Svizzera 100 anni di turismo con passione

In Svizzera si festeggiano i 100 anni dell’ente del turismo elvetico

Cogliamo allora l’occasione per parlarvi di questa piccola nazione che ha tanto da offrire al visitatore. In grande festa per il suo centenario, l’ente del turismo si impegna (e si è sempre impegnato sin dal principio), a portare alta la bandiera Svizzera, promuovendo in lungo e in largo questo territorio. Facendo dunque i migliori auguri all’ente per il suo felice compleanno, vi portiamo oggi a fare un giro in Svizzera.

Semplicemente naturale

Quando si pensa alla Svizzera, spesso si pensa (per stereotipi) a primo impatto al cioccolato; agli orologi; ad una popolazione ordinata; una nazione pulita e piuttosto seduta. Nulla di più sbagliato. La Svizzera si presenta al visitatore con una forte cultura nazionale, nata dall’unione di culture differenti (tedeschi, francesi e italiani) e con panorami e luoghi davvero incantevoli, incoronati dalle Alpi che si stagliano tra valli e città. Harry Lime (Orson Welles) si sbagliava di grosso quando, nel film di Carol Reed ‘Il terzo uomo’, diceva che 500 anni di democrazia e pace in Svizzera non hanno prodotto altro che l’orologio a cucù.

12 eventi da non perdere nel 2017

Fotografia, glamour, cinema, opera, musica jazz, festival e tanto altro, accompagnano il 2017 svizzero in un modo davvero eccellente. Un anno nel quale insomma è davvero difficile annoiarsi. 12 sono gli eventi da non perdere per il 2017, ecco a voi l’elenco completo: Il festival di musica classica di San Gallo, che trasforma il cortile del chiostro dell’Abbazia di San Gallo con la sua magnifica cattedrale in un palcoscenico d’opera (23 giugno – 7 luglio);  il Festival del film Locarno che per la sua 70esima edizione quest’anno, vedrà scorrere sulla Piazza Grande di Locarno centinaia di film d’autore  che si contenderanno sia l’approvazione del pubblico sia un Pardo d’oro (2 – 12 agosto); l’evento ‘’Vette sconfinate. Fotografie di montagna’’ sarà invece una raccolta di quasi 300 pezzi, provenienti per oltre tre quarti dalla collezione del Musée de l’Elysée, che comprende fotografie di ogni epoca, tra cui numerose opere del presente (25 gennaio – 30 aprile 2017 nel Musée de l’Elysée di Losanna); il Lucerne Festival, inaugurato nel 1938, attira ogni anno sul Lago dei Quattro Cantoni star internazionali e 100.000 appassionati di musica classica (11 agosto – 10 settembre); il Zurich Film Festival ogni autunno, per undici giorni rende Zurigo la capitale svizzera del cinema, con un programma variegato che piace a tutti i cineasti (28 settembre – 8 ottobre); 20 anni di Fondazione Beyeler – Mostra “Monet” presenta invece 50 capolavori provenienti da collezioni private e da celebri musei come il Musée d’Orsay, il Museo d’Arte Pola, il Metropolitan Museum di New York e l’Art Institute di Chicago (22 gennaio – 28 maggio); il Montreux Jazz Festival (30 giugno – 15 luglio); l’ Art Basel è l’evento dove le oltre 280 rinomate gallerie di Basilea trasformano questa città nella capitale mondiale dell’arte internazionale (15 – 18 giugno); la Badenfahrt, leggendaria festa cittadina di dieci giorni (18 – 27 Agosto); La ‘’Grosse Méta-Maxi-Maxi-Utopi’’ di Jean Tinguely, una scultura calpestabile, che potrà essere ammirata nel Museo Tinguely di Basilea (a partire da marzo); e  infine per concludere questo lungo elenco ricordiamo infine la mostra “Prendetevi una vacanza!” che, in occasione dei 100 anni di pubblicità nazionale, raccogliere i più bei manifesti turistici svizzeri in un unico spazio espositivo (4 – 9 luglio 2017 nello spazio espositivo del Museum für Gestaltung di Zurigo).

Città disegnate a misura d’uomo

A un calendario cosi ricco di eventi, va aggiunto anche tanto altro. La Svizzera può vantare destinazioni diverse a seconda delle stagioni. Natura e mondo moderno sono ben integrati e alcune città (innovative ed ecosostenibili), sono diventate un punto di riferimento nel panorama dell’architettura contemporanea. Molte delle città infine, presentano un doppio volto, uno adatto ai rigidi mesi invernali e uno rivolto al periodo estivo.

Zermatt, nel Vallese, si estende ai piedi del Cervino e il suo sviluppo turistico è strettamente legato alla conosciutissima montagna. La località di villeggiatura ha conservato le sue caratteristiche originali e offre possibilità di escursioni illimitate durante diversi periodi dell’anno. Metropoli tutta da vivere è invece Zurigo, affacciata sul lago e contornata dalle Alpi. La città rappresenta un’esplosione cultura e stile: più di 50 musei e oltre 100 gallerie, firme celebri della moda e marchi locali. Zurigo ha anche una apprezzabile vita notturna che si manifesta, in riva al lago o al fiume. Altra stupenda città è Lucerna, porta d’ingresso della Svizzera Centrale, che si affaccia sul Lago dei Quattro Cantoni. Lucerna con i suoi monumenti, negozietti, la posizione sul lago e i vicini monti Rigi, Pilatus o Stanserhorn, è una tappa immancabile. Ginevra invece, sorprende con la sua tradizione umanitaria e l’atmosfera cosmopolita.

La città di Ginevra offre per gli amanti della cultura ben 40 musei. Una città che fonde antico e moderno è Basilea che, oltre ad un bel centro storico,  vanta anche architetture moderne. Il fiume Reno con il suo scorrere infine, completa questa bella città. Come non citare poi St. Moritz, villaggio che ha dato origine alle vacanze bianche (1864) e ha ospitato ben due Olimpiadi invernali. St. Moritz va detto anche che deve la sua fama anche alle sorgenti termali (note da 3.000 anni) che gli hanno permesso di affermarsi come località termale estiva.

E concludiamo questo elenco con altre due città simbolo della Svizzera: Berna e Lugano. Berna, conserva un carattere storico fortemente radicato che ben simboleggia il suo status di capitale della Svizzera. Il centro storico di Berna è patrimonio mondiale dell’UNESCO e conta 6Km di arcate. Lugano invece è la città più grande della regione del Ticino e oltre a rappresentare il terzo polo finanziario è anche un importante centro di congressi, di banche e d’affari. Dall’atmosfera tipicamente mediterranea, Lugano è una città molto accogliente.

Gotthard Panorama Express: lo straordinario viaggio panoramico in treno e battello

Chiudiamo questo viaggio con uno straordinario percorso panoramico nella terra elvetica che sarà a breve disponibile per i viaggiatori e non solo.

A partire da Aprile, l’itinerario storico tra Lucerna e Lugano sarà arricchito da alcuni particolari. Durante il viaggio a bordo del battello a vapore sul Lago dei Quattro Cantoni e del treno panoramico che attraversa le Alpi, saranno fornite ai passeggeri informazioni sulla storia e l’importanza di questa tratta. Aperta nel 1882, la tratta del San Gottardo permise ai passeggeri di attraversare le Alpi in treno. Dalla fine del 2016, è possibile attraversare le Alpi in modo molto più rapido, passando in linea retta nel bel mezzo del massiccio del San Gottardo. Gli amanti dei panorami possono tuttavia continuare a valicare le Alpi con la tratta panoramica del San Gottardo. Con più di 200 ponti e sette gallerie, il viaggio è fatto per conquistare e affascinare i passeggeri. Un modo per far rivivere la storia e non perdere un patrimonio culturale, oltre che tecnico.

Luca Ferri

N. verde 00800 100 200 30
www.svizzera.it 
info@myswitzerland.com 
credits images SVIZZERA TURISMO

#INNAMORATIDELLASVIZZERA 
Twitter: @myswitzerland_i 
Facebook.com/myswitzerland 
Instagram: myswitzerland

Maggiori Info sul Gotthard Panorama Express: www.mystsnet.com

No Comments Yet

Comments are closed