Se dici Milano dici Giacomo

Giacomo Arengario
Giacomo Arengario

In realtà Giacomo Bulleri è toscano ma, una volta arrivato a Milano, dopo aver fatto esperienza a Torino, non è più andato (fortunatamente!) via.

Era il lontano 1958; quanti piatti sono usciti dalla cucina di Giacomo? Impossibile contarli, ma quello che si può facilmente intuire è che questo cuoco ha contribuito in modo determinante a scrivere la storia della ristorazione meneghina.

Di anni ne sono passati davvero tanti dall’apertura di quel primo locale in via Donizetti e, a suon di passione e impegno, si sono moltiplicati.

I ristoranti Giacomo e la città di Milano sono un connubio indissolubile. Punto di riferimento e di ritrovo per generazioni, il marchio Giacomo continua a rinnovarsi da oltre cinquant’anni senza perdere mai la propria identità. Sono sei le realtà che oggi portano il nome di Giacomo: Da Giacomo, Giacomo Bistrot, Giacomo Caffè, Giacomo Arengario, e infine la Pasticceria e la Tabaccheria da Giacomo. Il gruppo Giacomo rappresenta oggi un’eccellenza nel panorama milanese, apprezzato da clienti nazionali e internazionali che affollano i suoi locali in cerca del gusto autentico di una Milano che accanto a mode passeggere esalta la tradizione e la continuità facendole proprie. Oggi tutti i ristoranti sono sapientemente diretti dalla figlia di Giacomo Bulleri, Tiziana con il marito Marco Monti, ma non è raro scorgere ancora il Signor Giacomo tra i tavoli dei suoi locali.

Riflettori puntati sul ristorante Giacomo Arengario che nel 2016 presenta diverse novità, prima fra tutte la nomina dello chef Pasquale Frigoli, che dirige dall’inizio dell’anno la cucina del ristorante. Lo chef è già conosciuto e apprezzato dai clienti del ristorante Giacomo Bistrot, dove ha operato dal 2009, e porterà avanti i valori del gruppo Giacomo, che da sempre propone una cucina pensata per i clienti, caratterizzata da una scelta accurata delle materie prime e dal rispetto della tradizione milanese, rivisitata secondo le esigenze attuali.

Da questa estate un’altra bella sorpresa per i milanesi: un ampio spazio all’aperto, adiacente al dehors, che offre la possibilità di un aperitivo “al fresco” sulla terrazza con vista mozzafiato sul Duomo di Milano, l’antistante Galleria Vittorio Emanuele e l’adiacente Palazzo Reale. Un punto di vista privilegiato sulla piazza più importante e famosa della città e un luogo piacevole e raffinato per un aperitivo prima di cena con la possibilità di proseguire la serata nella veranda o in una delle diverse aree interne del ristorante.

Ma non è tutto. Giacomo Arengario propone inoltre, nel week-end, la prima colazione sulla terrazza o nel dehors del Palazzo del Museo del ‘900, affacciati su Piazza Duomo. Una vera “coccola” nel luogo ideale per iniziare una giornata di relax e ristoro in un luogo raffinato e quieto, seppur situato nel cuore pulsante della città. Oltre alla colazione continentale, con brioches e pasticceria artigianale rigorosamente fatta in casa, un ampio menù di piatti internazionali espressi, preparati dalla cucina del ristorante.

A questo punto vien da chiedersi se è proprio così dura passare l’estate in città.

Paola Drera

Giacomo Arengario
Via Guglielmo Marconi, 1 - 20123 Milano - Italy
Contatti: +39 0272093814
Orari: Aperto 7 giorni su 7
Dal lunedì al venerdì dalle 12.00 alle 24.00
Sabato e domenica dalle 8.30 alle 24.00
www.giacomomilano.com
info@giacomoarengario.com
SOCIAL FB
No Comments Yet

Comments are closed