Les Eaux de Chanel: un invito a viaggiare

L’essenza di un viaggio

Les Eaux de Chanel Paris-Édimbourg: un viaggio olfattivo che da Parigi ci porta alla scoperta della campagna scozzese

Un mèlange di aromi speziati, dolci ricordi e percezioni uniche che ci accompagnano in un viaggio incredibile, partendo da Parigi per atterrare a Edimburgo e raggiungere la campagna scozzese, fatta di natura selvaggia e imponente, un nido che sembra un rifugio per Gabrielle Chanel.

Questo dipinto di emozioni e profumi è racchiuso in Paris-Édimbourg, l’acqua che arricchisce la linea Les Eaux de Chanel. Una collezione nata nel 2018 dall’esigenza di dare forma, o meglio, “odore” a tutti i ricordi e soprattutto ai luoghi significativi di Mademoseille.

Così la descrive il profumiere Olivier Polge: “Les Eaux de Chanel sono profumi concepiti come Eau Fraîche. Mi sono ispirato a quelle città che hanno un forte legame con Chanel. Ognuno di questi luoghi ha lasciato la sua impronta su una fragranza”.

Les Eaux de Chanel: un elogio alla freschezza

Les Eaux de Chanel sono 5 fragranze che, attraverso le loro sfumature eteree, leggere e no gender, invitano la mente a viaggiare senza motivo, semplicemente per il piacere di farlo. Ci fanno visitare luoghi meravigliosi e immaginari, trasportandoci dal mare al verde sconfinato ma facendoci vivere sempre un’esperienza intima ricca di sensazioni uniche.

Les Eaux de Chanel: i luoghi speciali della vita di Gabrielle Chanel reinterpretati in 5 sinfonie olfattive

  • Paris-Biarritz: Una destinazione sportiva, con vista sull’oceano, dove lo slancio del pompelmo e del mandarino, temprato da una nota acquosa e dall’accordo di mughetto, viene preso per mano dal vetiver.
  • Paris-Deauville: Una passeggiata tra l’erba alta, in un verde pungente. Qui, la scorza d’arancia e le foglie di basilico, con la loro forza rivitalizzante, passano il testimone alla rosa e al gelsomino su un fondo di patchouli sottilmente vintage e cipriato.
  • Paris-Venise: Un’evocazione della città barocca ma anche del viaggio sull’Orient Express per raggiungerla, in un comfort ovattato e delicatamente fresco. Note di frutti rossi, iris e geranio si riscaldano coccolati dalla dolcezza del cedro e degli effluvi orientali, delicatamente ambrati e vanigliati.
  • Paris-Riviera: Una breve fuga per trascorrere una giornata di sole nella Costa Azzurra degli anni ‘20. Il gelsomino e il neroli, fiori mediterranei luminosi come raggi di sole, vengono ammaliati dal fresco sorriso della scorza d’arancia e del petitgrain, per poi accogliere le carezzevoli note di fondo del sandalo e del benzoino.

E ora è nata l’Eau Fraîche Paris-Édimbourg. Un vero e proprio tuffo nella selvaggia campagna scozzese, immersa in una luce intensamente bianca, avvolta da una vivace freschezza che ci regala una dolce sensazione di benessere.

Paris-Édimbourg: l’idea di un dolce ricordo che diventa un profumo

Per Gabrielle, la “tratta” Parigi-Edimburgo è stata un piacevole souvenir fino al 1930 perché trascorreva lunghi soggiorni con il Duca di Westminster nel verde della Scozia.

Gabrielle Chanel e il Duca di Westminster, 1924

Durante quel periodo, la stilista francese ha avuto il piacere di entrare in contatto con gli aristocratici britannici, dai quali ha preso ispirazioni per creare dei look che divennero delle vere e proprie icone, come i baschi in lana e le giacche in tweed.

Sfumato, torbido, agrumato e dolce: gli accenti che rendono unico Paris-Édimbourg

Per interpretare alla perfezione questa nuova acqua anche Olivier Polge si è tuffato nella misteriosa campagna scozzese, riuscendo a cogliere le sfaccettature più nascoste di quella natura imponente.

Il profumiere francese è rimasto particolarmente colpito da due profumi caratteristici: le bacche di ginepro “sorprendenti e glaciali” e il legno torbato. Dal matrimonio armonioso tra questi due aromi molto diversi tra loro, che oscillano dalla freschezza incisiva alla calda oscurità, nasce Paris-Édimbourg.

Si tratta di un’acqua dalla potenza vegetale aromatica, resa unica da una variazione di luce creata dai diversi elementi contenuti, come le bacche di ginepro e il cipresso, la lavanda e il cedro, scelto per il suo comfort avvolgente, il vetiver, che assicura un accento fumè, e per finire, delle note di muschio e vaniglia che riscaldano l’essenza.

Un aromatico boschivo, confortevole come una giacca in tweed: è Paris-Édimbourg

Un vero e proprio capolavoro olfattivo che fa del suo mix eccentrico un’armonia sensoriale, permettendoci di sperimentare la vita della campagna aristocratica scozzese.

Una fragranza che si ispira anche allo stile personale di Chanel, ai suoi look irriverenti e avanguardistici, così infatti Olivier commenta il nuovo profumo: “Fresco e boschivo, Paris-Édimbourg potrebbe essere il profumo di una giacca in tweed presa in prestito dal guardaroba maschile che tanto ha ispirato Gabrielle Chanel. […] Come quando si rientra da una passeggiata, porta con sé i sentori della natura selvaggia”.

Il packaging minimal che riflette lo spirito semplicemente raffinato di Paris-Édimbourg

Un flacone essenziale dalle linee arrotondate, sormontato da un tappo in thermodur nero con incisa una doppia C: questo è il packaging di Paris-Édimbourg.

Perfettamente in tema con l’anima di questa fragranza, la Maison francese ha scelto un design che ricorda le fiaschette di liquore che si infilavano nella giacca durante i viaggi.

La trasparenza cristallina del vetro rivela una fragranza verde come i paesaggi della Scozia, regalandoci un’esperienza ricca di benessere e tranquillità.

La ricerca di semplicità e minimalismo assoluto è presente anche nella confezione in cartone ondulato, tanto bella all’interno quanto all’esterno, impeccabile fin nei minimi dettagli.

Erika Fuser

e-shop