Sognando di tornare a passeggiare nel verde

Ode a natura e sapori nel territorio di Brescia in Lombardia

Visit Brescia ci guida in un meraviglioso viaggio tra sapori e bellezze di un territorio tutto da scoprire 

@albertominini, Bagolino

Natura, castelli, bollicine e tante eccellenze gastronomiche. Questa è tutta la bellezza nella provincia di Brescia, un piccolo gioiello di benessere a pochi passi da casa. Ce lo racconta Visit Brescia

Brescia e le sue bellezze

La primavera è arrivata. Certo, in questi giorni di quarantena possiamo osservarla solo dal balcone di casa, immaginando di tornare il più presto possibile a passeggiare nel verde e sentire sul viso il calore del sole.

Ecco allora alcuni consigli per viaggiare, prossimamente, in un territorio meraviglioso, che si trova davvero a pochi passi da casa: Brescia

Sì, perché tra paesaggi mozzafiato ricchi di una natura cangiante che raggiunge le vette fino a tuffarsi nei laghi, prodotti tipici e immense vigne, natura e gastronomia si uniscono per dar vita a un piccolo angolo di paradiso.

Partiamo allora con Visit Brescia alla scoperta di giardini leggendari, borghi, castelli, specchi d’acqua e tanto buon cibo.

Lago di Garda

Il lago di Garda è uno splendido specchio d’acqua ricco di colori e profumi che disegnano le sue sponde.

A Gardone Riviera, il medico Arturo Hruska, fondatore del Giardino Botanico André Heller, ha creato un vero e proprio eden in cui la natura si sposa con le opere d’arte.

Una combinazione perfetta di oltre 3mila specie differenti di piante che provengono da ogni parte del mondo, sculture, ruscelli, ninfee, laghetti artificiali.

Un’esperienza sensoriale davvero unica e indimenticabile

Il profumo di limoni, cedri, bergamotti, chinotti, pompelmi e konquat, invece, ci accompagna in un viaggio magico all’interno di un giardino biologico d’eccezione

La location è a Limone sul Garda. Qui, Gabriella e Giovanni di Frutto del Garda, hanno fatto crescere oltre 150 specie di piante differenti, con un occhio di riguardo agli agrumi.

Per l’occasione, si trasformano in guide provette per una visita della terrazza verticale di muretti a secco. Il tutto circondati dal verde e affacciati sul lago sottostante.

Gustose ricette a base di agrumi, tisane o, per chi ha voglia di uno sprint in più, drink estivi, sono il giusto rimedio per vivere con il sorriso.

Ecco allora che una degustazione di confetture e prodotti trasformati della filiera regala un’esperienza in cui, protagonisti, sono gli agrumi e, in particolare, i limoni del Garda.

Per info e prenotazioni: 
www.bresciatourism.it/cosa-fare/il-profumo-dei-limoni

Lago d’Idro

Il lago d’Idro è circondato da folti e rigogliosi boschi e dall’odore tipico del Bagòss, formaggio autoctono con zafferano, simbolo indiscusso di questo territorio.

Se non l’avete mai assaggiato, il consiglio è recarsi a Bagolino e chiedere di avamposti come “La Malga del Re”.

Qui la famiglia Buccio, con passione e cura della tradizione, porta avanti la stagionatura fino a 6 anni.

Così, tra un po’ di nozioni su forme e fasi di produzione, racconti sulla lavorazione del latte delle vacche brune e immancabili degustazioni dei prodotti di montagna, gli amanti della cucina genuina si sentiranno in paradiso.

Durante la bella stagione, poi, è possibile raggiungere i pascoli e visitare la produzione in alpeggio, per gustare un buon bicchiere di latte e fare un tenero saluto alle regine del Bagòss.

Per info e prenotazioni: 
www.bresciatourism.it/cosa-fare/esperienza-bagoss-malga-del-re

Lago d’Iseo

Il lago d’Iseo vanta un territorio famoso soprattutto per il vino.

I prodotti gastronomici qui la fanno da padrone, perché il lago è circondato dalle colline della Franciacorta e dalle montagne della Valle Camonica.

Una visita a una delle innumerevoli e rinomate cantine delle aziende vinicole è quindi obbligatoria.

Qui ci si concentra soprattutto nella produzione delle bollicine del Franciacorta DOCG.

Verso Marone, invece, città caratterizzata da un clima mite che favorisce la coltivazione dell’ulivo, ha origine il Sebino.

Un olio extravergine di oliva DOP dal gusto delicato e fruttato, tutelato dal Consorzio Olio DOP dei Laghi Lombardi

Oltre alle bollicine, molto amate sono anche le sardine essiccate di Monte Isola. Bandiera per eccellenza di versatilità culinaria in un angolo di Lombardia in cui, nello stesso territorio, si passa dall’assaporare un buon piatto di pesce alla carne.

Come? Grazie a un salame unico nel suo genere, il salame di Monte Isola, ottenuto tramite battitura a coltello e miscelazione con aglio, sale, vino e spezie.

Monte Isola è inoltre uno dei “Borghi più Belli d’Italia” (si è classificata terza all’European Best Destination 2019).

Questo angolo di paradiso del lago d’Iseo regala un’atmosfera unica, in cui il tempo sembra essersi fermato. Una meta perfetta per godersi qualche giorno di sano relax in famiglia o con la dolce metà.

www.bresciatourism.it/cat-cosa-fare/esperienze

I castelli

Vi siete mai lasciati avvolgere dal profumo e dal colore di oltre mille varietà di rose?

Un vero inno alla vita e alla primavera che si può provare a Castello Quistini a Rovato (BS), chiamato “Il castello delle rose”.

Imperdibile anche il Castello di Bornato, a Cazzago San Martino (BS). Uno dei più famosi e affascinanti borghi della Franciacorta, eretto nel XIII secolo.

Le possenti mura merlate, i contrafforti, le torri, il ponte levatoio, il fossato e un elegante giardino all’italiana, lo rendono un vero e proprio gioiello architettonico apprezzato in tutto il mondo.

Al suo interno, invece, possiamo ammirare un prezioso esempio di villa rinascimentale eretta nel 1564.

La villa, dagli anni ’30 di proprietà dei livornesi Orlando che ancora oggi la abitano, è aperta al pubblico con visite guidate e degustazioni di Franciacorta DOCG e Curtefranca nell’antica cantina.

Spingendoci verso l’estremità meridionale del lago d’Iseo, invece, ci sono le Torbiere del Sebino.

Luogo da sogno in cui acqua e terra si incontrano dando vita a una zona di enorme interesse naturalistico.

Le Torbiere del Sebino sono state dichiarate “zona umida di importanza internazionale”, una riserva naturale che si estende per 360 ettari e ci avvicina alla bellezza.

La spongada della Valle Camonica

Arriviamo a scoprire una delle delizie gastronomiche della Valle Camonica che ci invidia il mondo: la spongada.

Una sofficissima focaccia ricoperta di zucchero la cui preparazione richiede un riposo dell’impasto e dei panetti di circa 24 ore.

In origine cucinata per essere assaporata nei giorni di Pasqua e in occasione della domenica delle Palme, viene celebrata dalla cittadina di Breno con una fiera che si dedica a questo prodotto.

Viene proposta in abbinamento con il salame, per un irrinunciabile effetto dolce/salato, davvero da leccarsi i baffi.

Alessandra Borgonovo

SOCIAL FB
No Comments Yet

Comments are closed