Gabriella Chieffo ha trasformato l’arte in fragranze

Le fragranze di Gabriella Chieffo raccontano l’assoluto concetto di femminilità

Gabriella Chieffo è una donna legata al mondo dell’arte nei suoi più diversi ambiti, forse a causa dell’energia che esso sprigiona e che le permette di esprimere il suo animo irrequieto, eclettico, in controtendenza.

Gabriella Chieffo ha trasformato l’arte in fragranze tanto semplici nelle materie prime, spesso primordiali, quanto uniche e irripetibili nei risultati finali, che vanno a creare diverse trame di un unico, grande viaggio.

Nel 2014 Gabriella Chieffo lanciò la sua prima collezione, dedicata alla sua personale e nostalgica ricerca del tempo perduto.

Nascono così le narrazioni di quattro fragranze: Lye, che racconta la spensieratezza dell’infanzia con l’odore di pulito della cenere; Camaheu, con i ricordi dell’università, tra la voglia di leggerezza e il desiderio di equilibrio, simili ai sentimenti veicolati dall’iris: impalpabile, vivo, fascinoso come i vent’anni, a contrasto con la durezza del mondo; Ragù, il simbolo della cucina partenopea e della pazienza femminile che essa richiede, ricreato con le insolite note culinarie di pepe nero, noce moscata, chiodi di garofano, elemi, cardamomo, zafferano; Hystera, che si ispira ai momenti di contraddizione, come quelli che si affrontano quando si rimane incinte a 17 anni e bisogna scegliere tra dolore e rinascita.

Il viaggio nella vita, nella mente, nel cuore di Gabriella Chieffo prosegue nel 2015, quando Acquasala e Variazione di Ragù vanno alla ricerca del suo io profondo.

Acquasala porta il nome di un piatto povero della tradizione, uno in cui agli alimenti di riciclo viene donata una nuova vita: così la donna che indossa questa fragranza lascia indietro la sicurezza della terra ferma e si tuffa nell’ignoto purificatore del mare, sentendosi una parte tanto piccola quanto fondamentale del tutto.

Variazione di Ragù è il sugo di pomodoro di Corbara di Nonna Angela, lontano dal tradizionale e impegnativo Ragù ma diversamente personale: è una formula che media passato e futuro, è ciò che resta di un’esperienza sensoriale subito dopo la fine di questa, è la più bella dedica a “un amore più consapevole e meditato, la cui passione è mitigata dall’esperienza e dalla vita. Più comprensivo perché meno viscerale. L’amore esclusivo e non ripetibile, assoluto ma gentile, di una donna, di mia nonna”.

Infine, la collezione 2016, in cui le fragranze artistiche raccontano l’assoluto concetto di femminilità, di Donna: una donna coraggiosa, audace, pronta a sfidare l’ignoto, l’amore e se stessa, di cui si fa destino. Un tipo di donna che dal rogo fisico di un tempo è passata al rogo del pregiudizio del presente, ma che da sempre ha la forza di sfidare l’ipocrisia del mondo con un urlo. È l’urlo veicolato da Maisìa, la formula che viene usata per scongiurare il male di cui quella donna, sensuale e volitiva, viene accusata; ma lei, consapevole di essere innocente, muore riscattando i suoi principi, sotto lo sguardo impotente dell’uomo che ama. Taersìa è invece il racconto dell’incontro tra due sconosciuti, inebriati dalla follia del desiderio e aggrappati all’illusione del futuro: è una tempesta di sensi, di anime, di corpi, un istante sospeso in cui ci si immerge pur sapendo che farlo non è la scelta più sicura.

Maisìa e Teresìa esprimono ancora una volta il legame di Gabriella Chieffo con l’arte, con le loro presentazioni visive: il profilo di donna creato con la tecnica di light&shadow attraverso le lettere dell’alfabeto per Maisìa, l’albero che lega gli eterni dualismi per Taersìa.

Linee essenziali, design pulito, packaging rigoroso e un’esplosione di humour per una linea body che non mancherà di conquistarvi

E poi, per completare l’abbraccio simbolico di Gabriella Chieffo per se stessa e per le donne, c’è la linea bodycare: perché “un gesto di cura per se stessi, perché sentirsi bene a casa significa sentirsi bene nella propria pelle”.

Per stare bene con se stesse bisogna esprimersi, e non c’è migliore maniera per farlo che attraverso una fragranza di Gabriella Chieffo, che si lega alla nostra pelle, cambia con essa, ci racconta e ci fa conoscere meglio sia noi stesse che chi ci circonda.

Federica Miri

In vendita nelle migliori profumerie in Italia, in Europa e sul sito web www.gabriellachieffo.com
No Comments Yet

Comments are closed