A Milano è sbarcata la Gorilla Gallery di Lush!

La Gorilla Gallery dà voce ai “rentless

Quando pensiamo a Lush pensiamo ai colori, ai profumi, al riposo e a momenti piacevoli da dedicare noi stessi. Ma Lush è anche sinonimo di etica, ambiente e bei progetti. Ecco perché siamo andati a scoprire la Gorilla Gallery, in Corso Como 5, un percorso olfattivo e multisensoriale dove sono presentate le nuove 14 fragranze della Gorilla Perfume, vendute esclusivamente, fino a domenica, in questo spazio interattivo e carico di belle emozioni.

Il tragitto che Lush ha creato per il suo IV volume della Gorilla Gallery è impostato sulla storia, sulle emozioni e sui viaggi che Simon Costantine, naso e mastro profumiere del brand ha percorso e su incontri e storie di vita di Hal Samples, film maker e fotografo di Dallas.

Suddiviso in 9 stanze multisensoriali in cui le nuove fragranze sono unite da installazioni artistiche che vogliono richiamare la storia a cui sono legate, in cui i protagonisti sono per lo più uomini e donne che vivono di poco, chi perché vive nel deserto, in luoghi poveri e in guerra e chi perché è un vero homeless, un senzatetto, che Lush ha voluto rinominare “rentless”, colui che non ha un affitto da pagare. Il termine “rentless” è proprio nato dalla riflessione che sebbene ci siano uomini, donne e bambini che vivono in gravi condizioni, questi hanno un qualcosa, un posto o una persona che li faccia sentire “a casa”.

Pensiamo a cosa sia casa per noi…

Casa può essere l’odore del caffè, la famiglia, una coperta, un profumo, un animale. Abbandonando così il termine homeless Lush dà voce, volto ai “rentless” che troppo spesso sono invisibili ai nostri occhi

Ecco così che incomincia il percorso della Gorilla Gallery di Lush incontrando ricreazione di luoghi e installazioni artistiche. I primi tre profumi presentatoci, Road From Damascus, Cardamom Coffee e Manouche Zaatar della linea Gorilla Perfume ci riportano al viaggio di Simon Costantine tra persone povere che pur vivendo di poco sono riusciti ad accoglierlo nella propria tenda offrendogli caffè al cardamomo e pane. Godendo così delle cose semplici e comprendendo che casa non è solo un appartamento con tutti i confort che ne determina, ma è un qualcosa di molto più profondo. È calore, è vita, è tutto ciò che crea rapporti umani.

La seconda parte del percorso si focalizza su Hal Samples, videomaker di Dallas, dalle cui storie sono nati numerosi profumi della Gorilla Perfume, uno di questi racconta la storia di sua nonna, Sweet Grandma, figura importante per il cammino e la crescita di ogni uomo. Alle spalle del muro con le fotografie della nonna di Hal, che emana il suo stesso effluvio, troviamo una cisterna d’acqua con una scritta “This looks a bit like an elephant”, una tag dell’artista Banksy. Si tratta di una cisterna d’acqua che prima ancora di diventare un’opera d’arte era la casa di Tachowa Covington, un senzatetto, un “rentless” che per puro caso, o meglio destino, ha incontrato Hal Samples il quale fece della sua storia e della sua meravigliosa e straordinaria casa un film. Da questi incontri la Gorilla Gallery presenta due fragranze, Rentless e Tank Battle.

In Corso Como 5 le emozioni non terminano e dopo aver visitato la casa di Tachowa Covington si attraversa un tunnel fatto di numerose reti bianche che creano sensazioni di difficoltà, claustrofobia e ansia per meglio rappresentare il periodo buio del videomaker, causato da un’ernia e una rete posizionata, nel suo corpo, in modo sbagliato da non permettergli di muoversi. Mentre si tenta di trovare la via d’uscita di questo tunnel riecheggiano i rumori delle slot machine perché Hal racconta di aver trovato un unico studio che lo operasse, a Las Vegas.

Il viaggio nella Gorilla Gallery di Lush continua, troverete infatti una riproduzione di una piccola casa, la Self Esteem Machine dove scattare foto e un giardino segreto

Lush ha creato fragranze ispirate alla realtà, alle esperienze, ai viaggi, agli intoppi che accadono nella vita, alla casa, alla famiglia e alle persone straordinarie che ogni essere umano può incontrare nel proprio cammino.

La Gorilla Gallery sarà aperta fino a domenica per accompagnarvi durante la settimana più fashion del panorama milanese e numerosi saranno gli eventi proposti da Lush: serate con musica dal vivo, pomeriggi di workshop e percorsi sensoriali creati dal vino con l’originale percorso di degustazione in collaborazione con Perlage Winery, azienda produttrice di vini biologici e vegan.

Camilla Catalano

https://it.lush.com/
https://www.facebook.com/LushItalia/
https://www.instagram.com/lush_italia/?hl=it
Lush Gorilla Gallery
Spazio Atelier, Corso Como 5, Milano

Orari:
Gio-Ven: 13-20
Sab: 11-20
Dom: 11-19

Eventi:
Venerdì 22 settembre, musica dal vivo 19.30-21;
Sabato 23, workshop “Il profumo è arte” 12-14; Musica dal vivo 19.30-22; degustazione vini biologici e vegan di Perlage Winery;
Domenica, workshop “Il profumo è arte” 12-14
No Comments Yet

Comments are closed