Full immersion nella natura

Abbracci Green per una benefica full immersion nella natura

Gli alberi sono capaci di donare al corpo e alla mente effetti benefici: il loro contatto aiuta ad abbassare i livelli di ansia, aiuta la respirazione e favorisce il rilassamento

Ideale per rigenerarsi e trovare serenità è dunque un “bagno nella foresta”: ecco allora degli spunti per soggiorni in mezzo alla natura, dall’Alto Adige al Molise passando per l’Emilia Romagna.

500km di sentieri immersi nei boschi delle Dolomiti

 

La Val d’Ega, a 20km da Bolzano, è famosa per essere definita il cuore delle Dolomiti. Ma quanto è grande questo cuore? Il gioiello altoaltesino, incastonato nel patrimonio dell’Umanità Unesco, vanta un’ampiezza di 200km2, dove i boschi coprono circa il 70% della superficie, in cui si snodano 500km di sentieri per escursioni a pieni o in mountain bike.

Una perla nascosta, quella della Val d’Ega, che si qualifica come meta ideale per una vacanza nel pieno rispetto delle norme anti Covid-19. 

 

Luogo ideale dove soggiornare in questa valle è sicuramente il Romantik Hotel Post di Nova Levante (BZ), immerso in un parco privato di 45mila mq, con vista sulle Dolomiti del Latemar e del Catinaccio. Qui troverete una Spa di 1500 mq e un ranch di cavalli, a pochi passi dal Lago di Carezza e dai suoi splendidi sentieri.

Immergersi nel Parco Naturale tra le Dolomiti

 

Il Parco Naturale Fanes-Sennes-Braies è un’autentica immersione nella natura dolomitica: piante di pino mugo, abete rosso, larice e un ricco sottobosco di mirtilli e rododentri incorniciano sentieri da praticare partento dall’Excelsior Dolomites Life Resort di San Vigilio di Marebbe (BZ).

Il resort, membro dei “Wanderhotels”, è tra i migliori hotel alpini per le escursioni e propone esperienze guidate 7 volte a settimana.

Qui, l’immersione nella natura è un vero e proprio mantra, anche grazie alle grandi vetrate dell’Infinity Pool sul rooftop, che annullano la distanza con il mondo esterno.

Lungo i percorsi della salute della Valle Aurina

Abbracciata dalle sue maestose vette che sfiorano i 3mila metri, la Valle Aurina (BZ) è pronta ad accogliere tutti gli escursionisti, guidati da  Sabrina Innerhofer, guida escursionistica dell’hotel 5 stelle Alpenpalace Luxury Hideaway & Spa Retreat,

 

Gli ospiti potranno così vivere un’esperienza di Forest Bathing unica nel suo genere.

I visitatori scopriranno le bellezze della Valle Aurina lungo i percorsi della salute, che partono da Rio Bianco e si inoltrano nei boschi: sul sentiero delle erbe per riconoscere il tarassaco, l’achillea, il timo selvatico e le altre varietà, per imparare come utilizzarle in cucina e per trattamenti estetici; poi sul sentiero per l’attività fisica, dove si cammina facendo esercizi di respirazione tra le essenze della natura. Infine, via le scarpe, per sentire a piedi nudi il contatto con la terra e migliorare la circolazione e poi immergersi in acqua in un percorso kneipp naturale.

La proposta “In equilibrio” valida fino all’11 aprile e dal 16 maggio all’8 agosto 2021 e comprende 3 notti con mezza pensione e uso dell’area benessere, un massaggio totale Abhyanga e flusso di olio sulla fronte Shirodhara, un massaggio ayurvedico alla testa Shiroabhyanga con bagno ayurvedico Avaghana, e la partecipazione al programma relax ed esercizio.

Il magico percorso sul Grande Fiume

Il “magico percorso” del Po Forest si snoda tra l’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR) e il Grande Fiume: voluto dalla famiglia Spigaroli per mostrare il loro allevamento allo stato brado dei maiali neri, quest’estensione all’aperto del Museo del Culatello e del Masalén è ideale per scoprire il bosco e la vegetazione di golena del Po.

©Francesca Cavalca

 

Dal percorso si può ammirare un habitat particolare e carico di sorprese, che i visitatori possono vivere grazie a un itinerario attrezzato lungo quasi due chilometri e della durata media di un’ora circa.

Immergendosi il questa avventura si vive un racconto storico-naturalistico: i suoi protagonisti sono il territorio, le coltivazioni in golena, la colonna idrografica, la Chiavica del Canale di Busseto, la fauna e la vegetazione spontanea, il bosco fluviale, le erbe, le storie di dazi lungo il fiume, le lanche, i “polesini” e il “Grande Fiume”.

L’Antica Corte Pallavicina è disponibile per dare informazioni su altri percorsi presso la Golena e permette di prenotare gite fluviali in barca, della durata di un’ora circa, per ammirare i grandi sabbioni, le rive e i resti dell’antico castello dei Pallavicino.

Di ritorno dalle escursioni, non c’è cosa migliore che sedersi alla tavola dell’Hosteria del Maiale per gustare i piatti della tradizione o degustare la cucina gastro-fluviale del ristorante stellato Antico Corte Pallavicina.

Boschi e Meleti nel cuore del Molise

 

Aprendo le finestre delle casette in pietra di Borgotufi, ci si trova immersi in un paesaggio tinteggiato da boschi, cime appenniniche e meleti bio.

Ma dall’albergo diffuso di Castel del Giudice (IS), al confine tra Molise e Abruzzo, si snodano molteplici sentieri: immersi in questo luogo ricco di biodiversità i visitatori potranno praticare il Forest Bathing in totale libertà.

Il percorso che conduce alle sorgenti di acqua sulfurea, oppure quello che segue il corso del fiume Sacro, o ancora il sentiero che si snoda nel bosco, sono solamente alcuni dei diversi itinerari che permettono di scoprire questo luogo incontaminato.

In Primavera, è suggestiva l’immersione tra i fiori appena sbocciati del meleto biologico Melise: i suoi dolci frutti diventano poi gli ingredienti scelti per firmare i piatti d’autore del ristorante “Il Tartufo”.

La Redazione