LIVE4_728x90

Francia. Un giro per Regioni

Il 2017 è un anno importante per la destinazione Francia

I giardini – tema forte del 2017 dalla Valle della Loira alla Costa Azzurra – le coste, le isole, le città; per non parlare dei borghi e delle montagne. Dopo di che, ogni località ha il suo plus e suoi grandi appuntamenti.

Una proposta per la scoperta della Francia è quella di SNFC. Si avvicinano i ponti e le fantasie dei viaggiatori curiosi e appassionati di nuove esperienze si fanno sentire. Per chi è alla ricerca di un’opportunità non troppo dispendiosa in termini di tempo e denaro, la Francia è un’occasione da non perdere vista la vicinanza con l’Italia.

Sfrecciando ad alta velocità, i treni TGV permettono rapidi collegamenti per le città d’Oltralpe, in special modo con Parigi. Maggiori info sulla promozione: voyages-sncf.com.

Il sito non solo ti permette di prenotare il biglietto del viaggio in TGV, ma anche di scoprire tutte le destinazioni più interessanti della Francia e di iscriverti al Calendario Prezzi per visualizzare tutte le promozioni e le offerte vantaggiose per viaggiare in Francia.

Tra le proposte di viaggio più interessanti sul territorio francese, oggi faremo un panoramico giro per regioni: il Luberon, Mulhouse, Chambéry e la magnifica regione della Loira.

Luberon Coeur de Provence

Il Luberon, è davvero il Cuore della Provenza : un territorio a ridosso dei massicci del Luberon e dei Monti Vaucluse. Due dei più bei villaggi di Francia (Gordes e Lourmarin), una moltitudine di villaggi arroccati e immersi in un paesaggio di vigneti, querce e di ulivi.

Situata a un’ora dall’aeroporto di Marsiglia e 45min dalle stazioni TGV di Avignone e Aix en Provence, Luberon Coeur de Provence è ai margini dell’autostrada A7 a ovest e A51 verso Pertuis a sud. Una destinazione d’eccellenza dai servizi di alto livello, in un contesto naturale eccezionale.

Il Luberon offre una gamma di soluzioni di gran livello per chi vuole fermarsi: dall’hotel più lussuoso al gîte familiare di charme, vivrete momenti davvero indimenticabili. Luberon Cœur de Provence, è anche il regno del gusto. Olio d’oliva, vini, frutta e verdura hanno un sapore unico e ispirano gli chef nel preparare i tipici piatti della cucina provenzale. Ma le attività non finiscono qui e riescono ad accontentare davvero tutti, anche gli sportivi: mountain-bike, scalata o via ferrata, per passare poi agli itinerari per tutta la famiglia , in bicicletta, a dorso d’asino o in canoa.

Per un soggiorno di qualità, l’Ufficio del Turismo Luberon Coeur de Provence accompagna ogni persona che desidera organizzare al meglio il proprio soggiorno, individuale o di gruppo. I villaggi del Luberon hanno la particolarità di essere sia arroccati, i famosi villages perchés, sia a ridosso dei massicci del Luberon e dei Monti del Vaucluse. Qualunque sarà il villaggio che sceglierete di scoprire, dominerete una valle o sarete circondati da olive, viti e querce spinose. Un panorama splendido su alcuni dei massicci più famosi del sud della Francia : il Luberon, il Mont Ventoux, le Dentelles de Montmirail, le Alpilles e Sainte Victoire (la celebre montagna dipinta da Cézanne). Da segnalare il villaggio d’Oppède le Vieux, riconosciuto come ‘’Site patrimonial remarquable’’, in quanto rappresenta interesse dal punto di vista storico, architettonico, archeologico, artistico e paesaggistico.

Mulhouse

L’Ufficio del Turismo e dei Congressi di Mulhouse, vi invita a una giornata su misura secondo i vostri ritmi, gusti e preferenze. Se si cominciasse con un’immersione nella cultura alsaziana? E perché non con un Greeter ? I Greeter sono volontari appassionati e inserti nella vita locale, che amano far scoprire e vivere la propria città ai visitatori. Essi propongono una scoperta condivisa del territorio di Mulhouse secondo temi diversi: l’arte contemporanea, le passeggiate in città, lo sport, la bicicletta, i parchi e giardini, la cultura, la gastronomia.

Per trovate un Greeter: www.greeters-mulhouse.com; se invece preferite delle classiche visite guidate, non dovrete far altro che chiederle all’ufficio del turismo.

Poco importa in quale stagione sceglierete di scoprire Mulhouse, l’offerta gastronomica del territorio è molto ampia. Ci sono naturalmente le tradizionali Winstubs alsaziane, ma anche ristoranti di cucina gastronomica, creativa. Fra i locali più famosi, l’unico ristorante italiano stellato nella guida rossa Michelin Francia, Il Cortile.

E di pomeriggio, perché non andare a fare un giro nel più grande mercato dell’Est della Francia?

Il mercato di Mulhouse, più che centenario, è senza dubbio il più grande mercato dell’est della Francia con i suoi 250 commercianti che, tre giorni alla settimana, propongono una gran varietà di prodotti.

Mulhouse è interessante anche sotto il punto di vista dello shopping; grandi marchi internazionali e piccoli negozi indipendenti, che raccontano grandi firme di tendenza. Terminata la giornata, non vi resterà che farvi cullare dalle lussuose offerte di Mulhouse. Gli hotel di Mulhouse offrono 3000 camere dai 4**** agli hotel economici per accogliere i visitatori. Tra i fiori all’occhiello della città, si trova l’tel du Parc, un edificio in stile Art Déco.

Per un elenco dettagliato degli hotel, dei ristoranti e le buone idee per uscire la sera visitate il sito: tourisme-mulhouse.com.

 Chambéry tra arte, storia e natura

Fontana degli Elefanti

Da sempre molto legata all’Italia, Chambéry, a un’ora dall’Italia, da Lione e da Ginevra, è una località dinamica e a misura d’uomo, ed è innanzitutto un tuffo nella storia della Savoia. Da scoprire a Chambéry: il castello dei duchi di Savoia e il gioiello della Sainte Chapelle, che ospitò la Sacra Sindone, palazzi nobiliari in stile italiano, la cattedrale tutta a trompe loeil, la Fontana degli Elefanti, il Grand Carillon, il Museo di Belle Arti e il Museo Rousseau. A 10 minuti troverete invece il lago di Bourget, il più grande lago naturale di Francia, con l’Abbazia di Hautecombe dimora mortuaria dei sovrani di Casa Savoia: l’ultimo re d’Italia Umberto II e sua moglie la Regina Maria José.

Novità di Chambery sono gli alberghi. Chambéry ha il 5* più bello di Francia secondo Trivago. Si tratta del Petit Hôtel Confidentiel 5*, un delizioso boutique hotel ai piedi del castello dei duchi di Savoia: uno splendido palazzo del XV secolo dal design elegante, con 11 camere e suites di grande confort, www.petithotelconfidentiel.com.

Ma non finisce qui, molto belli ed accoglienti sono i 3 castelli-alberghi: tel Le Château de Candie 4*, www.chateaudecandie.com; le Domaine des Saints-Pères, www.domainedessaintsperes.com; le Château des Comtes de Challes 3*, www.chateaudescomtesdechalles.com.

Una novità per il 2017 a Challes-les-Eaux è la crioterapia, un trattamento corpo con il freddo (-110°C) ideale per la salute e il benessere, http://www.cryopole.com.

Per tutti gli eventi e maggiori info: www.chambery-tourisme.com

La Valle della Loira e i suoi paesaggi incantati

I paesaggi della Loira, fatti di isole e banchi di sabbia, sono in perenne cambiamento e soggetti al ritmo delle stagioni. La Valle della Loira nel 2017 celebra i suoi giardini. Da Sully-sur-Loire a Chalonnes-sur-Loire, la Valle della Loira dal 2000 fa parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Senza dimenticare gli incantevoli paesaggi della Valle della Loira, altra caratteristica sono i giardini, uno degli elementi che hanno maggiormente giocato a favore di questo riconoscimento dato dall’UNESCO. La stagione culturale dei ‘’Giardini nella Valle della Loira’’ riunirà nel 2017 circa 80 protagonisti sparsi da Chambord ad Angers. La stagione si estenderà dall’inizio della primavera a marzo fino al giorno di Santa Caterina, patrona dei giardinieri, a novembre e sarà costellata di momenti forti con la creazione di giardini storici. Al Domaine de Chambord, i giardini alla francese, voluti tre secoli fa da Luigi XIV, hanno ripreso il loro spazio il 1° aprile 2017 davanti alla facciate nord ed est del castello.

Un nuovo giardino sorgerà anche al Castello di Chenonceau. Sulle rive della Loira, il Castello reale di Amboise ha deciso di ricreare un giardino sulla Terrasse de Naples, mentre il nuovo giardino di Château Gaillard sarà organizzato sul tema dei ‘’Giardini del Re’’. Il sito presenterà così il giardino come uno spazio di ornamento, creazione ed espressione del potere del Re. La stagione culturale sarà inoltre costellata di mostre come quella del Castello di Villandry che darà ampio spazio alle maioliche della collezione Vilmorin. Il Castello reale di Blois proporrà invece una mostra totalmente dedicata a Gastone d’Orléans. Per chiudere la stagione culturale ‘’Giardini nella Valle della Loira’’, il Centro di Studi Superiori del Rinascimento, in collaborazione con la ‘’Mission Val de Loire’, organizzerà un convegno sui giardini a fine novembre 2017. Per saperne di più: www.jardins-valdeloire.com / www.gardens-loirevalley.com

Città della valle, che nel 2017 vuole proporsi come centro turistico è Tours. Tours si rivela in questo 2017 una cittadina decisamente dallo stile contemporanea: la capitale storica della Valle della Loira ha inaugurato a marzo il nuovissimo Centre de Création Contemporaine Olivier Debré, disegnato dagli architetti portoghesi Francisco-Xavier e Manuel-Roca Mateus. L’apertura del ccc od completa un vero percorso urbano che unisce tre grandi nomi dell’arte e del design contemporaneo. Il ccc od sorge nel cuore della città. L’edificio, posto sotto l’egida della fondazione Olivier Debré, avrà la vocazione di presentare mostre di artisti d’eccellenza. Il programma inaugurale del ccc od sarà sul tema dell’artista-viaggiatore quale era Olivier Debré. Saranno esposte le tele del suo viaggio in Norvegia, insieme a opere di diversi artisti norvegesi.

Non resta quindi che approfittare di queste ponti o week-end e scegliere l’itinerario che più vi piace e godervi questi luoghi meravigliosi.

Bon voyage!

Luca Ferri

No Comments Yet

Comments are closed