La bellezza del Regno di Giordania

Giordania. Una terra dalla bellezza ammaliante

Benvenuti nel Regno fondato da Re Abdullah I al termine della prima guerra mondiale. Governato per 46 anni da suo nipote, il compianto Re Hussein, fino al 1999, è quindi succeduto al trono il figlio Re Abdullah II. Vi diamo il benvenuto nel Regno di Giordania.

Le immagini dell’antica città di Petra, scavata nella roccia ben oltre duemila fa, è uno dei simboli di questo territorio, ma non è la sole bellezza di questo territorio. Il Regno di Giordania infatti, è una terra dalla bellezza ammaliante, caratterizzata da forti contrasti. Dalla Valle del Giordano, fertile e dal paesaggio sempre mutevole, fino ai remoti canyon del deserto, i viaggiatori possono esplorare splendidi castelli,  selvaggi panorami e rilassarsi nelle acque del Mar Rosso.

Per gli amanti dell’avventura invece, non c’è che l’imbarazza della scelta: equitazione, safari in veicoli 4×4, arrampicate, escursioni nei canyon e trekking

Amman, la capitale

Amman, capitale della Giordania, è una città affascinante e ricca di contrasti che offrono un mix tra antico e moderno. Nel cuore commerciale della città, edifici moderni, hotel, ristoranti, gallerie d’arte e boutique si susseguono accanto ai tradizionali caffè, alle botteghe degli artigiani e a tracce dello storico passato. Data la sua prosperità e grazie al clima temperato, quasi la metà della popolazione giordana è concentrata nell’area di Amman. I sobborghi residenziali consistono principalmente di strade e viali alberati ‘’decorati’’ di eleganti case bianche. Il centro cittadino è più antico e dall’aspetto tradizionale invece.  La città, offre ai suoi visitatori una vita notturna movimentata: eventi culturali, spettacoli folcloristici, moderni ristoranti e club. 

Da visitare:  Il complesso del Palazzo degli Omayyadi, 720-750 d.C. con il grandioso ingresso monumentale a forma di croce;  Il Tempio di Ercole, eretto durante il regno dell’imperatore Marco Aurelio (161-180 d.C.);  La Chiesa bizantina, databile all’incirca tra il VI e il VII d.C.;  Il restaurato Teatro romano, del II secolo d.C., ;  Il Foro romano, piazza pubblica, costeggiata dal teatro e dall’odeon, tra le più grandi di tutto l’impero (100 x 50 metri); La Grande Moschea Husseini.

 As-Salt, città di antiche origini

Città di origini antichissime, As-Salt è stata uno degli insediamenti più importanti nella regione compresa tra la Valle del Giordano e il deserto orientale. Data la sua importanza come collegamento commerciale tra il deserto orientale e l’occidente, è stato un luogo di importanza fondamentale per i molti governatori della regione.

As-Salt si trova a 29 chilometri a nord-ovest dal centro di Amman ed è facilmente raggiungibile in mezzora di automobile.

Da vedere qui: il Museo archeologico di As-Salt; Centro dell’artigianato di As-Salt; Museo del folclore di As-Salt; Santuario del profeta Shu’ayb (Jethro); Museo storico di As-Salt (Casa di Abu Jaber).

Madaba, la città dei mosaici

Madaba è una delle località più memorabili della Terra Santa ed è soprannominata “la città dei mosaici”.  Tra le attrazioni menzioniamo la chiesa greco-ortodossa di San Giorgio, con il suo splendido mosaico bizantino del VI secolo raffigurante una mappa di Gerusalemme e altri siti sacri. Con i suoi due milioni di tessere di pietra colorata, e dimensioni originali di 25×5 metri, in buona parte ancora visibili, la mappa illustra colline, valli, villaggi e città fino al delta del Nilo.

Questo capolavoro non ha uguali in Giordania.

Petra, un patrimonio dell’umanità  

Spesso descritta come una delle otto meraviglie del mondo antico, Petra è senza ombra di dubbio il tesoro più prezioso della Giordania e la sua maggiore attrattiva turistica. È una vasta città dalle caratteristiche uniche: i Nabatei, industriosa civiltà araba insediatasi in questa zona oltre 2.000 anni fa, la scavarono dalla roccia e la trasformarono in uno snodo cruciale per le rotte commerciali della seta e delle spezie, grazie alle quali Cina, India e Arabia del Sud poterono entrare in contatto con Egitto, Siria, Grecia e Roma.

Il Regno dei Nabatei è durato secoli, e Petra fu ammirata per la sua cultura raffinata, l’architettura monumentale e l’ingegnoso complesso di dighe e canali.

Per salvaguardare Petra, oggi dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, tutte le strutture turistiche sono state situate nella città di Wadi Musa, accanto all’ingresso del sito.

Per visitarla occorre almeno una giornata intera. Mappe ed eccellenti guide sono in vendita all’ingresso del sito, così come sono disponibili visite guidate dell’antica città.

Potete inoltre noleggiare un cavallo o un carro trainato da un cavallo per raggiungere l’entrata principale. 

Il momento migliore per visitare Petra è al mattino presto o nel tardo pomeriggio. Questo e tanto altro vi aspetta in Giordania, non vi resta che partire.

Buon Viaggio

Luca Ferri

 

Maggiori info: http://it.visitjordan.com
SOCIAL FB

 

No Comments Yet

Comments are closed