A Minorca la Pasqua è speciale

A Minorca, per uno spring break rilassante

Spiagge scintillanti, un ricco patrimonio culturale e proposte culinarie uniche: siamo a Minorca nelle isole Baleari in Spagna

È Pasqua, dove si va? Nel luogo dove la primavera dura tutto l’anno, ovvero Minorca. Avrete l’occasione di assistere a festeggiamenti peculiari, immersi in un meraviglioso ambiente naturale.

A Minorca la Pasqua si celebra in modo speciale

Per coloro che non vogliono perdersi la tipica processione di Pasqua, nella capitale Mahón si svolge la suggestiva cerimonia dell’Encontre tra Cristo Risorto e la Vergine Maria, che si conclude nella cattedrale della città.

Per chi, invece, preferisce assistere a un corteo diverso dal solito, a Ciutadella avviene una cerimonia dal significato catartico: la Matança dels Bujots consiste nel portare in giro per la città tante bambole appese a dei pali, le quali portano intorno al collo un cartello, che indica un problema sociale conclamato.

Queste bambole, quindi, vengono abbattute dai tiratori: un modo davvero originale per esorcizzare i timori della popolazione nei confronti delle proprie questioni sociali.  

A Pasqua potrete gustare tutti i sapori di Minorca

Le offerte gastronomiche del periodo si basano sugli ingredienti tipici di Minorca, allineate ovviamente alla ricorrenza religiosa.

Il pranzo pasquale a Minorca comincia con il potaje de Vigilia, uno stufato di merluzzo, a base di verdure e legumi, guarnito con olio di oliva e prezzemolo. Non mancheranno a tavola i bunuelos, le caratteristiche frittelle di crema al profumo di cannella.

Le rosquillas sono le candide ciambelle al fragrante sapore di arancia, una pietanza locale adatta a ogni stagione. A completare il pasto c’è la Mona de Pascua, una torta con impasto di mandorle decorata con tante uova sode colorate, simbolo comune della festività.

Da non perdere: Ciutadella e Mahón

Ciutadella, dal profilo architettonico elegante, offre ai visitatori uno stile sempre diverso, che spazia dal Medioevo arabo al Seicento italiano.

Di notte diventa un palcoscenico naturale: le mille luci della città si riflettono sulle facciate marmoree degli edifici. Di giorno, invece, potrete rilassarvi in una delle molte cale che la città offre, tra le più belle di Minorca.

Non potrete, poi, andare via senza visitare la capitale di Minorca, Mahón. Una città fortificata, che presenta ancora tutti i segni dell’occupazione britannica nella propria cultura e architettura, Mahón consente al visitatore di rilassarsi in un ambiente cittadino vivace e coloratissimo.

Una torre dell’orologio trasportata per nave direttamente dalla Gran Bretagna, palazzi sfarzosi e numerose chiese dallo stile contrastante vanno a delineare l’orizzonte cittadino.

Per coloro che amano esplorare l’ambiente naturale, fuori dai centri cittadini, il Camí de Cavalls è la scelta ideale: partendo da Mahón sarà possibile attraversare per intero l’isola di Minorca – a seconda delle preferenze, a piedi, in bici o addirittura a cavallo.

Margherita Turdò

Per informazioni su Minorca, visita www.menorca.es