Resurrezione Tango… ma non solo

El Porteño Prohibido di via Melloni a Milano

Una inedita programmazione, in scena le coreografie di Miguel Angel Zotto con una selezione dei grandi classici tangueri e la magia dei Malabares a cura di Pinka Production

In cucina empanadas, animelle e griglia si accompagnano a creative rivisitazioni a base di carne, gazpacho, uova di quaglia e tartufo

©Massimo Marcolin
Il silenzio è un ricordo, nel cuore di Milano tornano a risuonare le note seducenti del tango

Nuova programmazione in quella che è stata, nel 2019, la prima “Casa de tango” in Europa, creata e inaugurata dagli imprenditori Fabio Acampora e Alejandro e Sebastian Bernardez: El Porteño Prohibido di via Macedonio Melloni 9.

Quattro serate alla settimana per abbandonarsi al fascino del ballo che più di ogni altro evoca smarrimento e seduzione. Ma non solo: quattro serate in cui concedersi una fuga fra i sapori della tradizione enogastronomica argentina. Tutto, inutile dirlo, nel rispetto delle normative di sicurezza.  

La programmazione. Ogni giovedì e venerdì (prossimamente mercoledì e giovedì) nella Casa de Tango è protagonista lo spettacolo creazione del ballerino e coreografo star indiscussa dello spettacolo tanguero. Miguel Angel Zotto:Chau, no va mas” è una suggestiva selezione di tanghi cantati, dagli immortali di Astor Piazzolla ai testi “rivoluzionari” del poeta del tango Horacio Ferrer, a rivisitazioni moderne di grandi classici.

Protagonisti del sabato e della domenica invece i “Malabares” a cura di Pinka Production, novità assoluta per la night life milanese.

©Massimo Marcolin

Un “Visual dinner show” con prestigiosi artisti internazionali fonde danza, performance acrobatiche, musica, giochi di luce ed effetti multimediali, in un tripudio di scenografia, costumi e colori.

Aperitivo invece, da martedì alla domenica partendo il 16 novembre dalle 19.00.  Solo al martedì e mercoledì fino alle 20.30/21, accompagnato da musica live.

Porte aperte dunque, dopo un anno e mezzo di silenzio: il tango argentino, che ritrova voce, immagini e pubblico “torna in scena a Milano prepotentemente – così lo staff del locale – a mostrare il suo lato segreto per essere messaggero di speranza e fiducia per il futuro”.  

Intrattenimento & gastronomia

A El Porteño Prohibido  è possibile cenare dal giovedì alla domenica, e assaporare i grandi classici della cucina argentina: empanadas, lengua a la vinagreta e mollejas salteadas (animelle saltate), tagli di carne alla brace il nostro preferito: Gran Lomo (filetto di manzo).

A fianco dei classici alcune rivisitazioni, all’insegna della miscellanea di culture gastronomiche, della contaminazione e della creatività: ecco dunque le tartare, sashimi Porteño (filetto di fassona marinato con soia, arancia e senape di Dijon in grani), il sashimi Gazpacho (filetto, gazpacho, mousse al coriandolo, taccole, ravanelli, semi di sesamo neri e cristalli di sale Maldon), la Tartare Especial con filetto di fassona, uova di quaglia, tartufo nero e spezie. Alla carta anche specialità selezionate per vegetariani e vegani. Fra i vini, i raffinatissimi Malbec e Torrontes, orgoglio argentino.

Monica Autunno

El Porteño Prohibido – via Macedonio Melloni 9, Milano  

elporteno.it 
SOCIAL FB
Prenotazione OBBLIGATORIA +39 02 25062491
error: il contenuto è protetto.