Why Don’t You ?! La borse di Giancarlo Petriglia

Giancarlo Petriglia: lusso e ironia per le borse dell’autunno

La borsa must-have dell’autunno è giocosa, ironica e lussuosa. Ed è firmata Giancarlo Petriglia

Laureato all’Accademia NABA di Milano, Giancarlo Petriglia ha fatto della sua passione per la moda una professione: è stato direttore artistico per i marchi come Trussardi, Piquadro e Cruciani; la sua prima collezione, quella della primavera 2012, ha vinto il Who is on Next 2012 per accessori promosso da Vogue Italia e Alta Roma.

E poi, Giancarlo Petriglia ha fondato il suo marchio di borse, un brand ha cui ha dato il suo stesso nome e che, come lui, parla di libertà. Libertà di espressione creativa, libertà di accostare l’arte più pura alla vita di tutti i giorni, libertà di unire Milano e l’amata Italia con influenze culturali di ogni paese vicino o lontano.

Ogni borsa Giancarlo Petriglia è tutto questo, interpretato ovviamente dalla lente del suo creatore, che si descrive come “un bambino nascosto nel corpo di un esploratore romantico”.

Oggi vogliamo raccontarvi l’ultima collezione Giancarlo Petriglia, quella per l’autunno/inverno 2018: Why Don’t You?!

Tra lusso e ironia, la nuova collezione Giancarlo Petriglia

Nella nuova collezione Giancarlo Petriglia, lo stile e l’eleganza del passato incontrano l’armonia e l’unicità di forme e geometrie moderne. La musa ispiratrice è Diana Vreeland, con la sua irriverenza ed ecletticità che hanno dato vita al carattere deciso e rivoluzionario di ognuna delle borse. La collezione così è ricercata ma ironica, giocosa ma lussuosa, contemporanea ma tradizionale: la passione che c’è dietro è evidente.

La collezione: nuovi modelli e colori inediti

La collezione autunno/inverno di Giancarlo Petriglia si arricchisce di quattro nuovi modelli. La New Origami Bag è la rielaborazione della it-bag di Giancarlo Petriglia, resa ancora più funzionale grazie alla nuova chiusura che libera le geometrie del fianco.

La Bye Bag è la borsa perfetta per chi non vuole prendersi troppo sul serio: le sue geometrie armoniose e raffinare si concludono con una mano di donna con il dito medio alzato, che fa da chiusura. GP Bag è la borsa più social: le emoticon sono infatti protagoniste, e tra un occhiolino e una linguaccia parlano un linguaggio contemporaneo, racchiuso in una costruzione di altissima pelletteria.

The Last Kiss Bag è un piccolo gioiello di pelletteria: caratterizzata da una bocca intarsiata, racconta la storia di un ultimo bacio donato, dato o aspettato. Baci, smiles, occhi, serpenti, cuori, frange: il tutto è fatto in pelle di vitello di altissima qualità, con dettagli metallici e abbinamenti cromatici nuovi e inusuali. Non bastano le parole per descrivere le borse Giancarlo Petriglia: per capire, bisogna viverle.

Federica Miri

Home

No Comments Yet

Comments are closed