Acqua di Parma partner di Parma 2020

Acqua di Parma omaggia Parma 2020 con la nuova Note di Colonia V

Parma è la Capitale Italiana della Cultura 2020: scopriamo il legame della città con la musica e il profumo insieme ad Acqua di Parma.

Ci sono eccellenze che ci rendono particolarmente fieri di essere italiani. A volte sono piatti prelibati, spesso sono città ricche d’arte e cultura o location naturali da sogno, qualche volta si tratta di brand che incarnano appieno lo spirito italiano, altre volte è un mix di tutto ciò.

Simbolo del lusso, dell’artigianalità e della qualità italiani dal 1916, Acqua di Parma non ha mai smesso di stupirci e renderci fieri, con creazioni originali e progetti speciali. Specialmente oggi.

Parma Teatro Regio

Acqua di Parma: due progetti speciali per iniziare il nuovo decennio

Acqua di Parma infatti inizia il nuovo decennio con due progetti speciali che onorano le sue origini: la partnership con Parma Capitale Italiana della Cultura 2020, e una nuova Colonia ispirata all’arte italiana del melodramma.

Parma 2020: una città ricca di cultura, musica e profumo

Centro del teatro, della musica, della pittura, dell’architettura: Parma è sempre stata una città culturalmente vivace e amante dell’arte a tutto tondo. Non a caso è stata nominata Capitale Italiana della Cultura 2020.

È proprio qui che, più di 100 anni fa, il barone Carlo Magnani decise di creare per sé un profumo che non esisteva ancora: un profumo che fosse fresco, moderno, italiano.

Un profumo che oggi conosciamo come Colonia di Acqua di Parma: un mix di Limone, Bergamotto e Arancia racchiuso in un flacone Art Decò dai dettagli ispirati ai palazzi di Parma.

Le radici di Acqua di Parma affondano nella storia della città di cui il brand porta il nome: per questo, in occasione di Parma 2020, la città ospiterà anche un affascinante Museo del Profumo in cui esplorare il legame storico tra il marchio e la città.

Essere partner di Parma 2020 è per noi un onore e una grande emozione”, spiega la presidente e CEO Laura Burdese. “Siamo felici e orgogliosi che una città d’arte italiana così vitale e ricca di storia sia stata nominata Capitale della Cultura. Ed essere parte attiva di questo evento è per Acqua di Parma un modo meraviglioso per rafforzare ancora di più il legame con la propria città d’origine”.

Backstage del video realizzato da Virgilio Villoresi della nuova campagna dedicata alla nuova fragranza note di Colonia V

La musica di Parma: sinfonie che diventano Colonie

Oltre che per l’architettura, Parma è famosa del mondo in quanto culla del melodramma italiano: è stata proprio questa città emiliana a dare i Natali a Verdi e Toscanini.

Ispirandosi agli autori e alle opere di culto del melodramma, i profumieri di Acqua di Parma rendono omaggio alla musica con Note di Colonia V

La nuova fragranza della collezione Note di Colonia, fatta di profumi che ricordano sinfonie

La musica e il profumo, in fin dei conti, parlano un po’ nello stesso modo: vibrano nello spazio ed evocano emozioni stimolando i sensi in modo invisibile.

Così in Note di Colonia I abbiamo trovato il brio di Libiamo Ne’ Lieti Calici, un celebre tema della Traviata di Giuseppe Verdi.

L’intensa e sofisticata vitalità di Nessun Dorma, dalla Turandot di Giacomo Puccini, è stata l’ispirazione della speranzosa Note di Colonia II.

Maestosa, trionfale, eroica, la Marcia dell’Aida, capolavoro Verdiano, ha dato vita a Note di Colonia III.

Note di Colonia IV, infine, ha evocato la passione di Donna Non Vidi Mai!, aria struggente dalla Manon Lescaut di Giacomo Puccini, trasportandoci in un vortice di emozioni.

Note di Colonia V: la Colonia ispirata al Rigoletto di Verdi

Oggi, ispirata a Parma 2020, arriva una novità assoluta: la nuova Note di Colonia V di Acqua di Parma, omaggio a una delle arie più celebri della lirica Italiana: La Donna è Mobile, dal Rigoletto di Giuseppe Verdi.

Frame del video realizzato da Virgilio Villoresi della nuova campagna dedicata alla nuova fragranza note di Colonia V

Il Rigoletto fu uno dei grandi successi di Verdi: con la musica come flusso continuo ed elemento portante della narrazione, l’Opera conquistò il pubblico di ogni tempo, tanto da essere replicata per ben 34 volte al Teatro Regio di Parma.

Acqua di Parma ha scelto il momento più chiaro e leggero di quest’opera: la celebre La Donna è Mobile, con la sua melodia lieve e vivace

Allo stesso modo, Note di Colonia V svela immediatamente la sua spensieratezza richiamando una vera e propria orchestra: in apertura, Limone, Bergamotto di Calabria e Pepe Rosa ballano un frizzante valzer di violini, che fa da preludio a un crescendo di fiati e alla voce del tenore: è il cuore a base di Zenzero e Ginepro. Poi, quando il Duca esce di scena, il volume si fa più tenue: così, come un sussurro che resta sospeso nell’aria, arrivano le note ambrate del Legno di Sandalo e di Cedro.

Un packaging prezioso e rievocativo

Potente e di carattere, Note di Colonia V di Acqua di Parma è racchiusa in un flacone che rende omaggio alla storica boccetta di Colonia del 1916: il cristallo dal taglio smeraldo, il tappo a campana, l’etichetta che ricorda un libretto dell’Opera, i nastri di seta fissati a mano sulla ghiera del tappo rendono ogni flacone un vero gioiello di artigianalità. E, come ogni gioiello che si rispetti, Note di Colonia V è confezionato in un coffret speciale, rivestito in velluto e raso neri.

Federica Miri

Note di Colonia V di Acqua di Parma sarà disponibile 
negli store e online dal 23 gennaio 2020

SOCIAL FB
No Comments Yet

Comments are closed