Trudon e la sua prima collezione di profumi

Le candele Cire Trudon si trasformano in fragranze per il corpo

È raro poter parlare di una maison che lavora con costanza e passione e che segue a pari passo la tradizione e l’innovazione da ben 374 anni.

L’iconica maison cirière Cire Trudon in attività dal 1643, amata da tutto il mondo per la creazione di candele, oggi, per la prima volta, realizza una collezione di fragranze

Cinque profumi per la persona della linea Trudon creati da tre esperti nasi, Lynn Harris, Antoine Lie e Yann Vasnier, che si sono fatti ispirare dalle storiche e antiche vie di Parigi.

Queste profumazioni, nobili, eleganti e naturali, sono contenute in flaconi da 100 ml creati dalla designer Pauline Deltour: “Questo flacone è molto maneggevole e gradevole allo sguardo. Ho perfezionato le sue dimensioni per porre in evidenza il collo a cupola in cima al quale si posa il tappo in vetro ondulato. Elegantemente situata in una finestra scavata, l’etichetta pare essere incorniciata”.

Le fragranze 

Un percorso mistico e trascendentale è ciò che i nasi hanno creato con le cinque fragranze Trudon. Un viaggio tra la natura e l’assoluto grazie a Bruma, Olim, II, Révolution, Mortel. Vere emozioni da vaporizzare sul corpo che potete trovare nell’esclusive boutique Campomarzio70.

Una figura nobile lascia di notte la comodità delle sue stanze in sella ad un cavallo per scoprire una parte di sé in un altro luogo, quasi soprannaturale. La sua apparizione è evocata dalle note che ne descrivono la femminilità e il censo elevato. La cavallerizza attraversa una radura passando dalla semioscurità alla luce notturna, avvolta nel mistero,nell’enigma e in una raffinata sensualità, quasi animalesca. La sua bellezza si rivela all’improvviso attraverso un’energia spirituale”, così narra Antoine Lie, creatore di Bruma. Un profumo legato a una donna coraggiosa che abbandona gli sfarzi per compiere una metamorfosi, cercare la vera sé. Tra le note di Bruma di Trudon si sente il pepe nero, il gelsomino, le viole e l’iris.

La creazione di Olim è legata al passato, alla Parigi che sprigiona il potere regale e vede il declino del feudalesimo; richiama la bellezza e l’opulenza. Lyn Harris, il suo profumiere, rivela note fredde che “trasmettono una sensazione di purezza, lasciando dietro di sé una scia persistente”. Tra le note troviamo bergamotto, lavanda, anice, pepe rosa, mirra e muschio.

Lyn Harris è anche il profumiere di II della nuova linea Trudon; con note di incenso, ambra, cashmeran, arancio amaro, e ginepro, Harris si è ispirato a un luogo magico. Definisce il suo secondo effluvio adatto a tutti “per la sua capacità di unire e mettere insieme due persone”.

Con Révolution, Harris infine vuole ravvivare le emozioni ricreando l’immagine delle strade di Parigi durante la Rivoluzione francese: un quadro che richiama odori di fumo e polvere da sparo, di fuoco e sudore, dove infine domina l’incenso così creando una sensazione di pace. “Revolution cattura un momento storico: un periodo in cui i profumi erano grezzi e si spandevano ovunque. Una sorta di armonia nasce da queste note contrastanti, lasciando in sottofondo un raffinato e nitida fragranza di legno affumicato”.

Il profumiere Yann Vadnier per Trudon ha creato Mortel, un’essenza sensuale ed erotica composta da cisto puro, mirra, incenso, pepe nero e peperoncino. Vadnier ha creato un profumo rivoluzionario, religioso, con gamme naturali e maschili.

Per poter ricreare tutte queste cinque sensazioni, storie, viaggi, magie, Trudon ha realizzato una confezione con tutte le nuove profumazioni in vaporizzatori da 10 ml.

Camilla Catalano

http://www.campomarzio70.it/it
https://trudon.com/eu_en/
No Comments Yet

Comments are closed