In Alto Adige è in arrivo la stagione invernale

Alto Adige nel cuore delle Dolomiti, il luogo perfetto per un soggiorno a pieno contatto con la natura

L’Alto Adige è una regione dal carattere incontaminato, dove le features naturali sono rimaste invariate nel tempo, influenzandone, così, l’architettura, la cultura e l’enogastronomia.

Si tratta di un ambiente in cui il contatto con l’ecosistema è ancora intatto: i prodotti naturali vengono valorizzati, concedendo, così, agli ospiti la possibilità di godere di pietanze uniche nei caratteristici masi.

Coloro che si avventurano nella regione più settentrionale d’Italia possono cimentarsi in tante attività nel meraviglioso habitat immutato, reso ancor più spettacolare dalle nevi dicembrine

 
Saslong Val Gardena
GranRisa AltaBadia

Per gli amanti dello sci, l’Alto Adige offre 28 comprensori distribuiti in tutta la regione, tra cui la Saslong in Val Gardena e la Gran Risa in Alta Badia, dove si svolgono le gare della Coppa del Mondo di sci.

Lo sci di fondo, invece, è adatto a chi preferisce esplorare in tranquillità il paesaggio circostante: degno di nota è il Dolomiti Nordicski, il più grande comprensorio d’Europa.

L’intera famiglia sarà coinvolta, grazie alle piste da slittino perfettamente battute, ideali anche per i bambini: tra i vari impianti, quello di Plose offre un’avventura sulla neve, immersi in un paesaggio boschivo fitto e verdeggiante.

Particolarmente suggestive sono le discese di notte lungo le piste illuminate nell’impianto di Monte Cavallo.

Cosa è più affascinante di pattinare su un lago ghiacciato, come se ci si trovasse nel mezzo di una scena dello Schiaccianoci?

Lago di Resia in Val Venosta

Sarà possibile farlo sul Lago di Resia in Val Venosta e sul Lago di Fiè ai piedi dello Sciliar, oppure nel moderno palaghiaccio di Renon.

Anche coloro che amano lo sport acrobatico troveranno ciò che cercano: tanti sono gli impianti per lo snowboard e il freestyle, tra cui il grande snowpark dell’Alpe di Siusi e il rinnovato snowpark di F-TECH di Valles, caratterizzato dal fatto che è suddiviso a seconda delle capacità di chi pratica.

Per gli amanti della mountain bike, sarà possibile vivere una altrettanto unica esperienza sulla neve, grazie alla fat bike, l’unica bike adatta a percorrere terreni impervi e nevosi grazie agli spessi penumatici.

In Val Gardena, nell’ambito del tour di Vallunga, sarà possibile per gli ospiti ammirare il paesaggio circostante.

Nel comprensorio di Plan de Corones sarà possibile, invece, esplorare gli impenetrabili boschi altoatesini su solitarie strade secondarie.

È irripetibile, inoltre, l’esperienza di pedalare sul Lago di Resia ghiacciato, per poi circumnavigare lo splendido campanile incastonato nel ghiaccio.

Tanti sono gli eventi a cui si partecipare nei mesi invernali, tutti dedicati allo sport sulla neve. L’Audi Fis Ski World Cup, della durata di due giorni, si svolge in Val Gardena dal 14 dicembre lungo la Saslong. Dal 16 dicembre, poi, ci si sposta a Gran Risa in Alta Badia per lo slalom gigante e lo slalom gigante parallelo.

Chiudono la stagione la Spring Race Party, una gara di sci a ostacoli sul Monte Seceda che si conclude al centro di Ortisei, dove gli atleti saranno ritemprati da un rinfresco gourmet, e la Sudtirol Gardenissima, una gara di sci lungo un percorso di 6 km di slalom gigante, che parte dal Monte Seceda e finisce alla valle del Col Raiser.

Il wellness è una componente essenziale per rigenerarsi dopo una lunga giornata trascorsa attivamente alle rigide temperature montane

A Vipiteno Racines la pista da sci si conclude direttamente con una struttura dotata di saune. Le rinnovate Terme Merano, poi, riaprono dalla seconda metà di dicembre, dopo un periodo di ristrutturazione.

Nel centro di Predoi c’è l’unico centro italiano di speleo-terapia: gli ospiti entrano nella grotta tramite un trenino e raggiungono la galleria climatica, a temperatura costante di 8-10 gradi, dove potranno godere di salubre aria pura.

Tanti sono i comuni che offrono un soggiorno alla scoperta della cultura autoctona, dove si coniugano l’architettura storica, rappresentata da magnifiche chiese e abbazie, e gli edifici di design, risultato della sapiente tecnica di rinomati urbanisti.

San Candido è il comune più antico del Trentino Alto Adige: nel 2019 festeggia 1250 anni dalla fondazione, così il primo giorno dell’anno ci sarà una splendida festa di inaugurazione.

Castelrotto presenta, invece, numerosi esemplari di architettura medievale, essendo anche annoverato tra i Borghi più belli d’Italia.

L’enogastronomia non delude affatto: nella regione sono presenti ben 19 ristoranti stellati con 26 stelle in totale, che propongono audaci rivisitazioni dei piatti tradizionali.

Nelle distintive malghe sarà possibile gustare pietanze oggetto di una secolare esperienza culinaria, che esaltano gli essenziali elementi locali, quali mele, speck, yogurt, latte e vino.

Ritorna l’appuntamento in Alta Badia con “Sciare con gusto”, che il 17 dicembre festeggia il decimo anniversario.

Il tema sarà “Ski the Italian Way”, che predilige la tradizione culinaria nativa: nell’ambito di tale manifestazione, dieci tra i migliori chef stellati italiani si cimentano nel creare un piatto gourmet da servire nei rifugi altoatesini.

Ogni festività del periodo invernale offre differenti esperienze a chi si avventura in questa regione

Si sta avvicinando il Natale, un fragrante profumo di cannella è sospeso nell’aria, numerose luci colorate si riflettono su uno specchio d’acqua e piccole casette di legno offrono ogni genere di pietanza locale e oggettistica artigianale: tornano i mercatini di Natale.

Fino al 6 gennaio sarà possibile visitare i “mercatini originali Alto Adige/Sudtirol” a Bolzano, Merano, Bressanone, Vipiteno e Brunico.

Unici sono i “mercati di montagna” a San Candido, Lago di Carezza e Castelrotto. L’Alto Adige, poi, ospita il mercatino di natale più alto delle Alpi: si trova a Martello, a ben 2061 metri di altezza sul livello del mare, nel Parco Nazionale dello Stelvio.

Quando arriva il giorno dedicato all’amore, a San Valentino l’Alto Adige è il luogo perfetto per una sera con il proprio partner.

Selva di Val Gardena

In Val Gardena, il programma “notti speciali in montagna in Val Gardena” offre romantiche attività da condividere, come le slittate notturne sulla neve tra picchi altissimi e abeti torreggianti.

La cena ideale è al chiaro di luna, in un silenzioso e accogliente ambiente invernale: il ristorante Terra si trova a 1622 metri di altezza e risulta essere il più alto ristorante Michelin (con ben due stelle).

Quando l’inverno giunge alla sua fase finale, in Alto Adige non si fa altro che invocare la primavera. Così, a Carnevale tante sono le celebrazioni dedicate a propiziare la rinascita, dopo un lungo e stagnante periodo di riposo.

A Prato di Stelvio, il giovedì grasso tante figure vestite di bianco e ricoperte di nastri colorati e fiori agitano i campanacci per scacciare via la stagione fredda.

Durante lo Scheibenschlagen, nella prima domenica del periodo di quaresima, lunghe verghe infuocate vengono agitate sopra le rocce, illuminando la notte buia, per richiamare il tepore della stagione calda.

Margherita Turdò

SOCIAL FB
https://www.suedtirol.info/it
No Comments Yet

Comments are closed