Insospettabili sorprese a tavola

Sud Africa, insospettabili sorprese a tavola.

Sud Africa

Il Sud Africa è una terra di estremi e di singolari realtà: geograficamente è la punta di un continente immenso; custode di tesori nascosti nelle miniere di diamanti; sfida per i navigatori impegnati nel doppiaggio dell’insidioso Capo di Buona Speranza. Spesso si pensa a questo Paese solo per essere stato tristemente famoso per la politica di apartheid istituita dal governo dei bianchi ma uno sguardo meno superficiale rivela eccellenze che pochi conoscono. Dai paesaggi mozzafiato alla natura incontaminata e la fauna ancora selvaggia. Ma quello che più stupisce è l’accoglienza sudafricana, con strutture di altissimo livello e un’enogastronomia insospettabili.

In particolare la provincia del Northern Cape, la più grande e popolata del Sud Africa, pur essendo la meno conosciuta dai turisti riserva piacevolissime sorprese anche nel bicchiere e nel piatto.

Qui ci sono terre selvagge che si estendono a perdita d’occhio, si possono ammirare le mille sfumature della sabbia del deserto, le città sembrano essersi fermate al periodo della corsa ai diamanti e ci sono vigneti dai quali nascono vini pregiati. Il Northern Cape vanta inoltre una ricca e antica tradizione culinaria che si rifà alla cultura Khoi-Khoi, i discendenti dei primi San. Questa cucina si caratterizza per l’utilizzo di fiori, piante e bulbi per insaporire le carni di capra e agnello. Non è quindi un caso se due momenti dell’anno sono dedicati ad altrettanti eventi enogastronomici nella città di Upington.

Upington è uno dei centri più importanti della provincia ed è qui che si svolgono due importanti festival culinari: il primo appuntamento è a marzo con il We Love Food Festival dove sono rappresentate le diverse tradizioni culinarie africane (afrikaans, sudafricane e nigeriane) ma anche quelle pakistane, cinesi e vegetariane. In un’atmosfera festosa, tra musica e balli, tra piatti tradizionali e originali, è possibile approfondire la conoscenza del mondo del food, in particolare di quello africano.

Il secondo invece è per il mese di agosto quando prende il via il Naba! – Food & Wine Festival dove i protagonisti sono i prodotti locali dai tartufi al vino, dalla carne ai dolci. Volendo trasformare una vacanza da queste parti in una vera esplorazione delle eccellenze culinarie, imperdibile è l’’Hantam Huis, un ristorante e guest house situato a Calvinia, la cui struttura è rimasta la stessa del XVIII secolo. Da mattina a sera i cuochi sfornano specialità tradizionali, mentre chi desidera solo fare un piccolo spuntino può optare per un assaggio di melktert, la torta al latte tradizionale: un’esplosione di dolcezza da accompagnare con una tazza di rooibos o con una birra allo zenzero preparata secondo l’antica ricetta. Anche il Vergelegen, situato nella Orange River Valley, propone un ristorante gourmet dove viziare il palato con i sapori della tradizione. Per chi decide invece di recarsi nell’area di Papkuilsfontein, nota per la rigogliosa vegetazione che include il fynbos, per i suoi fiori e per il canyon dove si formano delle spettacolari cascate, l’indirizzo giusto è quello del ristorante Die Waenhuis, aperto tutti i giorni a pranzo. La particolarità? Si trova all’interno di un capannone in legno di inizio Ottocento completamente restaurato e inserito alla perfezione nel panorama circostante. Tutti gli ingredienti sono a km 0 e le stoviglie sono realizzate da artisti locali.

Per respirare i profumi della carne alla brace e sperimentare in prima persona l’atmosfera festosa che caratterizza il braai, il tradizionale barbecue sudafricano, il Kalahari Braai Hut di Upington è la scelta giusta.

Sundowners - Kokerboom Food and Wine Route

Chi pensa che le pregiate etichette sudafricane provengano solo dall’area delle Winelands del Capo dovrà ricredersi: nel Northern Cape infatti sorgono numerose cantine che producono vini eccellenti, grazie alle caratteristiche organolettiche dei terreni. Le cantine più famose si trovano nei pressi dell’Orange River, l’imponente fiume che scorre nelle vicinanze del deserto del Kalahari e che rende fertile questa terra. Tra le più interessanti c’è la Bezalel Wine & Brandy Estate che produce ottimi vini come i classici Estate Shiraz e Estate Sauvignon Blanc, ma anche il più ricercato Fortified Kalahari Vintage, un vino rosso invecchiato per quattro anni nato da viti portoghesi e poi mixato con l’esclusivo Potsill Brandy. A pochi chilometri dalla città di Kalamas invece, si trova la Die Mas Winery rinomata per i suoi vini e brandy, anch’essi prodotti a partire dall’uva. I vini da dessert, la cui eccezionale dolcezza è data dalla combinazione vincente tra il terreno fertile e il sole molto caldo sono sicuramente il fiore all’occhiello di questa tenuta.

Che altro dire? Buon appetito Sud Africa!

Paola Drera

www.southafrica.net
SOCIAL FB
No Comments Yet

Comments are closed