LIVE_728x90

Taersìa a Pitti Fragranze

In anteprima a Pitti Fragranze, Taersìa, la tempesta olfattiva firmata Gabriella Chieffo.

Le creazioni olfattive della Maison Gabriella Chieffo sono rigorosamente Made in Italy. La qualità, l’esclusività, l’estrema cura dedicata a tali creazioni di Gabriella Chieffo ha portato il brand a raggiungere in meno due anni traguardi significativi in Italia e all’estero.

Gabriella Chieffo è presente al salone evento Pitti Fragranze – dal 9 all’11 settembre – per far conoscere, Taersìa, la nuova fragranza della Collezione 2016 inaugurata a marzo con Maisìa con l’obiettivo di celebrare la Donna in maniera olistica e assoluta. Una Donna in grado di indossare la sua personalità con le sue luci e le sue ombre, andando contro le pressioni che la spingono verso ruoli e stereotipi predefiniti, che andrebbero a soffocare questo suo carattere sfaccettato. Una Donna che con le sue ombre racconta storie di dolore che la lacerano senza mai spezzarla e che lei vuole indossare, coraggiosamente, perché senza quelle ombre non sarebbe quella che è.

Gabriella Chieffo Taersia

Taersìa – in salentino, tempesta – vuole raccontare un istante in cui tutto può accadere. Un istante sospeso, in cui la Donna deve compiere una scelta, e sa già che andrà verso la via più pericolosa: “Il destino ti dà una sola possibilità e la condensa in un unico eccezionale istante, troppo breve per chiunque. Per noi no”, si dice. E così due anime sconosciute e incoscienti si incontrano, ed è subito tempesta: tempesta di sensi, di anime, di corpi, di quelle che vorresti durassero per sempre ma che poi preghi finiscano subito.

Taersia Gabriella ChieffoTaersìa esprime tutto questo, trasportando la Donna in una tempesta sensoriale che si apre con la freschezza marina del bergamotto e con la vitalità dello zenzero; ma poi, ecco arrivare tutta la voluttuosità, tutto l’erotismo della tuberosa, smorzata da calde e sofisticate note di caffè, incenso e mirra che la rendono ancora più conturbante; infine, i legni avvolgono la fragranza e portano la nostra Donna verso l’elegante e seducente ambra bianca, che chiude l’ipnotico bouquet.

L’energia carnale di Taersìa si lega, come di consueto nel mondo di Gabriella Chieffo, all’arte, vista come strumento espressivo privilegiato. Per questo la presentazione della fragranza è rappresentata con l’installazione artistica Filo Diretto, che mediante la simbolica figura dell’albero rappresenterà l’eterna dialettica tra il razionale e l’irrazionale, tra conscio e inconscio, tra anima e corpo: l’albero è legato alla terra, ma a dispetto di tutto e tutti tende verso il cielo, anelando a cambiamenti e innovazioni coraggiosi e stravolgenti. Filo Diretto è dunque un ponte simbolico che congiunge i due mondi solo apparentemente distanti della carne dell’anima, facendosi percorso verso la crescita. L’arte tanto amata da Gabriella Chieffo riesce a superare l’eterno dualismo tra significato ed estetica, profondità e design, forma e materia, significato e significante, e si collega con naturalezza al profumo a cui è ispirata, creando un legame tra vista e olfatto, tra arte e profumo che la Donna celebrata da Taersìa non riuscirà a dimenticare.

Federica Miri

SOCIAL FB
No Comments Yet

Comments are closed