Lontani dal turismo di massa

Nel Mar Baltico, le isole tedesche ci attendono

Piccoli fazzoletti di terra adagiati sul Mar Baltico propongono un accord parfait tra le coste biancastre e i paesaggi nordici

Spiagge sabbiose, lontane dal turismo di massa, a contornare un panorama naturale estremamente fotogenico, nell’ambito di un’atmosfera prettamente nordica: gli ingredienti perfetti per una fuga di primavera lontani dal caos delle mete più gettonate.

Vi guideremo in un tour tra queste meravigliose isole tedesche nel Mar Baltico.

Rügen, la maggiore delle sorelle

2012 insel.fotograf.de PH.Andreas Dumke

Falesie bianche scoscese a picco sul Mar Baltico vi accoglieranno sull’isola di Rügen, un paradiso di fama internazionale, reso noto anche dalle raffigurazioni del pittore Caspar David Friedrich.

Si tratta di una meta turistica amata fin dal XVIII secolo, le cui raffinate stazioni balneari e le ville signorili sono state apprezzate da personalità quali Thomas Mann e il cancelliere Bismarck.

Tutto sembra essersi fermato nel tempo qui, dove sarà possibile fare un giro dell’isola e spostarsi tra le sue stazioni balneari grazie all’antica ferrovia a scartamento ridotto, ovvero un treno dall’aspetto vintage che viaggia a soli 30 chilometri orari.

Ogni anno, inoltre, ci aspettano gli Störtebeker Festspiele: si tratta di un festival estivo, che propone spettacoli teatrali ispirati alla storia del leggendario pirata del XIV secolo Klaus Störtebeker.

Il tutto si svolge, però, nel meraviglioso teatro all’aperto di Ralswiek. Quest’anno si terrà dal 22 giugno al 7 settembre.

Hiddensee, il rifugio degli artisti

Situata a ovest di Rügen, con i suoi 19 chilometri quadrati di estensione è chiamata, non a torto, “la dolce piccola terra”. Al riparo dalla fama di destinazione privilegiata che riguarda la maggiore, ha sempre attirato scrittori, poeti e pittori, per l’aria romantica che emanano i suoi prati salini e le sue severe scogliere.

È stato elevato, così, a luogo ideale in cui trascorrere un periodo meditativo in solitudine nel cuore del Mar Baltico, dove distendere la propria anima e ricongiungersi con il ritmo della natura circostante.

Effettivamente, si tratta della dimora di innumerevoli specie animali e vegetali che da sempre vivono indisturbate sull’isola: proprio per questo, l’isola fa parte del parco nazionale della laguna della Pomerania Anteriore. I protagonisti sono soprattutto gli uccelli, quali il fraticello, le gru e i caradriiformi.

Il posto perfetto in cui trascorrere intere settimane in armonia con l’ecosistema locale, dove l’unico contatto umano è quello con gli accoglienti abitanti locali, sempre lieti di ospitare i visitatori che scelgono la loro terra per un ritiro spirituale a tutti gli effetti.

La vacanza di coppia è completa a Usedom

Il bellissimo ambiente nordico del Mar Baltico si coniuga con le spiagge luminose nell’isola di Usedom, dove potrete scegliere il tipo di alloggio a seconda delle vostre esigenze.

Potrete optare per le idilliache palafitte sull’acqua, che vi daranno la sensazione di trovarvi in una località caraibica.

Oppure, per una delle ville storiche perfettamente conservate; infine, risiedere in un agriturismo vi consentirà di entrare in contatto con la popolazione locale e i suoi costumi.

Il luogo ideale dove staccare dalla routine, per recuperare tempo prezioso con il vostro partner.

L’isola è perfettamente attrezzata per consentire agli ospiti di godere a pieno delle bellezze naturali, con i 200 chilometri di piste ciclabili e 400 chilometri di sentieri escursionistici.

La giornata perfetta comincia al mattino con una panoramica del variegato scenario dell’isola: i pontili storici dall’aspetto malinconico, le spiagge stupende e la natura incontaminata.

Per finire, poi, al ritmo di uno dei numerosi festival che tutto l’anno movimentano la vita del territorio. La scelta è ampia, a seconda dei vostri interessi: letterari, musicali, ma anche gastronomici, quali le settimane dell’aringa in primavera e quelle della selvaggina in autunno.

Margherita Turdò

SOCIAL FB
www.germany.travel/it
No Comments Yet

Comments are closed