Capelli. Le nuove tendenze

Le tendenze capelli dell’autunno e inverno 2019/20

Franck Provost

Vi sveliamo le tendenze capelli per l’autunno insieme ai nostri brand preferiti: Jean Louis David, Franck Provost ed Evos

Vogliamo parlare dei migliori amici (o forse nemici) di ogni donna: i capelli. Avete già preso appuntamento dal parrucchiere?

Bene, perché con agosto ormai alle porte, è tempo di darci un taglio e prepararsi al fresco dell’autunno con largo anticipo.

Franck Provost

Oggi infatti vi sveleremo i trends dell’autunno in fatto di tagli e colore insieme ai nostri brand preferiti: Jean Louis David, Franck Provost ed Evos.

Tanti carré, effetto wavy e spettinato, tocchi glam qua e là e un mood anni Ottanta: le tendenze “da mettersi in testa” nei prossimi mesi sono poche e ben definite.

Jean Louis David, Franck Provost ed Evos ce le raccontano calandole in tre scenari tanto diversi quanto spettacolari.

Jean Louis David

Jean Louis David si arma di sci e ci porta in alta montagna con la sua collezione di tagli e colori At the Top; Franck Provost sceglie il glamour scintillante di un castello parigino in Paris Castel; ed Evos mette in scena i suoi styling in una New York anni Ottanta con Private Club.

EVOS

50 sfumature di carré

Come anticipato, il taglio più alla moda sarà il carré. Ma attenzione: non si tratta del solito, noioso caschetto che ci costringevano a portare da bambine! Le varianti proposte quest’anno sono originali e piene di tocchi vintage.

Il carré di Jean Louis David: scalato e movimentato

Jean Louis David ad esempio punta su Super Gorgeous, un taglio scalato con le ciocche più corte sulla parte alta della testa, per garantire volume e movimento all’acconciatura.

E che acconciatura: questo carré può essere portato perfettamente liscio e con la riga di lato per un look grafico e glamour, con onde morbide e voluminose (ottenute con Perfect Curls di Jean Louis David e un arricciacapelli a diametro largo) o voluminoso alle radici e con le punte all’infuori per accentuare il mood anni Ottanta, o semplicemente mosso e naturale – magari con il piccolo aiuto di Beach Spray.

I carré di Evos: scalati, movimentati, lunghi

Il carré di Evos è movimentato da scalature che alleggeriscono i contorni e rendono il taglio più semplice da gestire.

Potete arricchirlo con onde definite aiutandovi con il fluido condizionante APP Curly Soft Touch e con la lacca APP Lacca Super Eco Soft Touch, o lasciarlo naturalmente ondulato.

Oppure, per una serata glam, potete creare un vero e proprio look anni Ottanta donando volume alle radici con APP Volume Duxt e pettinando la chioma all’indietro.

E, per una luminosità effetto specchio, provate a vaporizzare APP Crystal Spray Gas sul vostro styling.

È sempre Evos a firmare il long bob, il caschetto lungo e versatile con cui è possibile creare look adatti ad ogni occasione.

Per tutti i giorni, create delle onde naturali applicando un mix di APP Curly Soft Touch e APP Liss Resolution; per una serata glam, osate con onde più definite e lucidatele applicando ArganOil – Olio e Perfetta Lacca Spray.

Simile a un carré ma più movimentato è lo Shag morbido di Evos, super scalato e con il ciuffo.

Modellate delle onde morbide effetto naturale mescolando APP Textifix e APP Matérix, lisciateli con APP Liss Resolution per una serata speciale, o puntate sul look messy-glam spettinando le onde con APP Curly Oil & Mousse e APP Crystal Wax.

I carré Franck Provost: volume, lunghezze e vibes anni Ottanta

Anche Frank Provost ha puntato tutto sui carré, e ce ne propone addirittura tre.

Il primo, voluminoso e leggermente scalato sulle punte, è decisamente vintage e decisamente elegante.

Rende infatti al massimo acconciato con onde vintage, fissate con Spray Extra, o con un brushing rotondo e voluminoso reso più corposo da Foamer Density.

Oppure, provate a creare onde definite (da illuminare con Brillant Hair) e a spettinarle all’indietro per un effetto moderno e ultra-chic.

Troviamo il long bob anche nel castello parigino di Franck Provost, che ne accentua la luce con Absolu de Lumière. Provate a lisciarlo lasciando qualche ciocca spettinata sulla fronte, o puntate su un mosso stropicciato alla Sofia Loren creando onde e volume con Spray Keep Curl e Design Powder.

Infine, le vibes anni Ottanta hanno conquistato anche Frank Provost, che le fa rivivere nel suo carré dritto lunghezza mento con frangia. Grafico e cool, può essere acconciato in tanti modi diversi: liscio e leggermente spettinato, con riccioli pieni ed elastici (anche sulla frangia) o naturalmente ondulato e spettinato.

I tagli per chi non ama il carré

Siete arrivate fin qui e siete ancora convinte che no, il carré non fa proprio per voi? No problem: abbiamo altri tre tagli da proporvi.

Un taglio corto: Perfect Shape di Jean Louis David

Se amate il corto, Jean Louis David ha quello che fa per voi: si chiama Perfect Shape ed è un taglio che sfila i capelli sulla nuca, mantenendo un po’ di lunghezza sui lati.

Potete lisciarli, spettinarli, dargli volume: incorniceranno il viso e lo faranno brillare – soprattutto se vi aiuterete con Shine Wax.

I tagli lunghi di Jean Louis David ed Evos

Se di tagliare i capelli non se ne parla proprio, puntate sul movimento di Sexy Rider, il taglio Jean Louis David che si limita a scalare e ovalizzare i capelli.

E, con un taglio così, potete davvero sbizzarrirvi: rendeteli ricci e voluminosi con Perfect Curls o realizzate uno stile vintage super-liscio valorizzandolo con Brume Go Detox, oppure giocate con uno styling morbido, ondulato e un po’ wild realizzando grossi ricci spettinati e amplificando il volume con Ciment Go XXL.

Ultimo ma non meno importante è il taglio lungo proposto da Evos, che si ispira a una femminile icona anni Ottanta: Farrah Fawcett.

Il suo taglio vibrante dai volumi leggeri e arricchito da una frangia lunga rivive nel Private Club di Evos, che lo rende liscio e raffinato con APP Liss Resolution, wild-chic e movimentato con APP Curly Oil & Mousse, o femminile, voluminoso e bouncy con APP Volume Duxt.

I colori: tre classici dai tocchi moderni

Per quanto riguarda il colore, quest’autunno torneranno le tonalità naturali, arricchite però da tocchi moderni

Il biondo, ad esempio, è freddo e tendente al beige per Jean Louis David, mentre Franck Provost ne accentua il colore e i riflessi, ed Evos lo schiarisce sulle lunghezze per un effetto 3D.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il castano, il colore più naturale che c’è, alla lunga rischia di risultare banale. Così Jean Louis David lo arricchisce di sfumature mielate, Franck Provost di tocchi caramello, Evos di morbide sfumature luminose che donano movimento e tridimensionalità.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Infine, Franck Provost porta nel suo castello parigino anche il rosso, in una sfumatura brillante e fiammeggiante che cattura la luce in modo super-glamour.

Federica Miri

 

No Comments Yet

Comments are closed