Rigenerarsi e nutrire i propri sensi

Un fine settimana all’insegna del benessere: nasce il Dolomiti Olistic Festival

BrentAnima: al via la prima edizione del Dolomiti Olistic Festival

San Lorenzo in Banale, nel cuore del Trentino, sarà teatro della prima edizione del festival di pratiche olistiche organizzato nelle Dolomiti di Brenta

Proprio nel Borgo del Benessere, San Lorenzo in Banale il 5 e 6 settembre prenderà vita il primo Dolomiti Olistic Festival: una grande occasione per rigenerarsi e nutrire i propri sensi sotto la guida di grandi maestri.

Concentrato in un weekend il mini festival, si snoda tra momenti di riflessione, scoperta del territorio, eventi musicali, workshop sul benessere corpo/mente e tanto altro ancora.

La location non è stata scelta a caso, il Dolomiti Olistic Festival vuole nascere in uno dei Borghi più belli d’Italia e parte integrante della natura, San Lorenzo di Banale diviene così punto di origine di rigenerazione, richiamando esperti e maestri di filosofie e tecniche olistiche varie, legate tutte dall’amore per la natura e il benessere psicofisico.

Durante il week end del Dolomiti Olistic Festival, si esploreranno i nostri cinque sensi e se ne scopriranno di nuovi: infatti ci sono anche l’intuizione, la propriocezione (che elabora velocemente il contesto, senza passare dalla via cognitiva) e l’enterocezione (grazie alla quale percepiamo gli stati interni del corpo).

Tutte queste sono importanti abilità che il nostro comune stile di vita tende a nasconderle, ma che possono essere coltivate per migliorare il benessere e la salute.

Possiamo paragonare i nostri sensi alle corde di uno strumento musicale, che fin da piccoli siamo incoraggiati a non ascoltare. E sorge spontanea la domanda: perché?

Perché quando le corde vibrano pienamente è molto difficile accettare ciò che non ci corrisponde. Si può però sempre ritornare a suonare in tutto il corpo, in tutti i sensi, in modo da sentirsi pienamente vivi, gustarsi la vita, percepire il senso profondo del nostro agire.

A occuparsi della ristorazione durante il Dolomiti Olistic Festival sarà l‘Azienda Agricola Il Ritorno, con pranzi ayurvedici e merende bio con infusi e snack di verdure coltivate nell’orto. Un modo questo per far conoscere l’importanza delle pratiche di un’alimentazione sana e sostenibile.

Per scoprire tutto il programma e prenotare il proprio posto all’interno del Festival, si può inviare una mail a info@visitacomano.it o telefonare al 0465-702626.

Foto di Katherine Hanlon su Unsplash

CONTENUTI DEL PROGRAMMA

Sabato 5 settembre

SENTIRE IL CORPOStretching dei meridiani– Percepire il Ki (Energia Vitale) attraverso lo Stretching dei Meridiani e i diversi movimenti. Osservare dove passa l’energia vitale e stimolarla, distribuirla, incrementarla, per armonizzare corpo, mente e spirito. Una pratica adatta a tutti per un miglior rilassamento e apertura, e una nuova percezione di Sé nel Corpo.  Con Alissa Shiraishi e Mattia Cornella di MattariVita

MEDITAZIONE VEGETALE Incontriamo la nostra pianta guida. Una passeggiata meditativa tra le piante officinali, riscoprire l’anima della natura, affidarsi allo spirito delle piante, mettersi in dialogo profondo con esse attraverso il mito che ci da informazioni di natura animica per ritrovare la loro essenza.  Ritroviamo poi l’essenza donata dalla pianta nell’infuso che gustiamo al termine della passeggiata. Con Anita Ciccolini       

LA VOCE SENSUALEWorkshop sulle relazioni tra la voce e i sensi.  Godere del proprio suono con tutti i sensi e scoprire che ascoltare profondamente è la condizione per potersi esprimere, che la voce può accarezzare e può essere assaporata, che annusare un profumo può aprire canali inaspettati al canto e che la vista può aiutare a “metterlo a fuoco”. Con Cristina Pietrantonio

IL SENSO DEL SACROCelebrazione del fuoco – La suggestione e intensità di una serata di parole, canti e danze intorno al fuoco: insolito nella società attuale, ma abituale nel passato e tuttora in altre culture Il fuoco, forza vitale primordiale, trasforma e distrugge, prepara il terreno per ciò che ancora non esiste diviene l’elemento guida in una ricerca spirituale universale, che appartiene profondamente ad ogni persona. Con Cristina Pietrantonio

Domenica 6 settembre

LA GIOIA DEI SENSI – Yoga sensibile Se si vuole o percepire un movimento ampio, un portamento verticale,,. necessita prima di creane l’idea. I sensi e sensazioni seguono naturalmente l’idea preparata prima del movimento. Durante l’attività si impara a sviluppare un senso per lo spazio, il respiro ampio e il movimento. Con Anne-Michèle Hambye

PERCEPTION WALKING – Passeggiata sensoriale ad alto tasso di emozione. Nel corso di una silenziosa passeggiata ad occhi chiusi attraverso la natura, il partecipante e la guida sviluppano una relazione profonda con l’ambiente circostante attraverso i semplici atti di camminare, sentire e toccare. Un’esperienza sensoriale a contatto con la natura, capace di risvegliare i sensi e toccare in profondità l’animo. Con Alissa Shiraishi e Mattia Cornella di MattariVita

BAGNO VIBRAZIONALE –  Massaggio sonoro con le campane di cristallo.  Utilizzando i vasi sonori di cristallo di rocca nel massaggio vibrazionale, ogni cellula assopita del nostro corpo viene risvegliata, rivitalizzata e convertita in armonia. I suoni puri del quarzo di rocca pervadono ogni parte di noi riequilibrandoci e riportandoci alla nostra memoria naturale bio-cristallina. Con Massimiliano Peri

Beatrice Citron

www.visitacomano.it