In Engadina a passeggio sui sentieri dell’Arte

 Vivere l’arte in Engadina

La Cima di Muottas Muragl nella valle svizzera del canton Grigioni, offre la reale opportunità di camminare in un’opera d’arte, quella che ha ispirato pittori come Segantini e Giacometti o pensatori come Nietzsche

Opera d’arte “Guot” sul sentiero Senda d’Inspiraziun a Muottas Muragl – ©Engadin St. Moritz Mountains AG

“Riuscirò a replicare il significato eterno dell’essenza delle cose? Mentre dipingo la Natura, potrò darle l’illuminazione che dà vita alla pittura, che infonde luce e vita nel lontano e fa apparire il cielo infinito?” Così Giovanni Segantini descriveva l’Engadina: un infinito che affina tutti i sensi e che regala suggestioni uniche quando lo sguardo si annega nell’idillio del panorama.

Le camminate in Engandina, lungo i sentieri di Muottas Muragl, presidiati dal rifugio del Romantik Hotel Muottas Muragl, rispondono al bisogno e al desiderio di meditazione che ha accompagnato la ricerca artistica di pittori del calibro di Giovanni Segantini e di Giovanni Giacometti.

L’intensità della luce e la pienezza della natura dell’Engadina rivivono nelle opere dei due grandi artisti; per questo non diventa difficile, ripercorrendo le loro orme sugli stessi sentieri da loro battuti, sentirsi parte vivente di un quadro in cui la solennità del paesaggio alpino non incute timore ma scuote l’animo per la sua maestosa bellezza.

In Engandina i sentieri dell’arte si rivelano così una vera e propria trascendenza sensoriale e ricerca riflessiva

A passeggio tra opere d’arte a Muottas Muragl

Opera d’arte “Cruscheda” sul sentiero Senda d’Inspiraziun a Muottas Muragl © Engadin St. Moritz Mountains AG

“Senda d’Inspiraziun”  è il percorso circolare che partendo dal Romantik Hotel Muottas Muragl conduce ad una galleria d’arte en plein air particolare, in cui opere d’arte recenti si rivestono di un particolare significato.

Come “Il Guot”, la goccia di pietra naturale e malta rivestita di marmo che simboleggia l’intero mondo dell’acqua, dalla pioggia alla neve passando per il ghiaccio, opera realizzata nel 2007 da Timo Lindner, artista che si caratterizza per l’essenzialità arcaica dei suoi lavori.

“Le tre cime” dell’artista Fabian Forrer sono invece un omaggio alle cime engadinesi del Biancograt del Piz Bernina (4049 m s. l.m.) coperta di neve e ghiaccio, del Piz Julier (3380 m s.l.m.) e del Piz Ot (3246 m s.l.m.)

“Bernina Glaciers”,  realizzata da Ramon Zanggerin in legno di pino cembro, è un esclusivo belvedere che permette di toccare il cielo con un dito. 

Infine SINE SOLE SILEO («senza sole taccio»), la meridiana, definita dagli esperti la meridiana più precisa del mondo, che omaggia l’energia solare fonte di approvvigionamento energetico del Romantik Hotel Muottas Muragl.

“Che montagne. Che laghi. Che luce!”

Friedrich Nietzsche

In Engadina sulle tracce del famoso artista Giovanni Segantini

Segantini esplorava la luce lungo i sentieri di Muottas Muragl, per poi renderla protagonista assoluta della sua evoluzione artistica nel divisionismo e nel simbolismo.

Il percorso ben segnalato, lungo 6,5 km, porta gli escursionisti con passo sicuro dalla stazione a monte di Muottas Muragl (2.456 m) fino al luogo dove morì Giovanni Segantini.

Dal Rifugio Segantini (2.731 m) si gode di una vista stupefacente sull’incomparabile altopiano dei laghi engadinesi e sul massiccio del Bernina. Dopo aver riacquistato le energie, si può affrontare la ripida discesa (516 m di dislivello) fino all’Alp Languard, da dove la seggiovia vi riporterà a Pontresina. In alternativa, invece di scendere direttamente all’Alp Languard, potete anche prendere il sentiero degli stambecchi lungo la Crasta dals Süts e poi scendere alla seggiovia dell’Alp Languard.

Oltre al Segantini Weg, una escursione che lega tra loro i luoghi segantiniani dell’Engandina, a Saint Moritz è possibile visitare il Museo Segantini, dove è custodito il capolavoro Trittico delle Alpi.

In Val Fex da Furtschellas verso Sils Maria

Incantevole la Valle Fex, lungo il sentiero che dalla stazione a monte di Furtschellas porta a Sils Maria © Sils Tourismus / Foto: Gian Giovanoli

Il paesino di Sils Maria è invece legato al ricordo di altri due grandi intellettuali e uomini di cultura: qui ifnatti trovavano buen ritiro il filosofo tedesco Friedrich Nietzsche e il maestro Claudio Abbado.

A Sils Maria c’è la casa museo del filosofo tedesco, che della Val Fex scrisse: «In fondo non vi è altro posto che io ami così tanto», mentre nel vicino piccolo cimitero di Val Fex trovano eterno riposo le spoglie del celebre direttore d’orchestra.

Il panoramico comprensorio di Furtschellas, amato dagli escursionisti per i suoi paesaggi © Corvatsch AG / Foto: Gian Giovanoli

Il bel comprensorio Corvatsch/Furtschellas regala possibilità di diverse escursioni. I cammini costeggiano deliziosi punti panoramici che donano quiete e pause di piacevolezza.

La bellezza lacustre e fluviale dell’Engandina scorre sotto lo sguardo degli amanti del trekking, mentre il profumo di boschi di pino cembro e di larici infondono effetti balsamici ai polmoni, alla mente, allo spirito.  

In Engadina dove alloggiare per trascorrere una vacanza sulle tracce dell’arte?

ll Romantik Hotel Muottas Muragl, punto di partenza dei sentieri dell’arte
© Engadin St. Moritz Mountains AG / Foto: Gian Giovanoli

Il Romantik Hotel Muottas Muragl offre sedici camere  tutte con un tocco di romanticismo e arredate in modo accogliente.

Il pacchetto “Esperienza Segantini” comprende: 2 notti in camera doppia “Palü” (arrivo da domenica a mercoledì) con ricca colazione a buffet nel ristorante panoramico, una cena romantica di 3 portate a persona in una serata a scelta, l’ingresso per due persone al Museo Segantini di St. Moritz, viaggi illimitati sulla funicolare Muottas Muragl durante il soggiorno e il parcheggio gratuito alla stazione a valle Punt Muragl.

www.mountains.ch

Elena B. Ornaghi

WEB SITE
www.corvatsch.ch/it
www.diavolezza.ch/it