Helena Rubinstein: 115 anni di bellezza

Helena Rubinstein compie 115 anni: vogliamo celebrare il compleanno dell’impero creato da Madame raccontandovi la sua storia fatta di intuizioni geniali, coraggio, bellezza e innovazione

Helena Rubinstein

Bellezza è potere. Il più importante di tutti”. Era questo il motto di Helena Rubinstein, una donna la cui vita dovrebbe essere un’ispirazione per tutte noi. Nata nel 1872 nel ghetto ebreo di Cracovia, Helena fu la prima di otto sorelle. A vent’anni, i suoi genitori decisero che si sarebbe dovuta sposare con un vecchio vedovo facoltoso. Non era quello però il destino che Helena avrebbe voluto per se stessa: rifiutò quindi il matrimonio e, a 22 anni, partì da sola per l’Australia, con in mano solo una valigia contenente dodici vasetti di crema per il viso fatta in casa dalla madre. Piccola di statura, con la pelle bianchissima, i capelli corvini e una personalità incredibile, Helena Rubinstein conquistò immediatamente le donne australiane che iniziarono a chiederle consigli di bellezza. Così, Helena si rese conto di detenere un segreto che avrebbe potuto cambiare la sua vita per sempre: conosceva il segreto della bellezza.

Un tesoro in valigia

Cartella rappresentante contenente i prodotti Factice Valaze

Helena si mise allora all’opera: il suo obiettivo era quello di ricreare la formula della sua crema casalinga. E, ovviamente, ci riuscì. Grazie al passaparola i suoi trattamenti diventarono popolari in tutto il paese, tanto che nel 1902 Helena aprì il suo primo negozio, la Maison de Beauté Valaze: fu il primo istituto di bellezza moderno. Ma Helena non si fermò: decise di partire alla conquista dell’Europa. Qui diventò un’icona parigina, protagonista dei ritratti di artisti del calibro di Man Ray, Picasso e Dalì e simbolo di seduzione, forza e libertà. Ma non era ancora abbastanza per l’ambiziosa Helena Rubinstein, che allo scoppio della prima guerra mondiale fece di nuovo la valigia e, insieme al marito e a due figli, partì alla volta di New York, dove trovò la sua più temibile avversaria ad aspettarla: Elizabeth Arden. Ma Madame non si fece intimorire: iniziò a insegnare la bellezza anche alle dive di Hollywood, fondò il suo primo salone di bellezza maschile, continuò a creare e vendere prodotti anche durante la seconda guerra mondiale, poi tornò in Europa per ricostruire i saloni distrutti dal conflitto.

Madame Rubinstein lavorò sempre, senza sosta, fino al giorno della sua morte, arrivata nel 1965: aveva 93 anni e il suo concetto di bellezza aveva conquistato ben 30 paesi nel mondo

Helena Rubinstein: dal 1902 al servizio della bellezza

La storia di emancipazione, riscatto sociale, innovazione, ambizione e determinazione che vi abbiamo appena raccontato è inscindibile dalla storia del brand che oggi conosciamo tutte e che porta il nome della sua fondatrice: Helena Rubinstein.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dal 1902 a oggi sono passati tanti anni, per l’esattezza 115, e in tutto questo tempo il marchio Helena Rubinstein ha creato la storia di bellezza delle donne. Partita dal nulla, la visionaria Helena inventò la prima crema idratante Valaze (1900), quella che aveva portato con sé per terra e per mare e che aveva fatto la sua fortuna, aprì il primo istituto di bellezza moderno (1902), creò il primo trattamento con l’ausilio dell’elettricità (1907), la prima classificazione per tipo di pelle (1910), la prima maschera agli ormoni (1934), il primo trattamento anti-età (1956).  

Coffret linea Tulip Rouge à lèvres + Cipria

Helena Rubinstein cavalcò anche la passione per il make-up che si andava diffondendo inventando il primo mascara waterproof (1939), il primo mascara automatico (1958), un fondotinta alle fibre di seta, un fard, una cipria colorata per opacizzare il viso. E non dimentichiamo la sua innovazione in campi quali la bellezza maschile o la beauty therapy per i malati.

2018. Un anno ricco di sorprese e innovazioni

Attualmente Helena Rubinstein è stato rilevato da L’Oréal, che dal 1988 incarna la filosofia e l’ambizione che diedero vita al marchio. Così, con la mission di offrire alle donne tutto il potere della bellezza, L’Oréal ha permesso a Helena Rubinstein di sviluppare prodotti ancora più complessi, come il primo trattamento alla vitamina C pure, il primo trattamento effetto lifting, i trattamenti a base di cellule staminali vegetali o gli interventi cosmetici su misura.

E non è finita qui: il 2018 sarà un anno ricco di sorprese e innovazioni per Helena Rubinstein, che darà vita a nuovi, inperdibili prodotti. Primi fra tutti, i nuovi arrivati che vanno a completare la linea Powercell, diventeranno i nostri alleati numero uno durante la nostra frenetica vita cittadina. Sappiamo tutte che i ritmi di vita frenetici e stressanti intaccano l’energia auto-rigenerativa della pelle, ma poche sono a conoscenza del fatto che questa scoperta è stata fatta proprio dai laboratori Helena Rubinstein. Per questo, il brand potrà presentare a gennaio una nuova beauty routine formata dalla crema notte ricostituente Night Rescue, dalla maschera anti-inquinamento Anti-Pollution Mask e dall’illuminatore contorno occhi 24h Eye Care.

A febbraio invece arriveranno tre nuovi trattamenti della linea Re-Plasty: l’attivatore di luminosità Light Peel, l’innovativo siero in crema schiarente Laserist e il siero idratante e antiossidante per le labbra Age Recovery Lip Soak. Per l’estate, infine, potremo divertirci con il nuovo make-up firmato Helena Rubinstein: verranno infatti lanciate sei nuances di The Essentials Lipgloss, sei di ombretto in crema The Essentials Cream Shadows e il mascara Lash Queen Sensual Blacks. Ne riparleremo prossimamente.

La particolare attenzione dedicata all’innovazione non si sostituisce in alcun modo al piacere dei sensi: in Helena Rubinstein infatti tuti i trattamenti vengono studiati per trasformare l’applicazione in un’esperienza sensoriale attraverso texture piacevoli e gestualità esclusive.

115 anni di Helena Rubinstein: più di un secolo di innovazione

Non esistono donne brutte ma solo donne pigre”, rivelava Madame Rubinstein: lei, che bella non lo era mai stata, era diventata comunque un’icona di seduzione grazie alla sua dedizione alla bellezza. “Se le donne dedicassero 30 minuti al giorno alla loro bellezza, lavorando bene, guadagnerebbero 5 anni”, spiegava ancora Madame, come ha voluto sottolineate anche la scrittrice e giornalista Michèle Fitoussi nella biografia dal titolo Helena Rubinstein, la donna che inventò la bellezza (ed. Cuzzolin). Non a caso oggi Helena Rubistein è un marchio premium dedicato principalmente ai trattamenti antietà, basati sui principi di protezione, idratazione e innovazione che Helena in persona insegnava già ai primi nel 1900.

Helena Rubinstein oggi

E, per continuare a percorrere la strada segnata da Madame più di un secolo fa, c’è bisogno di qualcuno che abbia un’energia incredibile e uno spirito incrollabile, proprio come Helena Rubinstein. Questo qualcuno, da dieci anni a questa parte, è Elisabeth Sandager, direttore di Helena Rubinstein, chiamata non a caso “Prodigious Women”.

Abbiate uno spirito combattivo, continuate ad arrampicarvi e fate solo ciò in cui credete pienamente. Non mollate mai” è il motto di Elisabeth Sandager, che ha iniziato la sua carriera proprio con L’Oréal. Elegante, radiosa, determinata e mossa dal mantra “tutto è possibile”, noi pensiamo che, se Madame Rubinstein avesse potuto scegliere il suo successore alla direzione del suo impero, avrebbe scelto proprio Elisabeth Sandager. Parlando a nome del brand, il direttore oggi può affermare che “ogni giorno, ci nutriamo del patrimonio straordinario tramandatoci dalla nostra fondatrice per concepire le innovazioni di domani. Il percorso e il temperamento di Helena Rubinstein ci spingono quotidianamente a dar prova di audacia, a liberarci dalle convenzioni per offrire alle donne il potere della bellezza. È un onore per noi poter celebrare i 115 anni della marca. Siamo fieri della nostra storia e della nostra evoluzione. E continuiamo a lavorare per esserne fieri domani”.

Federica Miri

SOCIAL FB

http://www.helenarubinstein.com/it/
@helenarubinsteinIT #HelenaRubinstein #InspiringWomen #BeautyAdvice
No Comments Yet

Comments are closed