Lago di Costanza, vacanze tra natura e arte

Itinerari sulle Alpi di Austria, Svizzera e Liechtenstein

Tutto il bello della montagna, stando vicino alle acque di un lago. È quanto offre la Regione Internazionale del Lago di Costanza nella parte che comprende le Alpi del Liechtenstein, del Vorarlberg austriaco e del Canton San Gallo, in Svizzera

Il villaggio Mannenbach

Avere nella stessa vacanza montagna e lago è possibile: basta visitare la Regione Internazionale del Lago di Costanza. Il Bodensee, nome tedesco del luogo, si trova incastonato nel cuore dell’Europa tra Germania, Svizzera, Austria e Principato del Liechtenstein. È una zona ricca di storia e di cultura, che vanta anche una natura varia e rigogliosa, dove paesaggi alpini si alternano a colline ricoperte di vigneti e a deliziose cittadine rivierasche.

Vicino al Lago di Costanza sorgono infatti le Alpi del Principato del Liechtenstein, del Vorarlberg austriaco e del Canton San Gallo, in Svizzera. Sarà quindi possibile immergersi tra cime maestose, prati scoscesi, verdi boschi e paesini montani, ma allo stesso tempo godere di città, borghi e castelli contornati da un paesaggio lacustre di placida bellezza.

Liechtenstein, Terra Walser dai molti itinerari alpini

Con i suoi 400 chilometri di percorsi che si diramano tra panorami da cartolina e vette fino a 2.600 metri di altitudine, il piccolo Principato del Liechtenstein farà la gioia di quanti amano la montagna. È oltretutto un Paese ricco di storia e tradizioni, dove la cultura Walser ha impregnato i luoghi lasciando tracce ancora oggi visibili.

©Kevin Wildhaber

I camminatori esperti possono avventurarsi in percorsi impegnativi come il Fürstensteig Trail, 12 chilometri con vista impareggiabile sulle cime del territorio e delle vicine Austria e Svizzera. Consigliato a chi ha più esperienza è anche il sentiero Fürstin-Gina-Weg, che si distingue per gli scorci panoramici e per la tipicità e ricchezza della flora alpina.

Non mancano itinerari più semplici adatti a tutti i tipi di escursionisti: la passeggiata circolare da Steg a Sluim, che attraversa prati ricoperti di fiori e ammalianti boschi, o il Sentiero dei Filosofi, sei chilometri lungo i quali ammirare paesaggi e territori della cultura Walser.

Un modo divertente per conoscere da vicino la storia del Principato è percorrere la Liechtenstein-Weg, che si estende per 75 chilometri toccando tutti gli 11 comuni del Paese. Con l’ausilio di un’apposita App e seguendo tappe mirate che ne raccontano le vicende, si può vivere un’esperienza immersiva nella storia del Liechtenstein mentre si è allietati dalla vista dei suoi magnifici panorami.

Il Principato è la meta perfetta per una vacanza in montagna con i bambini. Innanzitutto, perché è un posto sicuro e lo è anche per via delle sue dimensioni contenute. In secondo luogo, perché offre ai più piccoli numerosi sentieri dedicati, come la Passeggiata per Famiglie nella Valünatal o il nuovo Percorso delle Altalene nella località di Malbun, itinerario con un’altalena diversa in ognuna delle sue dieci tappe. Terza ma non meno importante ragione è la presenza di innumerevoli attività a misura di bimbo: trekking con i lama, parchi-avventura, piste di minicar e spettacoli di falconeria.

Non solo natura, pure l’offerta culturale del Principato è degna di rispetto: nella capitale Vaduz è possibile visitare il Museo Nazionale del Liechtenstein, la Camera del Tesoro, la Hilti Art Foundation, dove ammirare opere di arte moderna e la Cantina dei Principi, dove degustare i vini del territorio. Altrettanto ricca l’offerta di negozi e ristoranti.

Un valore aggiunto è l’estrema vicinanza al Lago di Costanza: il tempo di percorrenza in auto è non più di mezz’ora. La vacanza in montagna può così trasformarsi facilmente in vacanza al lago, sulle cui rive sarà piacevole gustarsi un aperitivo o una cena a base di pesce.

Nella natura incontaminata delle Alpi austriache

©Marc Walser – Dornbirner Seilbahn AG

Un’altra meta vicino al Lago di Costanza dove trovare l’incanto dei paesaggi alpini è il Vorarlberg-Bodensee, in Austria. Percorrendo gli innumerevoli sentieri che si snodano tra le vette della regione, si rimane estasiati dalla visione di immensi prati scoscesi, boschi di conifere e paesini pittoreschi. In un susseguirsi di dolci vallate puntellate da vette e declivi, la grazia della natura si esprime al meglio anche nei numerosi percorsi escursionistici di facile o media difficoltà. Molte delle passeggiate prevedono tappe nelle baite e negli alpeggi, luoghi caratteristici nei quali è possibile rifocillarsi con torte fatte in casa, speck e formaggio.

Un punto di partenza può essere il paesino di Laterns, dove con la seggiovia si raggiunge la cima della montagna locale. Lì in alto sono percorribili vari sentieri di diverso impegno che permettono di camminare in quota e godersi meravigliosi panorami per poi tornare in paese alla sera. Il divertimento è assicurato anche per i bambini: alla partenza della funivia è presente un parco-giochi oppure si può gustare il brivido di una discesa in fun-bob.

Monte Karren ©Studio Fasching – Dornbirn Tourismus -Stadtmarketing GmbH

Altro luogo da visitare assolutamente è Dornbirn. La città dispone di una comoda funivia per arrivare sulla cima del monte Karren, ma chi vuole può conquistare la vetta anche a piedi. Grande sorpresa che attende gli escursionisti, una volta raggiunta la cima, è un punto panoramico costituito da una piattaforma in vetro protesa nel vuoto. Vivendo la magia di sentirsi come sospesi in aria, si abbraccia con lo sguardo l’intero paesaggio che si estende sulla vallata e sul Lago di Costanza.

Ovviamente non si può visitare il Vorarlberg senza vedere il suo capoluogo, Bregenz. Anche perché ha una funivia con cui si arriva velocemente in cima al monte Pfänder, dove è possibile trovare tanti percorsi escursionistici. Uno dei più intriganti è il Sentiero del Formaggio, adatto ai buongustai che potranno fare piacevoli pause nei diversi caseifici, ma anche nei caffè e nei ristoranti lungo il percorso. La passeggiata è un modo divertente e immersivo per conoscere i segreti relativi alla produzione del formaggio nella regione Bodensee-Vorarlberg.

Bagno nella foresta nel Vorarlberg ©Agnes Ammann – Vorarlberg Tourismus

Una delle attività che è meraviglioso fare per recuperare il proprio equilibrio interiore è il Forest Bathing. I boschi del Vorarlberg sono il luogo ideale per questa esperienza di immersione totale tra i profumi, i colori e i suoni della natura. Persi nell’incanto verde di abeti, tigli, olmi e frassini sarà facile ritrovare la pace, respirando a pieni polmoni l’atmosfera magica della foresta. Si tratta di escursioni che è possibile fare anche con l’accompagnamento di guide esperte.

©Melanie Huppert

Chi apprezza la poetica tranquillità dei paesaggi montani, ma non può fare a meno della vivacità tipica delle città rimarrà soddisfatto da Bregenz. Il capoluogo della regione offre infatti una grande quantità di negozi, ristoranti, mostre ed esposizioni. Tra le attrazioni culturali più importanti c’è il prestigioso festival operistico Bregenzer Festspiele con un famoso palcoscenico sull’acqua. La manifestazione viene organizzata ogni estate e quest’anno proporrà la Madama Butterfly dal 20.07 al 21.08.

Bregenz è un punto perfetto per organizzare gite nei dintorni, perché è ben collegata alle altre zone di interesse. Per esempio, prendendo il battello si può raggiungere la vicina città storica di Lindau e la sponda tedesca e più settentrionale del Lago di Costanza, famosa per i suoi borghi e castelli medievali, oltre che per i suoi giardini e vigneti.

Il Cantone svizzero di San Gallo tra montagna, lago e arte

Monte Säntis ©Alan Meier – St. Gallen Bodensee Tourismus

La Svizzera ha una vasta area che tocca il Lago di Costanza. In particolare, è il Cantone di San Gallo a distinguersi per la sua ricchezza naturalistica e artistica. La regione è in parte dominata dall’Alpstein, una delle catene più celebrate e impegnative delle Alpi settentrionali. Solo i più esperti la possono scoprire con escursioni di più giorni, durante le quali si avrà la fortuna di contemplare paesaggi maestosi, laghi montani e rocce scoscese.

Queste passeggiate alquanto impervie ma prodighe di panorami straordinari conducono anche alla cima del monte Säntis, la vetta più importante del comprensorio. Un altro modo per raggiungerla è prendere la funivia dal passo dello Schwägalp. Dalla cima del Säntis si gode di una vista spettacolare che abbraccia sei Stati. È possibile sfruttare al massimo questa visuale privilegiata rifocillandosi in uno dei due ristoranti panoramici che si trovano in vetta. Oppure partire subito per nuove escursioni seguendo i sentieri che partono da lì.

La funivia dal passo dello Schwägalp organizza corse speciali per le domeniche di luglio e agosto in modo da permettere di ammirare lo spettacolo dell’alba e le notti di luna piena oppure in occasione di serate dedicate all’osservazione delle stelle, con inclusa una cena romantica di quattro portate.

Fa parte della catena dell’Alpstein anche la montagna Hohe Kasten, raggiungibile tramite funivia. Sulla sua cima è presente il percorso circolare Europa Rundweg con strepitosi punti panoramici, che hanno il pregio di essere accessibili anche in carrozzina.

Una gita davvero suggestiva consiste nel percorrere il tratto da Rorschach al paesino alpino di Heiden con il pittoresco trenino a cremagliera che in estate si presenta con i vagoni scoperti. Il viaggio è costellato da preziose vedute sul Lago di Costanza, sulle cui sponde si affaccia la città di partenza, Rorschach.

Merita certamente una visita il capoluogo della regione, San Gallo, città dal ricco patrimonio storico-culturale, che vanta numerosi musei, negozi e ristoranti, ma soprattutto il complesso abbaziale targato Unesco.

Le due città di Romanshorn e Rorschach, affacciate sul Lago di Costanza, mettono a disposizione diverse linee di navi e traghetti con cui esplorare la zona e magari prenotare una crociera che includa aperitivo o cena a tema.

Beatrice Maria Beretti

www.bodensee.eu
error: il contenuto è protetto.