Viaggio nel cuore segreto di Venezia

Alla scoperta della Venezia nascosta: dalla Corte di Gabriela alla Chiesa dei Miracoli

Una storia ricca e misteriosa, quella di Venezia, difficile da raccontare in un solo modo.

La città più romantica del mondo offre mille itinerari possibili per far scoprire ai visitatori la sua anima, e nessuno meglio di chi è rimasto stregato da quelle strade è in grado di guidarvi e di farvi immergere totalmente nella cultura della Laguna.

Svegliarsi a Venezia

Come in una fiaba, ci si sveglia tra le mura di quello che fu il palazzo di una facoltosa famiglia di avvocati veneziani, racchiuso tra il Canal Grande, Piazza San Marco, il Ponte di Rialto, il Gran Teatro la Fenice e Palazzo Grassi.

Corte di Gabriela è un hotel romantico ed enigmatico, che riflette il gusto della città per i suoi dettagli unici e fa da sfondo a un caffè dell’antica torrefazione Girani.

Il ricco buffet del mattino è fatto in casa da Gian Luca con ingredienti di stagione, e offre dalle torte di mele alle brioche salate fino alle omelette: un’ampia scelta per soddisfare qualsiasi desiderio della gola.

Le origini della Serenissima

Per scoprire le origini di Venezia, non c’è luogo migliore di Campo Sant’Angelo, con i suoi pozzi quattrocenteschi e il suo caratteristico campanile pendente, sopravvissuto al terribile terremoto del 1347.

Un tuffo nel ‘700: il Teatro d’Opera

Percorrendo poi la strettissima Calle del Caffettier, si raggiunge il Teatro d’Opera La Fenice: uno scenario perfetto per aprire uno scenario sulla vita mondana veneziana del ‘700, evocando così i tempi dei nobili e intellettuali tra teatri e locali dove degustare bevande esotiche come caffè e cioccolata.

La scala leggendaria del Bovolo

Tra Rialto e San Marco poi, si trova Palazzo Contarini del Bovolo, famoso per l‘eccentrica scala a chiocciola ( in veneziano appunto, “bovolo”), fatta aggiungere verso la fine del ‘440 dal rampollo Pietro Contarini e costruita dall’artigiano locale Giovanni Candi.

Una curiosa storia lega Arnaux Marseille, affittacamere che utilizzò il palazzo come locanda in epoca più recente, alla figura che ispirà Hugo Pratt per il suo celeberrimo Corto Maltese.

La nascita del Còdega

Tra le vie di Venezia, 31 strade sono contrassegnate come Calle del Forno, un nome che deriva dall’attività del panettiere. Tra queste, una si apre su una corte che offre l’incipit per approfondire il problema della criminalità nella città lagunare che, a metà del ‘400, indusse il governo a introdurre la figura del còdega: un professionista del lume con l’incarico di dare una stretta al favore delle tenebre.

Riscoprire l’epoca di Casanova

Attraversando poi Calle delle Ballotte, chiamata così per la presenza degli artigiani attivi nella produzione e confezionamento delle palline impiegate nelle votazioni per la magistratura di Venezia (da qui “ballottaggio”), si arriva al Casino Venier, un affascinate esempio dei circoli di moda tra l’aristocrazia dell’epoca, utilizzato anche come luogo per incontri galanti.

Un piccolo gioiello di fine ‘700 incastonato tra Ponte di Rialto e Piazza San Marco, con decorazioni nel salone centrale, spioncini, passaggi segreti e specchi che rievocano un’epoca ricchissima e figure come quella di Giacomo Casanova.

La zona del Milion

Nella parte nascosta della città, si trova il luogo natale del pittore vedutista Canaletto che apre poi la vista su Chiesa della Fava: luogo di sepoltura dell’artista Giambattista Piazzetta e dell’amico Giovanni Battista Albrizzi.

Le pietre di inciampo presenti in alcune calli interne, lastricano la storia degli Ebrei veneziani e conducono alla zona del Milion: un’intrico di corti e vicoli dove visse il celeberrimo Marco Polo.

Un miracolo nascosto a Venezia

Il nostro viaggio attraverso la Venezia segreta si conclude presso la spettacolare Chiesa dei Miracoli: uno scrigno rivestito da marmi policromi, giunto a noi nella sua forma originale ideata, costruita e decorata da Pietro Lombardi.

Venne concepita per custodire un’immagine della Vergine del Bambino tra due Santi e racchiude in se una mirabile sintesi tra lo stile rinascimentale fiorentino e il gusto veneziano.

La Redazione

Per informazioni: Corte di Gabriela
Rosso Srl | Calle degli Avvocati
San Marco 3836 - 30124 Venezia - Italy
Tel. + 39 041 5235077
info@cortedigabriela.com
www.cortedigabriela.com
SOCIAL FB