Un menu perfetto

Emporio Armani Ristorante Milano: un menu per Pasqua

Ferdinando Palomba, executive chef di Emporio Armani Ristorante Milano, ripensa alle sue ricette e alle sue creazioni proponendo agli appassionati di cucina, e non, una selezione dei suoi piatti in un menu perfetto per una domenica di Pasqua.

Un menu gustoso da realizzare a casa

  • Carpaccio di manzo con pinzimonio di verdure, bagnacauda e pistacchi
  • Risotto allo zafferano
  • Spigola al cartoccio con purea di finocchio e broccoli
  • Spugna di lampone, cremoso al mascarpone, meringa e gelato al kefir di bufala

Ad aprire il menu, un classico antipasto di carne come il carpaccio è arricchito in questa versione dai sapori della bagnacauda e da un pinzimonio di verdure.

Il primo è un risotto allo zafferano, piatto icona dell’Emporio Armani Ristorante; lo Chef poi consiglia un secondo di pesce: la spigola al cartoccio con purea di finocchio e broccoli.

E infine, un dessert al lampone, senza pero rinunciare alla tradizionale colomba o alle uova di cioccolata, proposte anche quest’anno da Armani/Dolci by Guido Gobino in un packaging dalla stampa floreale.

dessert al lampone

Un menu quindi fatto di ricette italiane, in cui alla tradizione si aggiunge qualcosa in più, mantenendosi sempre riconoscibili e genuine, come è la filosofia della cucina dell’Emporio Armani Ristorante.

Altre ricette sono disponibili sull’account Instagram @ArmaniRestaurants, che con l’iniziativa From our kitchen to yours invita gli utenti a cimentarsi con piatti e cocktail dei ristoranti Armani in Italia e nel mondo – il Tagliolino all’uovo con gallinella e piselli di Tokyo, il tiramisù di Parigi, il gin tonic di Monaco, ecc.

Vediamo nel dettaglio la ricetta del Carpaccio di manzo con pinzimonio di verdure, bagnacauda e pistacchi

  • 400 gr controfiletto di manzo
  • 100 gr olio extravergine d’oliva
  • 160 gr carote baby
  • 200 gr finocchio baby
  • 100 gr bagna cauda
  • 100 gr maionese
  • 100 gr pesto pistacchio
  • Bagna cauda
  • 20 gr aglio rosso
  • 1/2 foglia di alloro
  • 50 gr vino bianco
  • 500 gr panna

Condire il controfiletto, scottarlo e raffreddarlo.

Sbollentare le verdure baby in abbondante acqua e sale (20 gr di sale per litro d’acqua) e raffreddarle.

Si prepara il pesto di pistacchi pelando i pistacchi e frullandoli con un po’ di acqua frizzante, unendogli alla fine una brunoise di zeste di limone candito.

Si prepara una bagna cauda con:

  • 75g di aglio
  • 500 ml di panna
  • 2 acciughe
  • 1 bicchiere di vino bianco

In una casseruola sciogliere con un filo d’olio le 2 acciughe, poi aggiungere l’aglio e far rosolare per 1\2 minuti. Sfumare 3 volte con il vino bianco a fiamma viva. Una volta evaporato tutto il vino aggiungere la panna. Abbassare la fiamma quasi al minimo e far ridurre di circa la metà girando spesso con un mestolo, fino a quando la salsa nappa il mestolo.

Fare raffreddare il composto e frullarlo, aggiustando di sale.

Riprendere il lingotto di manzo affumicato che nel frattempo ha riposato e tagliarlo molto fine a carpaccio.

Impiattare stemperando la bagna cauda e posizionarla al centro del piatto stendendola a cerchio, posizionarvi il carpaccio con le verdure.

Sui lati fare tre quenelle di pesto di pistacchio e concludere con maionese ai bordi del carpaccio, dei germogli e un giro d’olio extravergine di oliva.

No Comments Yet

Comments are closed