Il profumo e la sua storia

A Venezia , un viaggio olfattivo che comincia a primavera e termina in autunno

Le sale del Museo di Palazzo Mocenigo di Venezia si spalancano per “Leonardo da Vinci il profumiere” e “Carnet de voyage. Il profumo illustrato“. Due mostre, due eventi che celebrano l’arte del profumo e la sua storia.  

Ode al profumo: tra origini e storia

Il profumo diventa protagonista assoluto a Venezia

All’interno delle maestose sale del Museo di Palazzo Mocenigo Centro Studi di Storia del Tessuto, del Costume e del Profumo, la Fondazione Musei Civici di Venezia presenta due mostre interamente dedicate all’arte del profumo.

Leonardo da Vinci il profumiere“, celebrazione delle scoperte del genio italiano in campo cosmetico. “Carnet de voyage. Il profumo illustrato“, un suggestivo viaggio olfattivo che ci svela l’origine dei profumi The Merchant of Venice.

“Leonardo da Vinci il profumiere”

Dal 3 maggio al 20 Settembre 2019

Un evento che celebra le scoperte di Leonardo in campo cosmetico, dai metodi di infusione per ricavare fragranze fino alle ricette per colorare i capelli.

Un racconto affascinante sul ruolo che bellezza e cura del corpo avevano nelle corti rinascimentali. Oltre che una storia che svela un aspetto totalmente inedito del genio Leonardo da Vinci.

“Leonardo da Vinci il profumiere” è la mostra organizzata per il cinquecentenario della sua morte

Qui si potrà scoprire la figura di cosmetologo e profumiere dell’artista, che si dedicava alla creazione di fragranze e cosmetici.

Una fedele ricostruzione della condivisione di esperimenti e ricette tra Leonardo e le più rilevanti e affascinanti figure femminili del tempo.

In mostra troveremo inoltre i pionieristici unguenti depilatori, creme alla bava di lumaca e tinture per capelli.

Anche i look sono stati influenzati da Leonardo. I “nodi vinciani”, per esempio, si possono ritrovare in molti dipinti in cui le acconciature sono arricchite da gioielli, reti e tessuti profumati.

In mostra verrà sottolineato il legame tra le città di Milano e Venezia, due luoghi dove era consuetudine profumarsi e dove i barbieri vendevano numerosi cosmetici e fragranze.

A Milano, alla corte di Ludovico il Moro, Leonardo ha organizzato feste, disegnato abiti e costumi, realizzato tessuti, gioielli, unguenti.

Alla corte esisteva la figura di “magistro da profumi”, colui che offriva alle dame boccette di miscele per biondeggiare le chiome, una moda molto diffusa a Venezia.

Per scoprire questo e molto altro visitate “Leonardo da Vinci il profumiere“. Il progetto, ideato dalla studiosa Maria Pirulli, è realizzato da Cosmetica Italia – Associazione nazionale imprese cosmetiche e Accademia del Profumo, in collaborazione con Cosmoprof Worldwide Bologna.

“Carnet de voyage. Il profumo illustrato”

Guido Fuga. Il viaggiatore annusa il mondo

Dal 9 Maggio al 13 Ottobre 2019

Carnet de voyage. Il profumo illustrato” è una mostra che rientra nell’ambito del programma MUVE Contemporaneo.

L’interpretazione, appunto in chiave contemporanea, di una storia veneziana magica e millenaria: The Merchant of Venice.

Carnet de voyage. Il profumo illustrato” è più che una mostra, un viaggio olfattivo illustrato sospeso tra fantasia e realtà

Dodici postazioni raccontano le dodici tappe raggiunte dal viandante, grazie a un allestimento interattivo che ci farà vivere un’esperienza sinestetica, mettendo alla prova i nostri sensi.

Qui i disegni di Guido Fuga, grande amico e collaboratore di Hugo Pratt, si uniscono ai racconti profumati di Joan Giacomin.

I disegni, nella tecnica acquerello e matita, e le poesie, unite a diversi spunti sensoriali, si rivolgono anche a un giovane pubblico, al quale è stato riservato uno spazio d’artista per esprimere la propria idea personale di viaggio.

Guido Fuga, Ritorno a Venezia San Marco, 2018, Matita e acquerello

I racconti profumati di Joan Giacomin, tra spezie e curiose materie prime, ci fanno camminare letteralmente col naso all’insù, immersi in un tempo indefinito dove ogni tappa rappresenta un sogno olfattivo ricco di scoperte, amori, leggende e superstizioni in cui il protagonista assoluto è proprio il profumo.

Quella passione invisibile agli occhi per cui i mercanti veneziani hanno solcato i mari per secoli verso le mete più lontane.

Carnet de voyage. Il profumo illustrato” presenta la millenaria tradizione profumiera nata a Venezia tra il XIII° e il XVI° secolo grazie alle mude, convogli navali organizzati dallo Stato sui quali venivano trasportati materie prime, spezie e oli essenziali.

Incenso, ambra, muschio, zibetto e molto altro ancora. Le materie prime venivano utilizzate per produrre unguenti profumati che in breve tempo sono diventati protagonisti assoluti della vita mondana veneziana.

Una moda che successivamente si è diffusa in tutte le corti italiane, fino a raggiungere l’intero continente.

“Carnet De Voyage” è un progetto ideato da Marco Vidal, CEO di The Merchant of Venice, con il sostegno di Mavive SpA e la collaborazione della Fondazione dei Musei Civici di Venezia.

The Merchant of Venice è un marchio di profumeria artistica ispirato alla città di Venezia e ai suoi secolari commerci con l’Oriente. Nato nel 2013, offre esclusive collezioni, tra Eau de Parfum e Eau de Toilette, prodotti per la persona e per l’ambiente.

Alessandra Borgonovo

SOCIAL FB
www.visitmuve.it/
No Comments Yet

Comments are closed