L’alta cucina piemontese è servita

Castellana San Giovanni: territorio e tradizione piemontese in tavola

L’alta cucina piemontese è servita al Ristorante Castellana San Giovanni

Il mese di gennaio porta una gustosa novità. Nella suggestiva cornice del Monastero di San Giovanni di Saluzzo (Cuneo) apre Castellana San Giovanni.

Un ristorante che propone piatti belli, ricchi di sapore e tradizione, per regalare ai commensali un tour del territorio restando comodamente seduti a tavola.  

Venerdì 24 gennaio inaugura il Ristorante Castellana San Giovanni di Marco Sacco e Matteo Morello

Volo diretto Hong Kong – Saluzzo

Marco Sacco

Lo chef bistellato Marco Sacco e il giovane imprenditore piemontese Matteo Morello sono una coppia vincente.

Dopo il successo ottenuto con il Castellana Restaurant di Hong Kong, dove l’alta cucina piemontese è stata apprezzata da un pubblico internazionale, tornano a casa nell’esclusiva cornice del Monastero di San Giovanni di Saluzzo (Cuneo) dove, a fine gennaio, aprirà Ristorante Castellana San Giovanni.

Il nome Castellana prende ispirazione dalla maschera femminile tipica del Carnevale di Saluzzo, paese di origine di Matteo Morello, e rappresenta il forte legame con il territorio e le sue tradizioni popolari.

Castellana San Giovanni  si trova all’interno dell’antico monastero di San Giovanni, location magica e suggestiva che rappresenta uno dei più prestigiosi patrimoni storici italiani.

Il monastero risale al XV secolo. La volta a botte con mattoni a vista che si trova esattamente sotto la Chiesa di San Giovanni accoglie gli ospiti in una location ricca di storia e bellezza.

Storia che non smette mai di sorprendere. Infatti, l’accesso al ristorante durante il giorno, permetterà agli ospiti che lo desiderano di visitare l’incantevole chiostro gotico della chiesa, la sala per conferenze ed eventi “Antico Refettorio dei Frati” (luogo culinario dal 1400) e usufruire del già esistente Hotel de Charme San Giovanni Resort.

Per non parlare, ovviamente, della cucina. Raffinata, gustosa e attenta alla qualità delle materie prime.

Bellezza e tradizione nel piatto

I piatti serviti al Ristorante Castellana San Giovanni sono ricchi di contenuto, storia e cultura.

Piatti immersi nelle radici del territorio ai piedi del Monviso, ma rivisitati in chiave moderna e innovativa.

L’idea dello chef è valorizzare l’immenso patrimonio culinario che va dalle valli del Monviso, del Po e del Varaita, fino alle valli Grana e Maira, culle del Castelmagno e del Grana

In pianura, invece, troviamo i migliori allevamenti di bestiame con carni e prosciutti d’eccellenza rigorosamente made in Cuneo.

Dulcis in fundo, i pesci dei fiumi delle valli del saluzzese, che non solo fanno parte della tradizione culinaria del territorio, ma sono cifra distintiva dello chef.

E ancora Barolo e tartufo, punte di diamante davvero immancabili.

Matteo Morello

Matteo Morello, giovane imprenditore che ha contribuito alla creazione del Ristorante racconta:

“Il territorio di Saluzzo offre prodotti di alta qualità agroalimentare e l’obbiettivo di Castellana San Giovanni sarà proprio quello di portarli in tavola valorizzandoli attraverso la rinomata cucina dello Chef Marco Sacco. Per me è una grande emozione, dopo anni di esperienza all’estero poter tornare a investire nel mio Paese e nel mio territorio con questo nuovo ristorante che spero possa diventare un punto di riferimento per l’alta cucina piemontese e non solo”.

A far parte del team l’imprenditore saluzzese Gianfranco Devalle e Enrico Degani, già Executive chef al Castellana di Hong Kong.

Enrico Degani

Degani è un giovane talento piemontese con un curriculum ricco di esperienze internazionali e queste lo aiuteranno nell’affiancare lo chef, con l’obiettivo di replicare il successo del format asiatico.

TOPINAMBUR – Piccolo lago

Il menù Castellana San Giovanni, da vivere in un percorso di 7 piatti, si accompagna al repertorio dello storico ristorante Piccolo Lago (Piccolo Lago a Saluzzo).

Da provare il Flan di Bettelmatt, Trota, Aglio nero, Carbonara au koque, piatti davvero iconici.

Ma, in più, aggiunge l’esperienza di Piano35 (il ristorante più alto d’Italia), dove lo chef propone agli ospiti un viaggio gustativo nella migliore tradizione piemontese: dal Vitello tonnato ai Ravioli di Torino.

In alternativa a questi percorsi, Castellana San Giovanni garantisce un menù bistrot con piatti alla carta, presenti anche nella proposta serale.

Alessandra Borgonovo

Castellana San Giovanni
Via Tapparelli, 9 – 12037 Saluzzo (Cuneo) -Italy
No Comments Yet

Comments are closed