Avete mai avvicinato le Balene?

Non nei documentari ma dal vivo. Questa esperienza meravigliosa è fattibile due mesi l’anno in Rep. Dominicana, destinazione che rientra nei corridoi turistici autorizzati

©Richard Sagredo -Unsplash

Trovarsi a pochi metri dalle Balene è realmente emozionante. E per nulla proibitivo. 

Vi siete mai trovate a distanza ravvicinata dalle balene? Non nei video, sul serio! Megattere sorprendenti: gli esemplari adulti possono arrivare a 17 metri di lunghezza.

Con il loro dorso scuro le megattere percorrono distanze inimmaginabili per noi umani; ogni anno in inverno abbandonano i mari dell’emisfero nord e raggiungono le acque calde tropicali.

Quando si trovano in mari come quello del Canada fanno scorte impressionanti di cibo: fino a 1.360 kg al giorno! Si nutrono principalmente di krill, crostacei e organismi che compongono lo zooplancton. Pensate che una balena adulta può pesare fino a 360 quintali!

Sapete che non hanno denti? Nelle mascelle ci sono da 270 a 400 fanoni, lunghi mediamente 70 cm; fatti di cheratina e flessibili, si comportano da “pettine”, una sorta di filtro che trattiene nella bocca i piccoli pesci, mentre l’acqua fuoriesce.

Però pensate che cosa incredibile: quando arrivano nelle acque tropicali, mangiano pochissimo, perché hanno accumulato sufficienti riserve di grasso.

Nella stagione degli amori i maschi emettono suoni e vocalizzi; il richiamo può durare da 10 a 20 minuti e viene ripetuto per diverse ore.

Una volta che le femmine sono fecondate, scelgono di partorire nei mari caldi. Una baby balena alla nascita pesa 700/900 kg ed è lunga 4 metri e mezzo…

I loro comportamenti sono emozionanti da ammirare, specialmente se ci si trova a pochi metri. Il soffio può raggiungere i 3 metri di altezza e ha la forma di colonna o di V. Le code sono enormi e quando le balene sono completamente immerse, si vedono solo queste sagome.

Sono star acrobatiche quando praticano il breaching, una rotazione spettacolare che ci consente di ammirarle per intero. I grandi cetacei emergono almeno con due terzi del corpo prima di ricadere nell’acqua, i piccoli compiono capriole e avvitamenti completi. Hanno un’agilità incredibile se pensiamo che pesano l’equivalente di 400 persone!

Il significato del breaching non è ancora del tutto chiaro alla scienza; potrebbe trattarsi di una manifestazione di corteggiamento, di una segnalazione, di un modo per riunire i pesci prima di catturarli o per sbarazzarsi dei parassiti. Certo è che per noi questi tuffi rappresentano una vera emozione.

Ogni anno, da metà gennaio a metà marzo, la specie di megattere chiamata Ballenas Jorobadas migra numerosa dalle acque del Canada a quelle della Repubblica Dominicana.

Il Ministero dell’Ambiente ha decretato alcune zone riserva integrale mentre l’accesso alle persone è consentito nella Baia di Samaná.

A bordo di piccole imbarcazioni si va alla ricerca di questi animali stupendi, che con il loro incedere maestoso si lasciano avvicinare. È frequente vedere mamme con cuccioli o coppie di adulti.

L’escursione alle balene è un’esperienza indimenticabile. È proposta regolarmente dal Viva Wyndham V Samaná.

La struttura, riservata ai maggiori di 18 anni, si affaccia sul mare e offre un ultra all inclusive. Tre tipologie di sistemazioni, quattro ristoranti, una piscina scenografica, ampi spazi verdi, numerose attività e un centro benessere pluripremiato.

Per l’inverno 2022 il tour operator Francorosso propone pacchetti con voli dall’Italia, trasferimenti e soggiorni al V Samaná.

Luisella Colombo

SOCIAL FB