Natale alle Baleari

L’arcipelago delle Baleari, celebra la magia delle Feste

Tra cultura locale e cucina tradizionale: dai canti popolari delle Pitiusas ai migliori mercatini di Natale, passando per le grandi fiere gastronomiche e le tradizioni popolari di fine anno

Un Natale alle Isole Baleari è un Natale diverso, ricco di cultura e cucina tradizionale

Ecco la grande varietà di attività natalizie dell’arcipelago, da vivere almeno una volta nella vita

Formato da quattro isole (Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera) ubicate nel cuore del Mediterraneo in Spagna, l’arcipelago delle Isole Baleari è un paradiso di bellezza indescrivibile con parchi e monumenti naturali, coste bagnate da acqua cristallina e una biodiversità unica, che rendono il panorama inimitabile.

Ma le Isole Baleari non sono una méta da scoprire solo nei mesi caldi: anche a Natale l’arcipelago riserva ai suoi visitatori sensazioni ed emozioni uniche, da vivere almeno una volta nella vita, grazie alle tradizioni locali, alla cultura eno-gastronomica e alle numerose attività da svolgere in inverno.

Maiorca 

Maiorca, Cant de la Sibil-la

Il Cant de la Sibil-la non è un evento qualsiasi, ma un emozionante canto religioso di origine medievale che non lascia indifferenti. Come elemento principale delle Matines (Messa di Mezzanotte), ogni 24 dicembre si può vedere lo spettacolo natalizio eseguito praticamente in tutte le chiese e parrocchie dei comuni di Maiorca, con la Cattedrale di Maiorca e il Santuario di Lluc come luoghi più popolari.

Per la sua convergenza di tradizione popolare e musica colta, il Cant de la Sibil-la è stato dichiarato Bene di Interesse Culturale Immateriale e Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità dall’UNESCO nel 2010. Questo spettacolo fortemente emotivo, introdotto a Maiorca dopo la conquista da parte di Giacomo I, profetizza la venuta del Redentore e il giudizio finale attraverso un canto in latino che viene eseguito anche in catalano dal XIII secolo.

La performance ha come protagonista una sola persona con una voce angelica e nessun accompagnamento musicale tranne i preludi tra le strofe, vestita con una tunica bianca e un mantello ricamato, che porta una spada sospesa in aria davanti al viso durante tutta la canzone.

Passeggiando dai conventi, come quelli di Santa Clara e di Santa Maddalena a Palma, agli stabilimenti più antichi della città, le famiglie e gli amici avranno la possibilità di assaggiare i prodotti caratteristici di questo periodo dell’anno: una varietà di torroni artigianali, cuori di San Francisco, ensaïmada ripiena di marzapane, peix de pasta real, dolci di cocco e biscotti alla cannella. Durante i tradizionali pasti di Natale, la sopa rellena (zuppa ripiena) e la lechona (maialino da latte) sono i piatti per eccellenza nelle riunioni di famiglia.

Per l’ultimo dell’anno, invece, non c’è niente di meglio che uscire per le strade di Palma e godersi il Capodanno con i propri cari, le luci e gli auguri.

La Plaza de Cort e il Paseo del Borne sono alcuni dei luoghi dove si vive la tradizione di mangiare 12 acini d’uva di buona fortuna con i rintocchi dell’orologio e dove si può dare il benvenuto al nuovo anno con la buona musica. E parlando di musica, uno degli eventi a cui assistere per celebrare l’arrivo del nuovo anno è il concerto offerto dall’Orchestra Sinfonica delle Isole Baleari, ispirato al programma allegorico del Concerto di Capodanno di Vienna, che presenta alcuni dei pezzi più noti come Napoleone, Festa dei Fiori, Il Valzer dell’Imperatore e la Marcia Radetzqky, a chiudere la serata.

Minorca

Minorca, Ciutadella

Il Natale a Minorca è associato ad alcuni personaggi tipici, conosciuti come i llumets, quattro folletti magici che, secondo la leggenda, vivono sull’isolotto di Colom, sulle acque di Maó. I llumets segnano l’inizio delle feste natalizie e sono incaricati di accendere le luci che animano le strade e le piazze. Per vederli, i più curiosi si recano ogni anno in Plaza de la Constitución a Maó: restando con gli occhi fissi sulla facciata della chiesa di Santa María, è possibile vedere i llumets che escono dal campanile per salutare la gente e distribuire dolci.

La missione degli elfi non finisce qui: sono anche incaricati di mettere fine alle feste spegnendo le luci di Natale, subito dopo il giorno dei Re Magi, il 5 gennaio. Tuttavia, dopo aver salutato i minorchini, ritornano all’isolotto di Colom da dove sono venuti, fino alle prossime feste di Natale.

Da non perdere assolutamente anche la Festa di Capodanno! Il nuovo anno viene accolto con il tradizionale suono delle campane nella Plaza de la Constitución di Maó, e dalle 00.30 si può continuare la festa fino alle prime ore del mattino nel Pabellón Municipal Padre Petrus.

Ibiza

Se Ibiza è una meraviglia durante l’estate… in inverno lo è ancora di più!

Per Natale, Ibiza diventa un’ottima destinazione per chiunque voglia passare qualche giorno tra eventi, tradizioni e cultura. La musica accompagna sempre questo periodo, ed è per questo che tra il 13 e il 16 dicembre si tiene l’audizione di Natale della Scuola di Musica della città d’Ibiza. Inoltre, il Coro della Città di Ibiza esegue un concerto di Natale sabato 18 dicembre alle ore 19, così come, per esempio, la Banda Sinfonica della Città di Ibiza, che si esibisce sempre domenica 19 alle ore 12, entrambe nello Spazio Culturale Can Ventosa.

Anche la Big Band Ciutat d’Eivissa si esibisce sabato 18 dicembre, ma alle ore 20,30 in piazza Antoni Albert i Nieto.

Se parliamo di musica, dobbiamo fare una menzione speciale alle Caramelles de Navidad, dichiarate Bene di Interesse Culturale (BIC) dal 2005, perché sono probabilmente la rappresentazione di riferimento del canzoniere di Pitiusas. Considerate come patrimonio culturale immateriale, le Caramelles raccontano la nascita di Cristo, accompagnate da alcuni strumenti tradizionali delle Pitiusas: il flauto, le nacchere, l’espasí e il tamburo.

Formentera

Formentera, La Savina

Formentera, il piccolo paradiso dell’arcipelago delle Baleari, è un luogo idilliaco per trascorrere le vacanze di Natale. Ogni anno viene preparato un programma di proposte molto speciali per tutta la famiglia. Come da tradizione, il Dipartimento del Commercio inaugura il tradizionale Mercatino di Natale, un mercato situato nella zona pedonale di Plaza de la Constitución, dove vari negozi e imprese locali allestiscono le loro bancarelle con una grande varietà di articoli.

Per quanto riguarda la notte del 24, nelle diverse chiese dell’isola come Sant Francesc, Sant Ferrán e La Mola, si celebrano le Matines (messa di mezzanotte) durante le quali si interpretano le Caramelles de Navidad, musica tradizionale dei Pitiusas rappresentata da uomini con accompagnamento strumentale e dichiarata Bene di Interesse Culturale (BIC). 

Infine, famiglie e amici si riuniscono per godere di una pietanza che non lascia indifferente: il Bullit de Nadal, un piatto caldo a base di pancetta e pollame o maiale, il cui brodo in eccesso viene utilizzato per fare la famosa Salsa di Natale o Mossona, protagonista di antipasti e dolci.

La Redazione

Per scoprire le modalità d’ingresso nelle isole Baleari consultare il sito safetourism.illesbalears.travel
illesbalears.travel
illessostenibles.travel
error: il contenuto è protetto.