambra, Muschio Bianco, Cedro e Patchouli chiudono la composizione con la morbidezza dei raggi del sole estivo che illuminano il campo di bacche.

 

Federica Miri

SOCIAL FB
Distribuzione Italia: Olfattorio s.r.l
Social FB
No Comments Yet

Comments are closed