“Ahlan wa Sahlan” Benvenuti in Oman

Andiamo alla scoperta del Sultanato dell’Oman

L’Oman è il terzo Paese più grande della penisola arabica dopo l’Arabia Saudita e lo Yemen; differisce dagli altri paesi del Golfo non solo nelle dimensioni, ma anche per la sua apertura verso l’Oceano Indiano.

Oman. Una terra ricca di fascino, di paesaggi incontaminati e di autentica ospitalità

La grande ricchezza del sottosuolo ha fatto sì che questa terra sia diventata un qualcosa di incantevole che merita una menzione particolare. Sontuose dune che scivolano in mare, natura incontaminata, oasi nel deserto, cultura, tradizioni, villaggi storici e città moderne; siti storici dichiarati patrimonio dell’umanità dall’Unesco, natura verdeggiante che fa da contrasto con il rovente deserto e la freschezza del mare. Terra tanto bella non solo ai giorni nostri, ma anche in passato, tanto da meritare una citazione da Marco Polo nel “Milione”.

Scopriamo insieme questo luogo che affascina e che ci ha affascinato.

309.500 kmq: 80% del territorio è occupato da deserto e formazioni rocciose, il 17% da montagne e il restante 3 % da fertili pianure.

L’Oman si presenta come un posto molto accogliente per i viaggiatori, oltre che molto sicuro. Per qualsiasi informazione ci si può rivolgere all’ambasciata italiana in loco o qui nel nostro paese, oppure documentarsi sul portale turistico che è stato implementato negli ultimi anni ove è possibile reperire qualsiasi genere di informazione, anche relativa a visti.

Grazie alla sua posizione all’imboccatura del Golfo d’Arabia, il Sultanato dell’Oman controlla, assieme all’Iran, l’accesso alla regione petrolifera più ricca del mondo: il 60% del consumo petrolifero mondiale transita dal suo stretto di Hormuz 

Ma cominciamo a raccontarvi questa territorio a nostro modo. Partendo da ciò che esso offre per la bellezza; la boswellia, arbusto la cui resina da nome all’incenso, cresce principalmente nei wadi del Dhofar, nel sud del paese. A Salalah, non perdete la visita del suk dell’incenso apprezzato per questa gomma giallastra. Tonificante e ricostituente, questo incenso previene le infezioni delle vie respiratorie, ha un effetto antinfiammatorio e antidolorifico. Da non trascurare la cucina ottima e gustosa, che si farà apprezzare per i suoi ricchi e tipici sapori. Vi consigliamo di assaggiare le diverse varietà di dattero che è una delle principali produzioni alimentari del luogo.

In segno di benvenuto nelle case si offre una piccola tazza di caffè profumato all’acqua di rosa e al cardamomo e datteri freschi a volontà

Al Qurm. Sultanato dell’Oman

Caratteristici della regione, sono i tipici villaggi dei Beduini (i beduini sono gli abitanti originari del luogo) disseminati lungo tutto il territorio (deserto, costa e montagna). Da segnalare gli accampamenti delle dune del deserto del Wahiba Sands, situati a circa tre ore dalla capitale Mascate e dalla spiaggia di Ras al Jinz. Non meno importanti sono i piccoli villaggi disseminati in tutto il sultanato, i quali hanno tanto di usi e costumi tipici da offrire come l’accoglienza; in segno di benvenuto nelle case si offre una piccola tazza di caffè profumato all’acqua di rosa e al cardamomo e datteri freschi a volontà.

Più di 1.000 forti, castelli e torri sono stati costruiti nel corso dei secoli in tutto il Sultanato, almeno 500 sono ancora agibili o ristrutturati

Beautytudine è attenta anche al viaggiatore a cui piace esplorare e vi suggerisce una visita ai numerosi forti testimonianza di luoghi del passato che hanno visto la storia di questo luogo e che, recentemente sono stati oggetto di ristrutturazione per renderli fruibili ai visitatori. Tra gli oltre venti forti presenti, vi segnaliamo: i forti di Jalali e Mirani a Mascate, quelli di Nizwa, di Bahla, il castello di Jabrin, vicino a Nizwa, e anche i forti di Nakhl e di Al-Roustaq. ll forte di Bahla dichiarato patrimonio dell’Unesco nel 1987.

Altri importanti siti da visitare nel paese sono le splendide grotte. Sì, avete capito bene, grotte. Tra queste vi è anche la più grande del mondo: la Majlis-al-Jhinn, talmente grande che potrebbe contenere fino a otto Boeing. Ma non è tutto: la grotta di Al Hotta, situata ai piedi del Jabal Shams (il picco del sole), è lunga cinque km ed è attraversata da un fiume dalle acque chiare e cristalline. Stalattiti, stalagmiti, rocce e cristalli carsici disegnano e danno vita alle pareti della grotta e, l’acqua rende possibile la vita ad alcuni particolari insetti e vegetazione.

Hadjar orientale. Sultanato dell’Oman

Per gli amanti dello sport, non mancano certo le possibilità: golf, kitesurf, diving, trekking, pesca d’altura, kayak e molto altro ancora vi aspetta in questo magnifico paese.

Infine beautytudine vi suggerisce la visita alla capitale Mascate (Muscat), che con i suoi tre kmq è fra le capitali più piccole del mondo. Si estende lungo la costa con inusuale bellezza e ricchezza e rappresenta un’oasi di lusso incastonata nel golfo, pronta ad accogliere turisti, sopratutto quelli a cinque stelle, con il suo fiorente ventaglio di resort. Segnaliamo qui, i musei del vecchio centro di Mascate e il suk di Muttrah . Punto forte di una visita a Mascate è la Royal Opera House.

Non mancano inoltre i numerosi eventi di intrattenimento e tradizionali tra i quali vi segnaliamo: tra gennaio e febbraio il Mascate Festival, dedicato a canto, danza e artigianato dei paesi arabi; il Tour of Oman, giro in bicicletta del Sultanato che ha luogo a febbraio; Salalah Tourism Festival (Salalah, la capitale del Dhofar, in estate diventa teatro all’aperto per concerti, spettacoli folcloristici ed attività: inizia a metà luglio e si conclude a fine agosto); ma tenete aggiornato il vostro calendario dando un occhio al sito ufficiale dell’ente del turismo. http://www.omantourism.gov.om 

Il periodo migliore per visitare l’Oman va da ottobre a fine aprile, quando le temperature si attestano intorno a un intervallo che va dai 25° e i 30°C; può quindi essere anche un viaggio per svernare in luoghi caldi, rilassarsi e fare tanto altro ancora. Volo a/r da Milano Malpensa e arrivo a Mascate (uno dei principali aeroporti) tramite la compagnia di bandiera OMAN AIR si aggira attorno ai 560 euro (economy), ma le offerte non mancano e potreste anche avere la fortuna di risparmiare parecchio sui voli.

Quindi cosa aspettate, noi di beautytudine un pensierino l’abbiamo fatto, ora tocca a voi!

Luca Ferri

SOCIAL FB
No Comments Yet

Comments are closed