Eau de Senses di Diptyque

Diptyque ci porta nel mitico giardino delle Esperidi, dove i fiori e gli agrumi danno vita a nuove gestualità profumate

Un designer, un pittore, un direttore di teatro: sono tre professioni apparentemente diverse, ma che hanno in comune la creatività. Christiane Gautrot, Desmond Knox-Leet e Yves Coueslant erano proprio un designer d’interni, un pittore e un direttore di teatro parigini. Nel 1961, i tre amici aprirono un bazar unico nel suo genere: nessun altro in tutta Parigi aveva oggetti come quelli di 34 boulevard Saint-Germain, come i tessuti con design creato da Christiane e Desmond o gli articoli che portavano in Francia dai loro viaggi. È così, da un bazar di lusso, che nacque Diptyque, quella che negli anni si trasformerà in una delle grandi marche della profumeria artistica francese.

Diptyque ci porta nel giardino delle Esperidi

Oggi vogliamo raccontarvi una delle storie Diptyque, la storia di un giardino: è il giardino delle Esperidi, quello in cui solo dei e ninfe sono ammessi. Qui ci sono frutteti dall’odore inebriante e fiori che raccontano storie magiche, poetiche, straordinarie. Diptyque è riuscito ad accedere al mitico giardino per farci vivere queste storie, traducendole in gestualità profumate che hanno ispirato il duo di artisti milanesi Carnovsky nel creare eccezionali e colorate illustrazioni.

Eau de Senses: tutte le sfumature dell’Arancia Amara

I fiori sbocciano nella lussureggiante vegetazione, e gli agrumi di ogni tipo piegano gli alberi. Il giardino delle Esperidi è immerso in un tripudio di colori: verde, giallo, arancio, blu e rosso incuriosiscono gli animali, mentre l’effervescenza odorosa dei fiori e del frutteto attira le dee e le ninfe, quasi incantandole. C’è un senso di confusione, quasi di allucinazione: merito dell’Eau de Senses, la fragranza Diptyque che accarezza il giardino.

Eau de Senses ci trasmette tutte le dimensioni dell’Arancia Amara: sentiamo il profumo del legno dell’albero, delle foglie, del fiore, del frutto, addirittura delle radici. Questo ambizioso obiettivo è stato aggiunto mescolando gli ingredienti floreali raw, Bocciolo d’Arancia, Patchouli, Radici di Angelica, con un tocco fruttato di Bacche di Ginepro: il risultato è fresco come il suono di una cascata

Il Gel Detergente Eau de Senses. Pelle di seta

È proprio verso la cascata del giardino delle Esperidi che ci dirigiamo ora: è qui che le ninfe vanno a rinfrescarsi e a detergersi. Da quando Diptyque è entrato per il giardino, dee e ninfe hanno un segreto per rendere la loro pelle liscia e morbida come la seta: è Eau des Sens Cleansing Hand and Body Gel. Si tratta di un gel detergente che, sotto l’acqua, si trasforma in una schiuma setosa che ammorbidisce la pelle e la profuma di Fiori d’Arancio e Arancia Amara, due note valorizzate da tocchi di Bacche di Ginepro e Petit Grain.

Hair Mist. Una chioma inebriante

Ma una fragranza per il corpo e un detergente non sono ancora abbastanza per le ninfe: per inebriare gli dei, vogliono che ogni volta ondeggiando la testa i propri capelli rilascino un profumo ipnotico. Ecco quindi che Eau de Sense di Diptyque dà vita anche a una fragranza per capelli, Eau des Sens Hair Mist. Delicato, leggero, agrumato, con tocchi freschi e speziati, il profumo lascia sulla chioma un velo tanto invisibile quanto profumato. Eau des Sens Hair Mist è arricchito con Olio di Camelia, che nutre e protegge i capelli delle ninfe. Anche di quelle che, come noi, vivono in città.

Federica Miri

SOCIAL FB