LIVE4_728x90

Benvenuti #inLombardia

#inLombardia,viaggi e sapori a Mantova e nell’Oltrepò

#inLombardia, il brand di Explora

Interessante e coinvolgente è il progetto di promozione turistica intrapreso dalla Regione Lombardia al fine di promuovere e caratterizzare il suo magnifico ed esteso territorio.

A dar voce a tutte le bellezze ed eventi che caratterizzano questo spaccato di territorio italiano, è il brand inLombardia.

inLombardia è un format innovativo di promozione, un modello flessibile e una forte caratterizzazione digitale ideato da Explora che è a Destination Management Organization (DMO) di Regione Lombardia, di Camera di Commercio di Milano e, attraverso UNIONCAMERE Lombardia e di tutte le Camere di Commercio lombarde a servizio delle imprese e del territorio.

Oggi #inLombardia in tour con B-Leisure

Il progetto di Explora che promuove il territorio e fa conoscere l’offerta fieristica lombarda

In viaggio a Mantova e nell’Oltrepò tra sapori tipici e tante bellezze

Tra le tante città che caratterizzano la Regione, ci fermiamo oggi a Mantova per scoprire questa affascinante città lombarda. Mantova, nominata Capitale italiana della cultura 2016 grazie alla preziosa eredità lasciata dalla nobile famiglia dei Gonzaga, che ne ha fatto il centro del Rinascimento italiano, merita sicuramente di essere considerata una delle più belle cittadine italiane.

Perché scoprire Mantova

Monumenti, musei, chiese ed eventi stimolanti, sono il ricco patrimonio artistico e culturale di Mantova. Passeggiando per le vie della città potrete scoprire il Palazzo Ducale, con la Camera degli Sposi dipinta da Mantegna e la casa in cui visse l’artista, la Rotonda di San Lorenzo, la chiesa più antica di Mantova, e la Basilica di Sant’Andrea progettata da Leon Battista Alberti.

Continuando la passeggiata, potrete riscoprire i luoghi dove Giuseppe Verdi ambientò le arie del Rigoletto. Qui camminando, scoprirete la casa di Rigoletto, nel cui giardino interno campeggia una statua raffigurante il buffone di corte. E poi, il lago di Mezzo, dove sulle notte de “La donna è mobile” si avviava la conclusione dell’opera. A Palazzo Te invece, un edificio sobrio, elegante, razionale e al contempo magnifico, progettato da Giulio Romano,  ospita la cosiddetta Camera dei Giganti; Una pittura che trascende gli spazi architettonici con dimensioni, proporzioni e colori che sbalordiscono il visitatore.

Il Teatro Bibiena di Mantova, è un altro gioiello di bellezza. Un interno che è caratterizzato da un trionfo di decori, balconate rococò, luci scintillanti e porcellane che furono casa della prima esibizione di un giovane Mozart. Da non perdere, anche il Teatro Olimpico di Sabbioneta, realizzato su disegno dell’architetto Vincenzo Scamozzi.

Oltrepò Mantovano: una terra nata dalle acque ricca di bellezze e sapori

Fermarsi solamente a visitare Mantova è un vero peccato. Infatti, le 23 province mantovane che caratterizzano quello che è il territorio dell’Oltrepò Mantovano è un altro gioiello di questo territorio.

I comuni situati oltre il fiume sono 23; appartengono tutti alla Provincia di Mantova e il loro territorio è intrecciato tra quello delle province emiliane di Reggio Emilia, Modena e Ferrara e quelle venete di Rovigo e Verona. Per la sua posizione geografica, crocevia tra nord e sud e tra est e ovest, esso conserva grandi testimonianze di un glorioso passato. Dagli Etruschi ai Romani, da un fecondo Medioevo con i monaci benedettini e Matilde di Canossa al Ducato dei Gonzaga che ha improntato di sé l’intero territorio.

Altre caratteristiche da evidenziare sicuramente sono la naturalezza e la tranquillità della natura di questo territorio; nonché i sapori della zona: i salumi tipici, il Parmigiano Reggiano, i famosi tortelli di zucca, gli agnoli in brodo, i risotti, il tartufo, gli stracotti, la torta di tagliatelle sono soltanto alcuni dei piatti tipici che si possono gustare nei ristoranti e negli agriturismi della zona. Il tutto attraversato dal Parco del Mincio, un’area protetta dalla Regione Lombardia nel 1984, che si estende in provincia di Mantova lungo il fiume Mincio nel territorio di 13 comuni. Da visitare assolutamente il Santuario della Beata Vergine delle Grazie a Curtatone.

http://www.santuariodellegraziecurtatone.it/
http://www.parcodelmincio.it/

 

4 Itinerari alla scoperta dell’Oltrepò Mantovano

Questo vasto e bellissimo territorio, offre innumerevoli spunti di viaggio in base agli interessi dei viaggiatori. Vi proponiamo oggi 4 itinerari tipo alla scoperta del territorio dell’Oltrepò Mantovano: uno caratterizzato dalle ciclovie, uno caratterizzato dai luoghi che hanno ospitato la vita della contessa Matilde di Canossa, uno legato al gusto ed infine uno legato alla cultura.

Le ciclovie dell’Oltrepò Mantovano

Le ciclo vie dell’Oltrepò, che coprono più di 470 KM di percorsi ciclabili, collegano tra loro questo microcosmo di natura e di paradiso per i ciclisti, congiungendo le aree protette del Sistema Parchi, i piccoli comuni ed i borghi e innestandosi sulla la rete degli Itinerari cicloturistici dei percorsi transnazionali Eurovelo 8 e 7, VENTO, che collegano l’Oltepò Mantovano con l’Europa.

Un modo ecologico e ‘’lento’’ che consente di apprezzare al meglio questo magnifico territorio naturale.

Le pievi Matildiche

Un altro itinerario originale è sicuramente quello collegato al ricco patrimonio della contessa Matilde di Canossa (1046-1115) che ebbe in queste terre molte appassionanti vicende legate alla sua vita.

Nobildonna legata ai Papi e agli Imperatori, ma altrettanto forte e coraggiosa da reggere da sola; un regno che andava dal Lazio al Lago di Garda. Le Pievi diffuse nella campagna e il Monastero Polironiano, centro della sua devozione e fede, sono i segni lasciati sul territorio che ci permettono oggi di apprezzarne le gesta e la presenza sul territorio.

http://www.turismosanbenedettopo.it/

 

Le vie del gusto

Come accennavamo in precedenza, la natura generosa ha dato a questo territorio la fortuna di poter produrre tanti prodotti tipici e gustosi che caratterizzano il territorio. Pertanto, esplorare il gusto dell’Oltrepò Mantovano, consente di percorrere un itinerario volto alla conoscenza e conservazione delle nostre tradizioni culinarie rispettose sia dell’uomo, ma anche della natura

Le vie dell’arte e della cultura

A far da cornice al tutto, arte e cultura che altro non sono che caratteristiche complementari di questo territorio. Un itinerario fatto da musei e siti d’arte, è pertanto una delle opzioni nell’Oltrepò.

I Musei sono i luoghi di incontro e di scambio di conoscenza e sapere, ma anche e soprattutto luoghi di persone che coltivano e condividono tempo, lavoro, passione e creatività. Un motivo in più per visitarli.

Un calendario ricco di eventi caratterizza poi questo territorio e se volete saperne di più su fiere e altro, fate un giro qui: https://www.fieramillenaria.it/

 

Noi vi abbiamo dato un po’ di motivi per visitare Mantova e il territorio dell’Oltrepò Mantovano, ma probabilmente voi scoprirete moltissime altre ragioni per innamorarvi di questa città e del territorio che la circonda; e allora un weekend non basterà per tutto, dovrete tornare #inLombardia per visitare questa e le altre 11 province.

Non dimenticate di munirvi de #ilPassaporto #inLombardia, uno strumento speciale ed espressamente dedicato ai viaggiatori per creare un racconto personale dei propri viaggi sul territorio lombardo, collezionando un timbro per ogni meta visitata.

dove dormire: Hotel Ristorante Novecento a Pegognana (Mn)
cosa mangiare: pesce di fiume, gnocco fritto, tortelli di zucca Ristorante il Faro 
cosa bere: Lambrusco Mantovano DOP Rosso Mantè Cantina Gonzaga

 

Buon Viaggio #inLombardia !

Luca Ferri

Per saperne di più:
SOCIAL FB
explora.in-lombardia.it
in-lombardia.it
oltrepomantovano.eu
www.terredelmincio.it
www.fieramillenaria.it

@exploratourism
No Comments Yet

Comments are closed