Il capoluogo piemontese vale il viaggio

Torino riparte con la nuova edizione di The Phair

Al via, dal 18 al 20 giugno a Torino Esposizioni, la fiera internazionale dedicata alla fotografia e all’immagine, dopo il suo debutto nel 2019

Davide Bramante Torino Celestiale 2020 Esposizione multipla non digitale – edizioni 5 cm 100×150 courtesy FABBRICA EOS

Finalmente in presenza 40 importanti gallerie d’arte contemporanea italiane, presenteranno a The Phair la ricerca artistica legata all’immagine e la fotografia di artisti molto noti, come Luigi Ghirri, Letizia Battaglia, Paolo Pellegrin, Marinella Senatore e Marcel Duchamp.

 

Torino – afferma Roberto Casiraghi, ideatore con Paola Rampini della fiera – si vestirà di un nuovo abito tutto a colori: musei, gallerie, fondazioni, spazi pubblici e privati, faranno vivere la Città di una nuova e più brillante luce. L’arte contemporanea, come tutto il Paese, ha bisogno di ripartire e dobbiamo farlo insieme, ciascuno con il proprio ruolo”.

www.thephair.com

The Phair, l’occasione perfetta per visitare Torino anche in giornata

Passeggiando alla scoperta del centro storico, ammirando le sue grandi piazze, le sue chiese e i suoi numerosi musei.

Non può mancare la visita al Museo Egizio, una delle attrazioni più note della città, secondo solo al Museo del Cairo. 

Il percorso espositivo è a dir poco spettacolare, da segnalare le sale dedicate al villaggio di Deir el-Medina e alla tomba di Kha che costituiscono il vero fiore all’occhiello della collezione torinese e custodiscono reperti preziosissimi frutto degli scavi novecenteschi della Missione Archeologica Italiana.

Un’occasione speciale per scoprire la vasta collezione del Museo sarà in occasione della festività di San Giovanni, santo patrono della città di Torino.

Sala 14a Galleria dei Re

Giovedì 24 giugno 2021 il Museo Egizio sarà aperto con ingresso gratuito e orario straordinario dalle ore 9 alle ore 21, con ultimo ingresso alle 20. Tramite prenotazione online.

museoegizio.it

Un museo unico nel suo genere, assolutamente da visitare, è il Museo Nazionale del Cinema che si trova all’interno della Mole Antonelliana, edificio simbolo del capoluogo piemontese.

Un’esposizione disposta su più livelli dedicata alla storia del cinema e delle “immagini in movimento” dalle origini a oggi. All’interno della Mole si trova l’Ascensore panoramico in cristallo trasparente che permette di salire fino al “tempietto”a 85 metri d’altezza per abbracciare la straordinaria vista sulla città.

videomapping Mole Antonelliana

Torna, Dal 24 al 25 luglio, ogni sera dalle 22.30 alle 00.30, lo spettacolo immersivo di videomapping sulla Mole Antonelliana. Un cinema a cielo aperto: i quattro lati della cupola si animeranno con immagini che raccontano la storia del cinema.

www.museocinema.it

A un passo da Torino, per la precisione a circa a 10 km, non si può non visitare la Reggia di Venaria Reale ex residenza reale dei Savoia e i sui giardini. Un capolavoro dell’architettura e del paesaggio, è uno dei siti artistico-architettonico più importanti d’Europa.

Valerio Berruti, La Giostra di Nina-Reggia di Venaria

Il complesso è imponente e nei suoi interni si trovavano stucchi, statue, dipinti realizzati da valenti artisti, tra cui Vittorio Amedeo Cignaroli, Pietro Domenico Olivero e Bernardino Quadri. Sulle pareti si stagliano raffigurazioni di selvaggina che istituiscono un rimando alla funzione venatoria della struttura.

Oggi in un percorso immersivo, ospita una mostra antologica del noto fotografo italiano Paolo Pellegrin.

Paolo Pellegrin Un bonsai Shinpaku di 20 anni. Kyoto, Giappone 2019 stampa al platino su carta Arches Platine 39 x 57 immagine 18 x 13,5 cmcourtesy GalleriaDelCembalo
lavenaria.it

La Redazione