Sotto l’albero o sulla tavola

Tutto il buono dell’Italia…sotto l’albero

Olio, vino, prosecco, liquore: il brindisi di Natale è un’esperienza multisensoriale  

©Fabio Sangregorio – Unsplash

L’Italia è un territorio dal valore inestimabile e dal gusto superiore. L’avete mai girata a suon di brindisi? Oggi beautytudine vi porta alla scoperta dei sapori dello stivale tra vini pregiati, prosecco e liquori.

In alto i calici

Ravioli, lasagne, polpettone. A Natale ogni famiglia ha il pranzo che la rappresenta, un menù specifico che racconta la storia di generazioni e la unisce, magicamente, a tavola.

Ma se per quanto riguarda le pietanze i riti variano di regione in regione, per le bevande le certezze sono tutte uguali: qualità e passione per il territorio nazionale devono concentrarsi nel bicchiere. Ecco alcune proposte che trasformeranno il pranzo di Natale in un brindisi di felicità.

Per cominciare facciamo un viaggio in Toscana

Sui colli di Montespertoli, nel cuore del Chianti, c’è Fattoria La Leccia. Un angolo in cui natura e bontà si fondono, tra boschi di lecci e prelibatezze del territorio.

Una tra tutte è Frantoio: olio extravergine d’oliva monocultivar che nasce dalle 4.000 piante di olivo, coltivate in regime biologico, che circondano la proprietà.

Le olive, raccolte manualmente e immediatamente portate al frantoio e frante, mantengono un’intensa fragranza e un gusto irresistibile.

Per il pranzo di Natale utilizza Frantoio per piatti che richiedono un gusto saporito e fruttato, su zuppe o legumi o, perché no, anche a crudo per una bruschetta prima di cominciare.

www.laleccia.it

È il momento del brindisi

Castello di Meleto, angolo di paradiso a Gaiole in Chianti dal 1256, propone Parabuio Toscana Rosso IGT.

Il nome deriva dalla sottozona di Casi dove, in mezzo a due colline, scorre un torrente impetuoso dove l’uomo ha difficile accesso: il borro di Parabuio. E Parabuio è anche un vigneto divenuto punta di diamante dell’azienda. Qui infatti Castello di Meleto ha deciso di coltivare il Merlot.

Ribes nero, marasca, vaniglia, burro e crema sono i sapori predominanti di Parabuio seguiti poi, dopo qualche sorso, da spezie e note grigliate. Piatti a base di carne rossa, pollame o formaggi di media stagionatura si abbinano perfettamente.

www.castellomeleto.it

Ode al vino friulano

Sulla collina del Collio, terra rinomata per la produzione di grandi vini quali Friulano, Ribolla, Sauvignon, nasce l’azienda agricola Polje (il nome deriva dalle doline carsiche).

Cosa ci può essere di meglio, durante le festività, che portare in tavola Fantazija Bianco DOC Collio 2019: vino bianco che si è aggiudicato il miglior punteggio secondo la giuria di wine professionals che ha valutato i campioni per la guida internazionale 5StarWines.

Fantazija nasce da una cuvée di uve tradizionali del territorio e rappresenta a pieno questa terra ricca di sedimenti oceanici di arenaria, che regala mineralità alle uve.

Al primo sorso frutti tropicali, mela, fiori d’acacia e crosta di pane sono protagonisti. Successivamente un leggero sentore di agrumi pervade il palato.

Un salto in Calabria

Presso la cantina Statti di Lamezia Terme che con il suo Novello 2021, vino ottenuto dalla sola macerazione carbonica, porta in tavola sapore e convivialità.

Che cos’è la macerazione carbonica? Le uve non vengono sottoposte a pigiatura ma vengono chiuse in un contenitore all’interno di un ambiente privo di ossigeno dove si verifica un processo anaerobico di fermentazione alcolica intracellulare.

Il risultato? Un vino fresco e giovane dall’intenso profumo di frutti a bacca rossa e fiori dolci.

statti.com

E poi in Franciacorta

Castello Bonomi, unico château della Franciacorta, ci accompagna durante la cena di Natale con Franciacorta Dosage Zéro Millesimato 2013, vincitore dei 3 Bicchieri Gambero Rosso 2021.

Ottenuto da uve Chardonnay e Pinot Nero in proporzioni uguali, lo spumante non ha aggiunta di zuccheri ed esprime tutta la sua intensità. Perfetto con crudités di pesce e crostacei, stoccafisso norvegese, risotto di scampi o ostriche.

www.castellobonomi.it

Panettone e Prosecco

Quello di Bortolomiol, che dal 1760 fa conoscere al mondo il Prosecco superiore, è una garanzia. E per festeggiare il 70° anniversario arriva 70th Anniversary Rive di Col San Martino Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG: spumante in edizione limitata e numerata.

Ricoperte da un’elegante etichetta in lamina argentata accompagnata da un bindello che racconta la storia di questa bontà, sono state prodotte 8000 bottiglie nate dalle uve provenienti da un unico vigneto immerso in un pendio nel bosco della Denominazione.

Questo spumante è perfetto per primi piatti come risotti e pasta con ragù di carni bianche, ma anche pesce o sfoglia salata.

www.bortolomiol.com
Asolo Prosecco Superiore DOCG Extra Brut by Graziana Grassini – Giusti Wine

Graziana Grassini è un’enologa, una tra le wine maker più rinomate al mondo, che plasma i vini della cantina trevigiana Giusti Wine di Nervesa della Battaglia.

L’essenza del territorio veneto si esprime al massimo in questo Prosecco, creato esclusivamente con le uve del vigneto della Tenuta Aria Valentina.

Una bontà dai toni fruttati e floreali e dal sapore fresco e croccante. Ideale per piatti di mare e crudités di crostacei.

www.giustiwine.com
Cuvée del Fondatore Graziano Merotto Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Brut Millesimato 2020

Merotto festeggia 50 anni di attività con la Cuvée del Fondatore Graziano Merotto, Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Brut Millesimato 2020. Un’edizione unica e speciale che nasce dalle uve di Col San Martino, dai mappali 86 – 826 a 230 metri sul livello del mare.

Caratterizzato da una spuma cremosa, un perlage setoso ed un profumo intenso, il tuo brindisi sarà al sapore di note di frutta bianca e agrumi.

www.merotto.it

Non c’è dessert senza liquore

Per concludere al meglio la lunga giornata trascorsa a tavola assaggia Agricanto, il liquore a base di vino Raboso con estratto di ciliegie, mandorle, piante officinali e spezie della famiglia Paladin.

Il Raboso è stato il vino che la Serenissima ha esportato fino in oriente, il cosiddetto “vino da viaggio”.

Grazie alla sua elevata tannicità è un vino resistente e longevo, tuttora amatissimo con i classici cicchetti (tapas) nei bacari del capoluogo veneto.

Il nome, Agricanto, deriva dalle parole Agri (in latino “del campo, della terra”) e Canto (ringraziamento per questo frutto del territorio).

Degustalo da solo o abbinato a scaglie di cioccolato fondente, dessert al cucchiaio, gelati, semifreddi, cassate, panna cotta.

www.paladin.it

Per i più raffinati gourmand, dalla Toscana i cesti natalizi

La Tenuta di Artimino ci propone tre tipologie di cesti natalizi ricchi di bontà e leccornie enogastronomiche tipiche del territorio.

VINO E SAPORI 

Cestino vimini rettangolare rosso che include: Sacco polenta classica gr.400 Antiche tradizioni – Sacco pasta di gragnano igp gr.250 Fabbrica della pasta – Ribollita toscana gr.120 L’antica cesta – Sugo l’arrabbiata della dispensa di Amerigo – Lardo aromatizzato sapori gourmet gr.300 – Vino Barco reale Ser Biagio Tenuta di Artimino.

SAPORI TRADIZIONALI 

Cestino vimini che include: Bruschettine con rosmarino gr.150 Bontà lucane – Zuppa di farro gr. 200 L’antica cesta – Sacco pasta di gragnano igp gr.250 Fabbrica della pasta – Cotechino antica ricetta gr.500 incartato a mano Sal. Ferrari Erio – Sacco lenticchie della fortuna gr.400 Melandri – Salame toscano gr.250 Sapori Gourmet – Vino Carmignano Poggilarca Tenuta di Artimino.

SELEZIONE DELLE ECCELLENZE

Cesto in raffia che include: Sacco di pasta di gragnano igp gr.500 Fabbrica della Pasta – Finissima pasticceria assortita gr.150 Virginia – Cantuccini artigianali arancio e cioccolato gr.250 Cipriani dolciumi – Forma di pecorino toscano fior di seggiano gr.500 – Salsina da formaggio ai fichi Biffi – Salsiccia di Siena pepina gr.200 Sapori Gourmet – Vin santo del Chianti Tenuta di Artimino – Vino Barco reale Ser Biagio Tenuta di Artimino.

www.artimino.com

Alessandra Borgonovo

error: il contenuto è protetto.