Orticolario torna sul lago di Como

Dal 4 al 6 ottobre a Cernobbio la natura è protagonista con Orticolario 2019

Orticolario 2019 è l’evento culturale e sociale più green di sempre

Appuntamento dal 4 al 6 ottobre a Villa Erba (Cernobbio – Como)

2017 Orticolario Villa Erba. ©Ph. Luigi Fieni

Appuntamento con la bellezza

“Fantasmagoria” è il titolo dell’undicesima edizione di Orticolario 2019, il più grande evento dedicato a giardinaggio e natura che, da venerdì 4 a domenica 6 ottobre, torna a ispirare i pollici verdi d’Italia e del mondo.

Location d’eccezione, Villa Erba, prestigiosa dimora ottocentesca sul Lago di Como

Orticolario 2019 è dedicato al “Viaggio”, alle bacche e ai piccoli frutti

“L’undicesima edizione è il giro di boa verso il secondo decennio verso il secondo decennio dalla fondazione.  Una vera sfida per un evento come il nostro, dal doppio valore culturale e sociale. 

Siamo pronti a iniziare un altro viaggio, a meravigliare e a essere ispirazione, sempre nel segno della bellezza della natura, nostra prima musa ispiratrice”.

Queste le parole del Presidente e Fondatore di Orticolario Moritz Mantero.

Moritz Mantero

Fantasmagoria

Ma perché l’undicesima edizione di Orticolario 2019 si chiama Fantasmagoria?

Bene, provate a tornare indietro con la mente di qualche secolo. Esploratori e cacciatori di “verde” di tutta Europa partivano verso terre sconosciute alla scoperta di una pianta o un seme mai visti prima.

A Orticolario 2019 il passato fa un salto nel presente. Gli organizzatori, dopo un impegnativo anno di lavoro e infiniti viaggi, si sono avventurati tra antiche tavole botaniche, diari di bordo, miti e leggende.

Hanno osato, spingendosi oltre, arrivando all’essenza, e ora sono pronti a mostrarvi i meravigliosi segreti della natura.

Le piante dell’anno

Orticolario 2019 vuole evidenziare il concetto di giardino come uno spazio non solo dedicato ai mesi primaverili

Da qui la scelta di concentrarsi su bacche e piccoli frutti, per creare un giardino dei sensi, che può fiorire ad ogni stagione. Non a caso, appunto, le bacche, i pomi, le drupe sono piccoli gioielli colorati che crescono tra i rami nudi.

Come i pometti rossi, gialli, arancioni e viola che ricoprono ogni ramo dei sontuosi Meli da Fiore. Le rosse drupe carnose che pendono dalle siepi di Biancospino, o i cespugli di Prugnolo, che in autunno regalano prugne da cui si produce uno squisito liquore.

Dalle Americhe e dall’Estremo Oriente sono arrivate in Europa nuove specie: l’Aroniamelanocarpa, arbusto nordamericano con fioritura bianca, dai suoi grappoli di frutti neri si produce un succo ricco di vitamine.

Invece, i rami della Callicarpadichotoma, cespuglio tondeggiante originario delle regioni centrali della Cina e del Giappone, si ricoprono di grappoli di bacche ametista, affascinanti come quelle di una sua varietà, laCallicarpa dichotoma var. albifructus, dai frutti bianco latte.

E infine la Rosa. Oltre alla conosciutissima Rosa canina esistono specie asiatiche con frutti arancioni come la Rosa roxburghii plena, cespuglio perennemente rivestito di grandi fiori stradoppi rosa scuro, o altre, d’origine nordamericana, come la Rosa palustris, che riesce a crescere anche nei terreni più umidi e, dopo una tardiva fioritura rosa chiarissimo, si riveste di grappoli penduli di frutti tondi arancione chiaro, che brillano sul fogliame rosso vinaccia.

Spazi creativi

Black Garden – viaggio negli inferi

Il tema di quest’anno ha coinvolto numerosi partecipanti (architetti, designer, paesaggisti, artisti, giardinieri e vivaisti) al concorso internazionale “SpaziCreativi” per progettare giardini e installazioni artistiche da collocare all’interno del parco storico.

Otto i finalisti provenienti da tutto il mondo. Quest’anno, per la prima volta, anche da Russia e Stati Uniti.

A Paolo Bürgi il premio “Per un Giardinaggio Evoluto 2019”

Ospite d’onore di questa edizione è Paolo Bürgi, architetto paesaggista svizzero tra i più apprezzati a livello internazionale, insignito nel 2003 del prestigioso “European Landscape AwardRosa Barba” per il progetto “Cardada, Reconsidering a mountain”.

PH .M.Landecy

Per Bürgi il paesaggio è un concetto strettamente collegato a movimento, memoria culturale e storia privata, in grado di rendere l’esperienza dello spazio unica e irripetibile. Le sue opere voglio stupire e creare vera consapevolezza in una società dove il rapporto tra uomo e natura è sempre più controverso.

Spazio ad arte…

Il viaggio in sé – Sandro del Pistoia

Orticolario 2019 regala spazio anche all’arte, immancabile per un evento dedicato alla bellezza in ogni sua sfaccettatura.

Un suggestivo incontro tra le arti, da quella di creare giardini alla scultura, verrà suggellato grazie alla presenza di cinque artisti che suggeriscono ai visitatori un vero e proprio viaggio, dalla Darsena al Padiglione Centrale, passando per le Segrete di Villa Erba, in un altrove immaginario. Per il primo anno l’Accademia di Belle Arti di Brera sarà presente all’evento con il patrocinio e la partecipazione attiva con un’opera.

…design…

Orticolario 2019 è anche design, perché in un giardino evoluto i confini fra esterno e interno si annullano.

Il giardino è da vivere e da arredare, come “una stanza fuori”. E se non se ne possiede uno, lo si può creare in casa.

A Orticolario 2019 il design è protagonista degli spazi “DehOr. Design your horizon”, lungo le ali del centro espositivo.

…e gusto

Ma Orticolario 2019 coltiva la bellezza in tutti i sensi, gusto compreso.

Il giovedì sera, poche ore prima dell’apertura dei cancelli, come tradizione vuole, organizza una charity dinner all’interno delle eleganti sale di Villa Erba.

Quest’anno la cena sarà in onore dell’ospite d’eccellenza Paolo Bürgi. L’obiettivo è quello di raccogliere contributi da destinare ad associazioni lariane impegnate nel sociale, attive anche nella realizzazione della manifestazione, tramite il Fondo Amici di Orticolario.

Altre iniziative

Il mercante di bolle Billy Bolla. PH.Luciano Movio

Come non parlare poi di laboratori e biblioteche per i più piccoli, i giardinieri del futuro, grazie ai quali si può imparare qualcosa in più sulla natura e sul rispetto che essa merita.

E ancora installazioni, oltre che un utilissimo servizio di battelli – navetta gratuiti per e da Villa Erba, che sarà attivo nelle giornate di sabato e domenica, con partenza da Como.

Alessandra Borgonovo

Per maggiori info:

Sito ufficiale: orticolario.it
Social Fb

Instagram: www.instagram.com/orticolariocomo/
No Comments Yet

Comments are closed