LIVE4_728x90

Un soggiorno all’Hotel Barrière Le Majestic

A Cannes in Costa Azzurra la famiglia Barrière, inventa il turismo moderno

La storia che vogliamo raccontarvi inizia nel 1912, quando François André, già imprenditore di Casinò, ha un intuizione geniale: aprire un Casinò a Deauville. La città francese crescerà, acquisirà clienti famosi – una su tutte, Coco Chanel – e diventerà il primo esempio di località di villeggiatura di lusso, dove giocare, fare sport, rilassarsi, festeggiare. François continuerà a curare i suoi affari acquisendo sempre nuovi casinò, fino a fondare la Société Fermière du Casino Municipal de Cannes (SFCMC).

Nel 1951, il nipote di Farnçois André entra a far parte di questa azienda di famiglia, diventando l’erede dello zio: parliamo di Lucien Barrière. Lucien si dedica subito alla rinnovamento delle sue strutture e all’acquisizione di nuove, sotto il segno del giusto equilibrio tra storia, tradizione, innovazione, visione. Alla morte di Lucien, tocca alla figlia Diane e a suo marito Dominique Desseigne guidare il gruppo, cercando di esaudire e addirittura anticipare i desideri dei clienti riguardo agli Hotel, ai Casino, ai ristoranti.

Tra le proprietà del Gruppo Barrière, troviamo due Hotel incredibili situati nel cuore di Cannes, una delle destinazioni di lusso più ricercate d’Europa: sono l’Hotel Barrière Le Majestic e l’Hotel Barrière Le Gray d’Albion Cannes, accomunati dall’incontro tra la modernità e la tradizionale art de vivre francese. I due Hotel, situati l’uno accanto all’altro, insieme formano un vero e proprio resort: tra le infrastrutture condivise dai due tempi del lusso, troviamo la Spa Diane Barrière, la piscina esterna riscaldata, il ristorante Fouquet’s Cannes e la Petite Maison de Nicole, la sala cinema Diane, a cui si aggiungono i Casinò del gruppo Le Croisette Cannes e Les Princes Cannes.

Lusso e prestigio, l’eccellenza sulla Croisette

Il cinque stelle Le Majestic: ove lusso e arte sono le uniche costanti dell’Hotel in perpetuo cambiamento, sin dalla sua creazione nel 1926. Costruito dal britannico Henri Ruhl nel cuore della Belle Époque e acquisito ben presto dalla famiglia Barrière, Le Majestic fu caratterizzato fin dall’inizio dalla sontuosità, curata durante i numerosi progetti di ampliamento e ristrutturazione durati fino al 2015.

L’Hotel Barrière Le Majestic ci tiene all’ambiente, e si dedica alla gestione ragionata di acqua, energia e rifiuti e alla continua lotta agli sprechi. E poi, il servizio è incantevole: le cinque stelle tengono conto delle piccole attenzioni dedicate ai clienti, come il menù cuscini, la preparazione dei bagagli, la cura delle calzature, i servizi offerti agli animali domestici, le coccole che rendono i bambini dei Piccoli Vip.

Ovviamente, non mancano spazi speciali in cui a trionfare è il lusso. Nel settimo e ultimo piano, ad esempio, è ospitato l’esclusivo appartamento Penthouse Majestic, con il suo arredamento caldo e luminoso curato da Pascal Desprez, il suo terrazzo privato con piscina e con una vista incredibile sul mediterraneo, il suo impianto cinema, la sua doccia experience, il suo firmamento stellato.

Nel piano inferiore, il sesto, troviamo invece la meravigliosa Christian Dior Penthouse: l’Hotel Le Majestic è quartier generale di Dior durante il Festival, e ha dedicato un eccellente appartamento al padre fondatore della maison di haute couture. Nathalie Ryan ha interpretato questa collaborazione con tocchi di rosso e plissé e con mobili ispirati a quelli di Dior, mentre i butler Gilles Carletto e Michel Martin si dedicano completamente agli ospiti dell’appartamento.

Poi c’è la Suite Mélodie, l’ultima arrivata nel Majestic: ispirata al film Mélodie en Sous-Sol (in Italia, Colpo Grosso al Casinò), la suite celebra il rapporto tra il palace e il cinema. Un altro ambiente esclusivo è la Rotonda Louise Pommery, uno spazio dove degustare champagne ricordando Madame Pommery, creatrice del primo Brut Nature nel 1874.

Direttamente sul Mare

Le Majestic ha anche la sua spiaggia privata, La Plage Majestic Barrière Cannes. Curata dall’architetto Jean-Philippe Nuel, la spiaggia è fatta per rilassarsi, per provare sport nuovi come lo sci nautico o il paracadute ascensoriale e per gustare i piatti mediterranei di Chef Gandon o quelli orientali di Chef Yo presso lo stesso ristorante. Inoltre è stato inaugurato anche il BFire by Mauro Colagreco: frutto delle origini italo-argentine dello chef, il ristorante propone prodotti locali di stagione e cotture alla brace perfetti per chi è alla ricerca di un’atmosfera conviviale.

Di sera, poi, la spiaggia ospita le serate di Folie Douce, dove la gastronomia incontra il cabaret e il clubbing, mentre nello spazio eventi è possibile organizzare, serate, concerti, meeting di lavoro. Sì, da Le Majestic si può lavorare anche in riva al mare, anche se non mancano le sale riunioni con attrezzature high-tech e ambienti accoglienti. Per le famiglie, invece, l’Hotel propone servizi esclusivi dedicati ai bambini: lo Studio by Petit VIP dedicato a loro è un ambiente sicuro ed eco-responsabile in cui i bambini potranno dedicarsi alle arti, alla natura, alle lingue, apprendendo in modo divertente e creativo.

Una sala di proiezione privata

 

Il Cinema, la settima arte, è da sempre legato a Le Majestic: ogni anno, a maggio, il palace accoglie partecipanti, stampa, designer e star di fama internazionale. A Le Majestic tutti ricordano la buffa storia di Paul Newman, che arrivò all’ultimo momento davanti all’Hotel pieno e Lucien Barrière gli cedette il suo appartamento privato; Newman però non è l’unica celebrità che Le Majestic ricorda con affetto: Béatrice Dalle ad esempio volle salutare le sue governanti una per una, mentre Hélène de Fougerolles, a poche ora dalla famosa salita della gradinata del palazzo dei Festival, leggeva tranquillamente al sole nei giardini dell’Hotel.

Morgan Freeman e Chris Tucker invece hanno scelto di gustare insieme il foi gras al lardo, e Sting si è fatto dare la ricetta di ogni piatto che ha assaggiato. Ma il preferito dai ristoranti del palace rimane Jef Goldblum, che dopo il fitness mattutino ordina sempre una colazione immensa. Il grande afflusso di ospiti celebri nel famoso mese di maggio ha fatto sì che Le Majestic acquisisse una collezione fotografica incredibile, in grado di ripercorrere sessant’anni di Festival. E, durante il resto dell’anno, è possibile guardare quelle stesse star nella cinemateca privata Diane. Ma Le Majestic non si dedica solo al cinema: non mancano serate dedicate alla moda, le sfilate, le degustazioni gastronomiche e le esposizioni d’arte.

Relax su misura nella Spa Diane

Nell’Hotel Le Majestic non poteva mancare una Spa, oasi di benessere e relax. La Spa Diane Barrière prende il nome di una delle storiche proprietarie del gruppo, ed è stata aperta nel 2012 per offrire ai clienti un esperienza ancora più…Majestic. L’esperienza nella Spa inizia con la valutazione cosmetica delle professioniste che metteranno a punto un programma personalizzato per ogni ospite.

Poi, ci sono l’inizializzazione e i trattamenti veri e propri, pensati appositamente per Le Majestic e in grado di unire tecnologia e sensorialità, efficacia e piacere. Da quest’anno, la Spa Diane Barrière ha avviato una partnership esclusiva con il laboratorio cosmetico Biologique Recherche, fondato quarant’anni fa con l’idea filosofia che ogni pelle è unica e, per questo, necessita di essere trattata diversamente.

Le filosofie di benessere di Barrière e di Biologique Recherche sono così simili da aver dato vita a due trattamenti esclusivi progettati appositamente per la Spa dell’Hotel, Soirée de Gala e La Palme de Diane. Ma non finisce qui: Spa Diane Barrière collabora anche con Ligne St Barth, un laboratorio cosmetico con trent’anni di esperienza che si incastra perfettamente all’interno nell’idea di bellezza naturale perpetuata nella Spa: tutti i suoi prodotti sono infatti sensoriali, efficaci, a base di fiori e frutti.

Il cibo del Sud: i ristoranti Barrière

Abbiamo già accennato qualcosa sul food nei ristoranti Barrière. Accanto alla leggerezza elegante del Gray d’Albion – che da poco è possibile vivere anche nel nuovo ristorante in terrazza, La Terrasse du Gray – si pongono i ristoranti di Le Majestic, con i loro piatti stellati che uniscono tradizione e gourmandise.

 

Fouquet’s Cannes ad esempio è una brasserie che celebra la storia della leggendaria Fouquet’s parigina, aperta nel 1899 e oggi proprietà Barrière: nella Fouquet’s di Cannes lo chef pluristellato Gagnaire propone i classici piatti mediterranei reinterpretati in chiave creativa, mentre sui muri compaiono le fotografie dei celebri frequentatori della sede parigina, come Marlene Dietrich, Michelle Morgan, Jean Gabin.

 

La Petite Maison de Nicole invece rappresenta in Costa Azzurra la celebre Petite Maison di Nizza, gestita da Nicole Rubi: qui è possibile assaporare la vera cucina del Sud, con prodotti freschi, semplici, raffinati mentre si osservano le colorate opere pop dell’artista olandese Hayo Sol.

Visitate le isole di Lerins

Lontano dai riflettori ma facilmente raggiungibile in mezz’ora dalla spiaggia del Barrière, è l’arcipelago di Lérins formato dall’isola Sainte-Marguerite e quella di Saint Honorat oltre alle disabitate Ilot Saint- Ferrèol e Ilot de la Tradelière. Saint Honorat è abitata da frati cistercensi che si impegnano con passione nella coltivazione della vite. Le vigne sono coltivate sin dal Medio Evo e i monaci producono vini bianchi e rossi molto pregiati.

https://www.abbayedelerins.com/site/index.php/fr/

Federica Miri


Hôtel Barrière Le Majestic Cannes

10, La Croisette - BP 163 - 06407 Cannes France

Tel: +33 (0)4 92 98 77 00 - Fax: +33 (0)4 93 38 97 90

Hôtel Barrière Le Gray d’Albion Cannes

38, rue des Serbes - BP 80295 - 06 406 Cannes France

Tel: +33 (0)4 92 99 79 79 - Fax: +33 (0)4 93 99 26 10

https://www.hotelsbarriere.com/fr/hotels.html
http://it.france.fr/
No Comments Yet

Comments are closed