2017-728x90.jpg_anno

Alsazia. Musei, festival & patrimoni Unesco

L’Alsazia una tra le regioni più belle delle Francia

In un incontro tra il mondo germanico e quello latino, l’Alsazia presenta per il turista un mosaico di colline, di montagne, di pianure; costellate di castelli, di vigneti e di villaggi tipici, come Riquewihr o Hunspach. Il Parco naturale regionale dei Ballons des Vosges si presta a infinite passeggiate, come anche il Parco naturale regionale dei Vosges del Nord

L’Alsazia fa parte di quelle regioni di carattere, classificate fra le più belle di Francia, che hanno saputo preservare un’identità fondata sull’arte di vivere e sulla loro storia.

A Strasburgo, ad esempio, all’ombra della celebre Cattedrale Notre-Dame, gli innamorati vanno a passeggio nel quartiere della Petite France mentre, gli amanti della cultura, vanno alla scoperta di musei , fra cui il Museo di Belle Arti. Anche Colmar promette un soggiorno ricco di sorprese, dal bel Museo d’Unterlinden al fascino pittoresco della Petite Venise, simboleggiato per esempio dalla Maison Pfister

Mulhouse offre scoperte emozionanti di cui: il Museo Nazionale dell’Automobile, la Città del Treno e il Parco Zoologico e Botanico. Dal Museo Vauban al Memoriale dell’Alsazia-Mosella, dal Castello dell’ Haut-Koenigsbourg al Castello dell’ Hohlandsbourg, passando per il Monastero del Mont Sainte-Odile.

Ma non è tutto, il savoir-faire gastronomico e le tradizioni artigianali dell’Alsazia sono protagoniste di numerose fiere quali: Fiera dei vini d’AlsaziaFiera di Mulhouse e la Fiera europea di Strasburgo.

Siete appassionati d’arte e di cultura? Il Festival Internazionale di ColmarLéz’arts scéniques o Pisteurs d’étoiles vi emozioneranno. L’Alsazia è perfetta anche per essere scoperta con tutta la famiglia: il Parco Bioscope, la Volerie des Aigles, dove volano le aquile, o la Montagna delle Scimmie appassionano infatti grandi e piccini.

Gastronomia, vini, città e villaggi di charme, senso dell’accoglienza : l’Alsazia è tutto questo 

Ecco si seguito 3 spot da non perdere in Alsazia

I 30 anni del festival internazionale di Colmar

Colmar, La Petite Venise

La fama del Festival Internazionale di Colmar ne fa il ritrovo estivo per tutti gli appassionati. Il Festival, la cui direzione artistica è affidata al famoso direttore d’orchestra Vladimir Spivakov, viene regolarmente inserito fra i 10 migliori festival del mondo dal New-York Times.

Il Festival presenta ogni anno una programmazione gioia degli amanti della musica classica. Ogni anno, il tema portante è l’omaggio a un grande musicista, permettendo di affrontare tutti i repertori e riscoprire grandi classici. Correte a scoprire quale sarà il tema di questa trentesima edizione.

La biblioteca umanista di Selestat – patrimonio mondiale dell’UNESCO

A metà strada tra i grandi centri intellettuali dell’Italia e dei Paesi Bassi, Selestat gioca un ruolo chiave. La sua scuola latina, è stata una delle più rinomate del Sacro Romano Impero Germanico e ha formato nel corso di un secolo centinaia di allievi. Testimonianza unica e inimitabile di questa storia, è la biblioteca della scuola latina e quella del saggio. Beatus Rhenanus, inserita dal 2011 nel Patrimonio UNESCO. La biblioteca è oggetto di ristrutturazione e sarà riaperta in giugno. L’opera di ristrutturazione è stata affidata all’architetto Rudy Ricciotti. L’ampliamento e la ristrutturazione sono volti a cercare il corretto equilibrio fra storia e modernità..

La nuova museografia creata dall’Atelier A Kiko et Mosquito sarà poi un viaggio impressionante nel cuore dei libri del pensiero umanista. Appuntamento a giugno 2018 per l’inaugurazione.

Viaggio al museo Lalique. L’arte del vetro in Alsazia

Lavorerei instancabilmente (…) con la volontà di realizzare qualcosa di nuovo e creare qualcosa che non sia mai stato visto prima“. René Lalique

L’arte delicata di René Lalique si racconta a Wingen-sur-Moder, in un museo in cui la museografia assomiglia a colui che l’ha ispirata inventandosi dal 1921. In questo scrigno di verde nei Vosgi del Nord, il Museo Lalique, non lontano dal sito di produzione Lalique, è un gioiello dedicato alla famosa marca di gioielli e oggetti decorativi. È un posto tutto da scoprire, che racconta la delicata arte di René tra oggetti preziosi, disegni e tanto altro.

Che dire, l’Alsazia vi aspetta. Buon Viaggio.

Luca Ferri

Maggiori Info:
https://www.tourisme-alsace.com/
www.tourisme-mulhouse.com/
www.alsace.com/
www.festival-colmar.com
www.bibliotheque-humaniste.fr
www.musee-lalique.com/
http://atout-france.fr/
No Comments Yet

Comments are closed