Aspettando l’Esposizione universale

La natura di Dubai, autentico miraggio di vita  

Un itinerario naturalistico eccezionale attende coloro che amano immergersi nell’avventura paesaggistica e nella natura più selvaggia

Il Khor serpeggia lento e tortuoso nel cuore di Dubai, quasi a dividere in due l’anima della città, la tradizione antica emiratina da una parte e lo slancio del progresso innovativo dall’altra.

Dubai si prepara a varare l’Expo ( 1 ottobre 2021) di una nuova epoca, quella post Covid19, in cui il naturale distanziamento sociale sarà la chiave per interpretare i concetti di connessione, mobilità, sostenibilità e opportunità, le tematiche di questa edizione.

Abbacinati dalle mille e una luci notturne, coinvolti dalla frenesia architettonica dei grattacieli, sedotti dalla sensazione di essere ospiti in una avveniristica oasi del deserto arabico, i viaggiatori che arrivano nell’Emirato si trovano però sorprendentemente orientati anche verso una Dubai più nascosta e inaspettata: quella che si allunga come una lucertola al di là delle mura e oltre il famoso skyline dubaiano.

©Bc-Photographer

È una Dubai che non regala il fascino di spettacolari attrazioni di intrattenimento urbano, ma la bellezza incontaminata delle riserve naturali, che custodiscono un ecosistema straordinario, in cui la flora e la fauna rivelano la reale identità di Dubai.

La catena montuosa di Hatta, immersa nella scenografia dei Monti Hajar, inanella percorsi suggestivi che si snodano tra rocce e uadi e che invitano alla pratica di attività sportive all’aria aperta. Dal kayak alle arrampicate su parete, dalle passeggiate e gite in barca a esperienze più insolite, come quelle promosse dall’Hatta Wadi Hub: mountain kart, lancio delle asce.

Platinum Heritage organizza invece il safari mattutino, durante il quale guidando una Land Rover Serie si attraversa la Dubai Desert Conservation Reserve. E se si vuole concedersi lo sfizio di trascorrere una notte in pieno stile beduino, Hatta Dome Park dispone di una panoramica postazione per il glamping, la nuova frontiera delle vacanze in tenda con stile (e con lusso).

Le dune di sabbia di Al Marmoon offrono agli appassionati di birdwatching l’occasione tour guidati in totale sicurezza in cui è possibile osservare e immortalare specie autoctone, alcune in via di estinzione, come le gazzelle arabe, i cammelli, il rarissimo orice arabo, l’aquila delle steppe e la houbara asiatica.

Al Marmoon vanta inoltre uno dei luoghi più idilliaci di Dubai, il Love Lake Dubai, due laghi a forma di cuore, una perla suggestiva nello scenario del deserto visibile persino dallo spazio.

©Sebastian Opitz

I fenicotteri sono i protagonisti assoluti del Ras Al Khor Wildlife Sanctuary: in questa riserva faunistica ai stretti margini di Dubai i simpatici uccelli acquatici hanno trovato il loro habitat naturale insieme a cormorani, aironi, cavalieri d’Italia.

Il 2021 ha visto sfrecciare a Dubai i migliori ciclisti al mondo durante il UAE Tour cycling 2021, prima tappa dell’UCI World Tour.

A testimonianza di come il ciclismo e il motociclismo stiano diventando sempre più popolari negli Emirati. Gli 86 km della pista ciclabile Al Qudra sono ormai una tappa fissa per gli sportivi, professionisti e dilettanti, praticanti lo sport su due ruote, mentre per chi trova la sua dimensione sportiva ideale in un poligono a tiro il JA Shooting Club garantisce un ambiente esclusivo e competitivo.

Dopo così tante e diversificate attività outdoor, è imperativo concedersi il giusto relax. I resort ospitati all’interno delle varie riserve protette di Dubai, come l’Al Maha Desert Resort & Spa o il Bab Al Shams Desert Resort Spa dove l’esclusiva Satori Spa si ispira ai tradizionali trattamenti mediorientali per viziare i sensi e il benessere dei loro ospiti.

Dubai può contare sulla garanzia del timbro DUBAI ASSURED: tutte le strutture all’interno delle riserve naturali, infatti, rispettano protocolli di igiene e salute in modo severo e rigoroso.

Questo ha permesso il riconoscimento della certificazione “Viaggi sicuri” del World Travel & Tourism Council nel 2020, assicurando così ai viaggiatori di visitare Dubai in sicurezza.

Elena B. Ornaghi


PER INFORMAZIONI