Un paradiso incontaminato. Le Isole Vergini britanniche

Uno spettacolo della natura: ecco le Isole Vergini britanniche

Un invito all’esplorazione

Le Isole Vergini britanniche, conosciute più comunemente come le “Isole Vergini” si trovano tra l’Oceano Atlantico e il Mar dei Caraibi a est di Porto Rico e fanno parte di un arcipelago vulcanico. Queste isole meravigliose appartengono al territorio britannico oltre mare (come si può intendere dal nome). Definite spesso come un vero e proprio paradiso terrestre, le Isole Vergini sono composte da un totale di 60 isole le cui principali sono quella di Tortola, Virgin Gorda, Anegada e Jost Van Dyke. Tortola, oltre ad essere l’isola più grande, ospita la capitale: Road Town.

Alla scoperta del territorio

Ogni isola ha una bellezza e un fascino che la contraddistingue dall’altra, rendendo questo arcipelago una meraviglia naturale. Luoghi incontaminati e spettacolari: le montagne basse, le lagune con barriere coralline, le colline verdeggianti con antichi alberi di mogano e dove troviamo cacao e orchidee selvatiche, mentre cactus, acacia, erba e canna da zucchero prosperano nelle pianure.  Poi ci sono le spiagge con l’acqua cristallina che possiamo definire dei veri e propri acquari a cielo aperto popolati da una vita marina tra le più variegate del mondo; non sono da meno però i territori entro terra, rifugi per specie a rischio di estinzione.

Le Isole Vergini britanniche sono davvero incantevoli e svelano piccoli segreti della natura in ogni loro insenatura

Scopriamo insieme alcune delle isole dell’arcipelago

La prima che dobbiamo menzionare è sicuramente Tortola, l’isola principale e dove troviamo la capitale: Road Town. Qui ci imbattiamo in un ambiente naturale che si distingue per la sua bellezza e dalle sfumature delle sue acque dove è possibile ammirare la l’esclusiva vita marina.

Road-Town

Un’altra isola spettacolare è la Virgin Gorda, meta per tutti coloro che vogliono rilassarsi e rigenerarsi totalmente. Qui si trovano pochi resort che garantiscono intimità e privacy. Chi fa visita in questo luogo non può non scoprire i massi di granito di The Baths e il Gorda Peak.

Jost Van Dyke è l’isola dove è un must camminare a piedi nudi sulle spiagge e poi sorseggiare un Painkiller al Soggy Dollar Bar. Tra le quattro isole principali Jost Van Dyke è la più piccola ma non per questo meno affascinante, infatti qui troviamo scenari mozzafiato con terreni montagnosi e magnifiche barriere coralline. C’è il famoso Foxy’s Bar conosciuto per le feste e promotore del più grande evento che celebra il Capodanno.

Se pensiamo a una composizione a base di corallo e pietra calcarea allora pensiamo all’isola Anegada, qui spicca una fauna di grande fascino che comprende fenicotteri e iguane.

Anegada

Poi c’è Cooper Island un vero paradisco subacqueo, conosciuta anche come “vicolo dei relitti” perche adiacente a una serie di affascinanti relitti sommersi. Mentre nella parte meridionale dell’arcipelago si dice che lo scrittore Robert Louis Stevenson abbia preso ispirazione per il suo libro «L’isola del tesoro», soggiornando su Norman Island.

L’isola tropicale di Peter Island è caratterizzata da spiagge bianche e acque turchesi e dove spicca la lussuosa ed esclusiva proprietà il “Peter Island Resort”. Un rifugio invece è Guana Island che ospita molte specie a rischio di estinzione.

Saba Rock è l’isola che si trova vicino a Virgin Gorda, ed è la dimora del rinomato ristorante e boutique Hotel Saba Rock Resort. Non possiamo dimenticarci di Little Thatch Island e Necker Island, la prima è stata spesso affittata esclusivamente da personaggi facoltosi e ancora oggi è possibile affittare l’esclusivo Seagrape Cottage per vivere una vacanza in totale privacy. La seconda isola, Necker Island è di proprietà dell’imprenditore Richard Branson dal 1978. 

Scopriamo la storia

Le British Virgin Island custodiscono l’eredità dei primi coloni dagli strumenti degli indiani Arawak fino alla miniera di rame del 19°secolo. Inoltre si trovano i resti delle antiche piantagioni di canna da zucchero e di cotone che testimoniano la presenza in passato di schiavitù sul territorio, proprio per questo motivo un’importante evento culturale è sicuramente l’Emancipation Festival che festeggia l’abolizione della schiavitù con celebrazioni per le strade, concerti e animazione dei maestosi mocko jumbie, cioè trampolieri professionisti tipici dei luoghi caraibici.

Tra le 60 isole 15 di queste offrono varie strutture per soggiornare e rilassarsi. Qui potrete sicuramente trovare quello che più vi aggrada: resort, case in affitto, ville private e hotel con vista mare, e per chi ama qualcosa di più tranquillo ci sono i caratteristici B&B. Raffinatezza, comfort e privacy sono le parole chiave che caratterizzano l’ospitalità di questo luogo.

Let’s party… (festeggiamo)

Le Isole Vergini Britanniche sono piene di energia e di vita dove poter vivere un’atmosfera a ritmo di musica e immergersi nella cultura locale. Un festa sicuramente da non perdere è il Full Moon Party: ballare sotto le stelle e intorno ad un bel falò con danze e spettacoli coinvolgenti. I festeggiamenti più allettanti avvengono al Bomba’s Shack, sull’isola di Tortola, mentre per le famiglie Beef Island propone un Full Moon Party al Trellis Bay. Ma si sa che non esiste festa senza del buon cibo infatti e ce lo testimonia il Anegada Lobster Festival cioè il festival dell’aragosta, un’occasione per gustare e assaporare sapori nuovi e cocktail deliziosi.

Tra un’avventura e un tuffo cristallino

Come ogni arcipelago che si rispetti anche le Isole Vergini nascondo luoghi segreti che meritano di essere scoperti, piccole insenature nascoste sulle spiagge e nei boschi. Incamminarsi sulla Sage Mountain di Tortola per godersi una vista che toglie il respiro dove è possibile ammirare le isole che compongono questo arcipelago paradisiaco.

Per chi ama l’acqua sono tantissime le proposte di attività acquatiche come lo snorkeling, il surf, lo stand up paddle e kayak.  Per chi invece ama essere più sedentario o semplicemente ha voglia di rilassarsi e rigenerarsi può godersi la brezza marina e magari fare una seduta di yoga in spiaggia, un massaggio o un trattamento benessere per rigenerare mente e corpo.

Per i romantici

Le Isole Vergini sono lo scenario ideale per creare ricordi con la persona amata tra cene a lume di candela, passeggiate lungo la spiaggia e godersi il tramonto. Per futuri sposi è anche un luogo ideale per celebrare le proprie nozze, infatti è possibile richiedere una licenza e sposarsi proprio su una di queste isole.

Fatevi conquistare dal divertimento, dall’avventura e dalla bellezza che le British Virgin Islands hanno da offrire.  L’ospitalità e le bellezze naturali vi ammalieranno in questo angolo di mondo del tutto paradisiaco.

M.Elisa Altese

#BVI #BVITURISMO #BVISECRETS  #BVILOVE #BVIWANT2GO #SEEDSOFLOVE Per ulteriori  informazioni visitare il sito: www.bvitourism.it 
oppure su Facebook: https://www.facebook.com/BVITurismo/?fref=ts
No Comments Yet

Comments are closed