“Artigianato e Palazzo” a Firenze

Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani presentano la 25esima edizione della mostra Artigianato e Palazzo a Firenze

Palazzo e Giardino Corsini ph Susanna Stigler

Cento artigiani italiani e stranieri, fino a domenica 19 maggio, si riuniscono nel Giardino Corsini, insieme ai loro laboratori, che vengono ricostruiti per quest’occasione, volta a promuovere l’importanza dell’artigianato e dell’antico lavoro manuale.

Da sinistra: Neri Torrigiani e Giorgiana Corsini promotori e organizzatori della mostra Artigianato e Palazzo di Firenze, giunta alla 25° edizione. ph Alessandro Moggi

L’obiettivo di Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani è quello di salvaguardare e valorizzare i mestieri d’arte ponendo al centro dell’attenzione non solo il prodotto ma l’uomo e il suo lavoro nelle botteghe.

Il mestiere dell’artigiano consiste nel lavoro simbiotico fra la mano e la mente, fra il pensiero e l’azione, fra la perizia teorica e l’abilità manuale

Fino a oggi Artigianato e Palazzo ha rappresentato 744 artigiani, 154 mestieri e ha registrato 157.000 visitatori.

Giardino Corsini dall’alto

Artigianato e Palazzo è stata infatti chiamata a partecipare a importanti mostre come “Italia in Giappone” a Tokyo e Osaka, “Artisans Passions” a Parigi e “Hats on Film” a Los Angeles.

L’ambasciatore d’Italia nella Federazione Russa ha organizzato la recente missione a Mosca per mandare avanti il progetto “Memorie di Russia a Firenze”, importante testimonianza del legame tra Firenze e la comunità russa.

Sono infatti presentate le Icone della Fondazione Dom Nevyanskoy Ikonoy dalla Russia, che riportano in auge l’iconografia del Nevyansk.

In quest’occasione viene dato il Fiorino d’Oro, l’onorificenza più importante della città di Firenze, che secondo il sindaco Nardella, sta vivendo un nuovo Rinascimento dell’artigianato, recuperando il concetto tradizionale della bottega artigianale.

Una delle tante possibilità offerte da Artigianato e Palazzo è quella di visitare l’esposizione “Leonardo e il Battiloro” dedicata al prezioso lavoro di Giusto Manetti Battiloro, una delle più importanti aziende storiche della città di Firenze, famosa nella produzione della Foglia oro, nata nel 1820.

Per la prima volta si può anche vedere l’antica macchina Maglio progettata da Leonardo da Vinci, riprodotta in occasione della ricorrenza dei 500 anni dalla morte del grande maestro.

Per sostenere gli interventi di restauro a favore del patrimonio culturale di Firenze, da Febbraio 2019 la mostra ha dato origine a una campagna di raccolta fondi che chiuderà il 31 Maggio 2019, con l’auspicio di raggiungere 308.000 euro per sostenere i necessari interventi di restauro previsti.

Ginevra Viola

SOCIAL FB
No Comments Yet

Comments are closed