Liechtenstein, la Perla delle Alpi

Tra cantine principesche e vini da favola

Nel cuore dell’arco alpino, tra Svizzera e Austria, il Principato del Liechtenstein è un autentico scrigno di rari tesori e di gioielli artistici e naturalistici, che testimoniano l’eleganza e la finezza del modus vivendi liechtensteiniano, come ad esempio il bouquet delicato del Pinot Nero

Castello Vaduz ©Roland Korner

“Da favola !”: quante volte lo abbiamo sussurrato: una notte da favola, un matrimonio da favola, un abito da favola, una cena da favola, quasi come un mantra che se ripetuto all’infinito ha il potere di proiettarci idealmente in un mondo … da favola, appunto.

Un mondo talmente bello che può esistere solo nelle favole, in quei racconti che da bambini ci hanno affascinato al punto da immedesimarci in principi e principesse.

La favola esiste, nel cuore dell’Europa, protetta dalle Alpi, cullata dal vento caldo Fohn, vezzeggiata dalla delicatezza dei vigneti, ammantata dalla magia della tradizione che si accompagna senza paura alla modernità: benvenuti in Liechtenstein.

©Marcel Hagen

Come l’acino d’uva del Pinot Nero racchiude il segreto di una dolcezza autunnale capace di donare al palato diverse sensazioni gustative, così il piccolo Principato del Liechtenstein è uno scrigno che custodisce al suo interno una perla lunare da innumerevoli riflessi cromatici di luce.

La chiave segreta che apre questo scrigno è il Sentiero del Liechtenstein-Weg, che facendo tappa negli undici comuni del Principato attraversa il Liechtenstein: l’App gratuita “LIstory” guida gli escursionisti, a piedi o in bicicletta, in un viaggio alla scoperta della storia artistica e culturale, della natura incontaminata, della delizia dei vigneti.

Lungo i 75 chilometri del trail è possibile, e si consiglia di farlo, soggiornare nei caratteristici “gasthof”, regalandosi una pausa di riposo per meglio godere delle bellezze principesche e degli ottimi sapori della cucina locale.

Castello Gutenberg Balzers ©Liechtenstein Marketing

Il Sentiero del Liechtenstein-Weg si snoda tra i filari della regione viticola del Liechtenstein, che vanta come sua gemma preziosa l’antico vigneto di Herawingert, nella contea di Vaduz.

La cultura del vino in Liechtenstein è di millenaria tradizione e, pur non imponendosi per quantità a produttori come Francia e Italia, la sua qualità si attesta a livelli di eccellenza e squisitezza, che è possibile degustare vivendo l’esperienza di un “tour del vino” in auto d’epoca.

Nella vallata di Vaduz, capoluogo del Principato, il Liechtenstein rivela tutta la sua incredibile multiforme identità, da quella civile a quella religiosa, da quella economica a quella culturale. Basta percorrere il “Miglio dei Musei”, un’unica via, ai piedi del Castello, dominata dagli edifici più rilevanti sia da un punto di vista architettonico sia da un punto di vista istituzionale.

La Camera del tesoro del Liechtenstein (Schatzkammer) espone oggetti inestimabili per preziosità e rarità, che compongono la collezione di opere d’arte dei Principi del Liechtenstein: fra tutti il famoso Uovo Fabergè “Melo in fiore” e le pietre lunari delle missioni Apollo 11 e Apollo 17.

Tesoreria Vaduz ©Sven Beham

La Schatzkammer si affaccia al Museo nazionale del Liechtenstein, custode della storia archeologica del Principato e che in questo mese di ottobre inaugura la mostra temporanea “Pompei – Splendore e Morte ai piedi del vulcano” (dal 14 ottobre 2021 a 24 aprile 2022).

Gli intenditori e appassionati di arte moderna e contemporanea troveranno di sicuro interesse una visita al Museo d’arte del Liechtenstein e alla Hilti Art Foundation, mentre presso lo spazio d’arte Engländerbau è possibile ammirare le opere di artisti regionali. Al Museo postale del Liechtenstein infine si può percorrere un viaggio di scoperta e approfondimento nella storia postale nazionale del Principato attraverso la straordinaria collezione filatelica ivi raccolta.

Poco distante da Vaduz, in una fiabesca cornice paesaggistica, ecco Triesenberg, tradizionale villaggio Walser, il cui Museo ne illustra la storia e che a ottobre si rianima con il festival gastronomiche Triesenberger Wochen; e Malbun, il paradiso per gli sport invernali e per il trial running sigillato come “Family Destination”.

Aquila, Liechtenstein ©Jana Figliuolo

Gli spettacoli di falconeria sono una delle attrazioni più acrobatiche di Malbun, così come spettacolare è l’assoluto silenzio che caratterizza i 15 chilometri della pista di sci di fondo Steg-Valuna.

Cinema principesco – Vaduz ©Altes Kino

E se alla fine della vacanza si vuole sognare ad occhi aperti la vita in un vero castello fiabesco, il cinema Fürstenkino a Vaduz consente di vivere una esperienza unica: grazie a un film della durata di 20 minuti, gli spettatori possono varcare le mura della residenza ufficiale della famiglia dei Principi, e… la favola, almeno nei sogni, ha inizio.

Elena B. Ornaghi

tourismus.li
error: il contenuto è protetto.